Dispensa Stellata, lo showcooking contro lo spreco alimentare

Dispensa Stellata, lo showcooking contro lo spreco alimentare

ROMA – Dopo il Natale è vietato buttare! Secondo studi il 20% degli acquisti alimentari in Italia, finisce nella pattumiera. Se la dispensa è ancora piena, allora,svuotiamola con intelligenza! A ricordarcelo è una serata piena di stelle e celebrità all’insegna del gusto e del riuso creativo, per stimolare il consumo dei prodotti tipici dei cenoni o dei pranzi delle feste anche “fuori stagione”.

 Giovedì 31 gennaio, al Ristorante Cucina Eliseo di Roma, è andato in scena Dispensa Stellata, uno showcooking rganizzato con il contributo del Mipaaft, che ha impegnato ai fornelli due “squadre di stelle”, pronte a sfidarsi nel riutilizzo creativo delle eccellenze gastronomiche delle feste. Dall’antipasto a base di panettone, accompagnato da acciughe, scalogno in agrodolce e puntarelle, al dolce, un semifreddo goloso al torrone, passando per i ravioli ripieni di Cotechino Modena IGP, con lenticchie e una riduzione al vino rosso rimasto nelle bottiglie, nonostante i numerosi brindisi natalizi.

Da uno studio del Codacons, basato su dati raccolti a dicembre 2017, è emerso che quasi il 20% degli acquisti alimentari degli italiani, fatti in occasione delle festività natalizie, finisce nella pattumiera. Se la dispensa è ancora piena, allora, svuotiamola con intelligenza. L’occasione ce l’ha data il Consorzio Zampone e Cotechino Modena IGP, che in vista della Giornata nazionale contro lo spreco alimentare, ci ha invitato a festeggiare un secondo Capodanno all’insegna del gusto e del riuso creativo, per stimolare il consumo dei prodotti tipici dei cenoni o dei pranzi delle feste anche “fuori stagione”, grazie a ricette gustose e originali, strizzando un occhio alla normativa UE contro lo spreco alimentare.

Dispensa Stellata è stata un’occasione per raccontare al grande pubblico il valore prezioso della cucina tradizionale, che trae ispirazione da concetti come il risparmio e il riutilizzo di ingredienti, ma anche per scoprire le principali caratteristiche dello Zampone Modena e del Cotechino Modena IGP, protagonisti assoluti del cenone di Capodanno, eccellenze spesso acquistate o regalate in enormi quantità, ma che per questo, più di altre, vengono poi dimenticate in dispensa in quanto associate – per tradizione – ad uno specifico periodo dell’anno.

LE STELLE

dispensa stellata
Anna Falchi tra le principali stelle a Dispensa Stellata

Il parterre è una pioggia di stelle che ha illuminato i fornelli del Teatro Eliseo, che proprio quest’anno festeggia il centenario: l’attore Giobbe Covatta, stella del palco e dell’impegno sociale, testimonial della Campagna Spreco-Zero 2018/2019; l’atleta Luca Dotto, stella italiana del nuoto, campione d’Europa in carica nei 100 stile libero. Nel tempo libero? Modello da copertina. E ancora Anna Falchi, stella sexy del piccolo e grande schermo, ora anche dei fornelli: dall’anno scorso, infatti, conduce un nuovo programma di cucina su TeleNorba.

Infine, immancabili, le due stelle della cucina a Dispensa Stellata: Luca Marchini, chef stellato dell’Erba del Re. Modenese DOC, chi meglio di lui può innovare e reinventare le eccellenze tipiche della sua città: Zampone Modena e Cotechino Modena IGP. Territorialità ed evoluzione sono due anime forti che si fondono nelle sapienti mani di questo chef, che è inoltre Presidente JRE, Jeunes Restaurateurs d’Italia, l’associazione che riunisce i migliori e i più giovani rappresentanti dell’alta gastronomia, un network europeo di cuochi e ristoratori professionisti.

E Filippo Buonomini, responsabile del ristorante Cucina Eliseo che ha ospitato l’evento. Ottavo e ultimo maschio di 8 figli naturali, a cui si aggiungono 10 fratelli accolti grazie all’adozione ed altri in affido temporaneo. Con una famiglia così allargata, non può che essere il re della cucina antispreco. Le tecniche del recupero creativo sono per lui divertente sfida, ma anche necessità.

