Design Week: tutti i migliori eventi del Salone del Mobile

Design Week: tutti i migliori eventi del Salone del Mobile

MILANO – Alla Design Week la moda protagonista tra gli eventi dell’ultima edizione del Salone del Mobile. Qui vi raccontiamo le tendenze fashion e design attraverso le partnership più innovative dell’evento più amato dagli stranieri.

Il Salone del Mobile, come già detto, ha registrato un successo oltre ogni aspettativa.  650 designer, oltre 2.000 espositori, più di 450 eventi. Se c’è qualcuno ancora convinto che il Salone del Mobile rappresenti un evento per pochi addetti ai lavori, può iniziare a ricredersi. L’edizione 2017 , infatti, si è conclusa, registrando oltre 343.000 presenze.

La Design Week ha visto protagonista la moda decretando le tendenze fashion e design attraverso le partnership più innovative. Perché è proprio questo il DNA del successo, la capacità di creare sinergie, di sfoggiare una cultura d’impresa che basa tutto sulla cooperazione e il lavoro di squadra. Quindi alla design week non abbiamo assistito solo alle proposte di design, ma sono stati presentati brand innovativi in eventi collaterali glamour. Il tutto ben dosato sempre grazie ad un mix contemporaneo di nuove collaborazioni tra il mondo fashion ed il design all’avanguardia ricco di idee creative.

Tra i vincenti, sul piano della fusione e dell’attenzione ai dettagli, spunta Anteprima, la maison made in Japan, dal mood anni ’50. Un aperitivo, dal sapore decisamente vintage, ha raccontato, nei giorni scorsi, l’unione creativa con il brand di Interior Design, Inkiostro Bianco che rilegge il concetto di tappezzeria creando carte da parati, tessuti e decori d’arredo come autentici chef d’oeuvre. A testimoniare l’originale connubio, un’installazione, realizzata con un pannello di tessuto su telaio a riprodurre, sotto forma di gigantografia, anticonformismo e delicatezza, protagoniste entrambe della collezione SS 2017 di Anteprima. Un appuntamento impreziosito  dalla presenza dell’ hairstylist Ketty’s Vintage, dai bar tender di BlueBlazer e le creazioni in vaso cottura di Bonverre.

Una Design Week all’insegna della modernità e arte in una scenografia che reinterpreta oggetti d’uso quotidiano in chiave artistica, sono emerse, invece, dalla relazione tra MARYLING e Joe Colombo. Continental, la libreria sferica dialoga con Cricket Plus, la poltrona in pelle nera e schienale a rullo, mentre Totem, l’appendiabiti dalle tonalità metallizzate si accosta ai Robo, i contenitori cilindrici porta-oggetti. Le forme pure e geometriche del gruppo che ha creato gli oggetti dell’arredo post-moderno, modulano infatti i pattern della collezione. Dalla Miami Beach giungono i colpi di luce che spandono sui capi una luce calda e accogliente ricreando un’atmosfera calda e accogliente.

Lusso contemporaneo e stile sofisticato si sono incontrate, durante la Design Week, per dar vita ad una liason dai tratti unici, tra Fragiacomo e Sitia. Sono i coffee table lovers il risultato di una relazione che si traduce in un oggetto dal design moderno ma ricercato, espressione della grande attenzione verso le tendenze di stile più inedite e l’estetica nella sua forma aulica. Esposti nelle vetrine della boutique di via Turati, i coffee table raccontano un dialogo cromatico, da cui emergono i toni pastello della collezione Primavera-Estate di Fragiacomo, superando il concetto di tacco –gioiello che viene interpretato alla luce di nuovi e dinamici motivi decorativi.

Ed è sempre lo stile retrò il protagonista dell’arredo by Mangano. Forme scultoree e dinamiche hanno scolpito la linea Diamonds di Slamp, divenuta la cornice dei white dress di Mangano. Il Salone del Mobile ha finito così col rappresentare un’ottima scusa per giocare con la sinuosità delle linee esaltate dalla luce soffusa, responsabile della simbiosi tra il bianco degli abiti e l’effetto dell’allure Biba.

Immancabile Baldinini. Per la settimana del design, il celeberrimo brand calzaturiero Made in Italy ha sposato un design giovane, Brass Brothers & Co, ispirato al vintage, così come ad elementi che richiamano la natura, fatto di linee semplici esaltate da materiali importanti come l’ottone. Un connubio all’insegna della qualità raffinata, della ricercatezza che sa sorprendere nella moda come nel design.

A chiudere la lunga lista di appuntamenti della Design Week, la partnership tra Momonì e Isacco Brioschi. Moda e design sono unite da un fil rouge di tecnologie ed esclusività unica, in cui prendono vita prodotti originali ed inediti come Erbèt, la lampada in cui la natura diventa scultura sotto forma di una pianta luminosa, Seghé, uno scenografico lampadario  il cui manto vegetale sembra vivere in unione con la materia. E poi Ganasa, Lapis e Righèl, installazioni in ottone in cui dialogano tecnologia e artigianato, realizzate grazie a laser 3D che fa coesistere luce e trasparenza. Una collezione di lighting-design che nasce dall’idea che ognuno possa essere protagonista nella realizzazione della sua luce, componendo forme e colori in maniera assolutamente personale.

Insomma, per chi avesse perso l’occasione di ammirare dal vivo, ecco un resoconto con una ricca gallery fotografica di tutti gli eventi più belli della Design Week al Salone del Mobile.

Voi quale avete preferito?

Testo di Lia Giannini

salone del mobile

reklame scripts

reklame scripts

 

Redazione

In molte redazioni online, spesso, non si conoscono i veri autori degli articoli. MyWhere vuole presentare i suoi collaboratori e far sì che la bellezza della scrittura non racconti solo di viaggi o tecnologia ma anche di quella “mano invisibile” che rende la comunicazione così efficace. Vai alla pagina Redazione per conoscerci.
Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.