Ha moderato l’evento Ivan Bacchi, attore e conduttore TV, ora spalla di Elisa Isoardi alla Prova del Cuoco su Rai 1. Infine, il dott. Luca Piretta, gastroenterologo e nutrizionista, ha dedicato un focus alle proprietà nutrizionali di Zampone e Cotechino Modena IGP, illustrando gli abbinamenti consigliati.

In vista della Giornata nazionale per la prevenzione dello spreco alimentare, Luca Falasconi, curatore del progetto 60 Sei ZERO promosso col Ministero dell’Ambiente, l’Università di Bologna – DISTAL e la campagna Spreco Zero, e coordinatore inoltre della Giornata nazionale di prevenzione dello spreco 2019, ha reso noti i dati più allarmanti del fenomeno dello spreco alimentare: “Sul piano della distribuzione, lo spreco del cibo grava per 9,5 kg/anno ad ogni mq di superficie di vendita negli ipermercati e per ben 18,8 kg/anno ad ogni mq nei supermercati. Questo vuol dire che ogni consumatore italiano produce uno spreco di 2,89 kg/anno pro capite, vale a dire 55,6 gr a settimana e 7,9 gr al giorno solo sul piano distributivo. Il 35% di questo spreco potrebbe essere recuperabile a scopo alimentazione umana”. Sono i dati del progetto Reduce promosso dal Distal (Dipartimento Scienze e Tecnologie Agroalimentari) dell’Università di Bologna con l’Università della Tuscia e il Ministero dell’Ambiente, nell’ambito della campagna Spreco Zero di Last Minute Market. Il progetto Reduce, attraverso i Diari di Famiglia, ha esaminato anche i dati reali dello spreco domestico del cibo in Italia: “è questa la vera “voragine” degli sprechi – ha sottolineato Falasconiperchè nelle nostre case gettiamo ogni anno qualcosa come 36 kg annui di alimenti pro capite. Un danno economico secondo 9 italiani su 10 (93%) e di forte impatto diseducativo sui giovani (91%)”.

LA LOCATION

dispensa stellata

Cucina Eliseo di Roma

La location scelta per ospitare Dispensa Stellata ha un’anima e una storia davvero interessanti: si tratta infatti di uno dei pochi ristoranti di livello inseriti all’interno di un teatro in Italia. Un’occasione in cui arte e cibo si incontrano in un luogo d’eccezione, con un secolo di storia. Una location di spessore per Dispensa Stellata, attenta alla cultura, all’interiorità. Il teatro è da secoli il veicolo di messaggi e riflessioni profonde, e in occasione di un approfondimento su un tema così delicato come quello dell’antispreco, nessun luogo poteva essere più adatto. Un ristorante e un cocktail bar aperti tutto il giorno, che vivono autonomamente rispetto al teatro, ma tenendo sempre vivo un gioco tra la cucina e lo spazio che la ospita, ad esempio proponendo una serie di piatti studiati ad hoc per gli spettacoli. A testimonianza della lunga storia di questo luogo, sulle pareti campeggiano gli autografi dei grandi nomi che hanno calcato le assi del palcoscenico e, a decorare il pavimento, i poster storici degli spettacoli andati in scena in questi ultimi cento anni di Eliseo.

Dispensa Stellata

Anna Falchi

Anna Falchi

giobbe Covatta

giobbe Covatta

Luca Dotto

Luca Dotto

Ivan Bacchi

Ivan Bacchi

Fabiola Cinque

Napoletana fino alla milionesima generazione (dal 1.400), nobile d’animo ma non più per albero genealogico, viaggiatrice e curiosa delle bellezze e delle stranezze del mondo riporto tutte le mie impressioni attraverso tutti i sensi che abbiamo e che vogliamo usare. Di estrazione e definizione “fondista”. Azzurra di nuoto per tutte le distanze più lunghe e massacranti che vi possono venire in mente. La fatica è il mio karma. Mai nulla regalato, tutto conquistato. La comunicazione e la pubblicità sono la mia anima, la moda la mia vita presente e futura. Vivo in un paese bellissimo dal quale desidero sempre di allontanarmi, per tornare e riassaporare i profumi ed i sapori. La mentalità e l’amore sono anglosassoni, ma d’altronde si sa, i Borboni sono stati dominati dai francesi come gli inglesi e gli spagnoli, quindi le mie origini ed il mio essere è globale, sono bastarda dentro.
Fabiola Cinque

Leave a Reply

Your email address will not be published.