A ogni donna il suo gioiello…

A ogni donna il suo gioiello…

Romantica? Razionale? Boho Chic? Se siete appassionate di gioielli ma non avete le idee molto chiare, ecco un piccolo spunto per la scelta dell’accessorio adatto a ogni carattere e femminilità.

Per la donna romantica che ama i dettagli chic in qualsiasi occasione, dal lavoro alla serata cocktail, per non passare inosservate, ci sono i gioielli BronzallureMILANO dall’inconfondibile effetto rosé con gemme semi-preziose e pietre dall’ampia palette cromatica come l’acquamarina e il quarzo rosa, decretati colori Pantone 2016.

Per le appassionate di un design minimale e contemporaneo, caratterizzato da forme lineari e pure vi sono i gioielli di Eclisse, la collezione iconica di Diva Gioielli. Ne abbiamo parlato qui: OroArezzo 2016, viaggio nell’universo del gioiello.

Accessori che permettono di completare un look dallo stile sobrio, espressione di una personalità decisa e razionale. Ornamenti preziosi dai dettagli iconici, talvolta fortemente strutturali, indossati da una donna attiva che riversa nel suo stile personale l’interesse che nutre per la cultura, l’arte e la moda.

Per la donna sempre in viaggio, che sogna costantemente tramonti rosso fuoco, profondi blu mare e un cielo indaco e cristallino ci sono i gioielli della linea Golden Dawn della “Hip Collection” firmata Ayala Bar. Uno stile Boho-chic che riprende lo stile bohemienne, reinterpretandolo attraverso suggestioni hippie e Seventies.

Sonia Catena

Viaggiatrice accanita e affamata di moda, arte e design, mi sposto costantemente sulla penisola italiana dal 2004, anno in cui dopo la maturità decisi di trasferirmi a Rimini e poi a Bologna per  l’Università. Con una laurea in moda e una specialistica in arte contemporanea amo creare delle interconnessioni fra queste discipline per organizzare eventi culturali a Milano. La tesi in semiotica mi ha insegnato a guardare il mondo con un’altra prospettiva e da lì è nato il mio progetto Ridefinire il Gioiello.  Affianco all’attività di curatela quella di addetta stampa, comunicazione e docenza (LABA di Rimini, “Fashion Writing”  IED – Firenze). La mia parola d’ordine? Scoprire sempre qualcosa di nuovo, ridefinire un sistema e rivoluzionarlo. Ho un’insaziabile bisogno di libertà d’espressione e di uscire dai tracciati tradizionali per organizzare costantemente nuovi eventi e progetti. Amo viaggiare di paese in paese e spaziare con la mente, chi mi conosce ha quasi paura quando dico “mi è venuta un’idea!”. Chiusa in ufficio o fare un lavoro di routine mi rende una mina vagante, mi sento una libera professionista sino al midollo, una ricchezza che mi permette di avere continuamente stimoli e idee. Il treno è la mia seconda casa, la prima non lo so ancora se a Milano, Bologna, Rimini, Firenze o Roma. La frase che mi rappresenta? “Le mine vaganti servono a portare il disordine, a prendere le cose e a metterle in posti dove nessuno voleva farcele stare, a scombinare tutto, a cambiare piani” dal film Mine Vaganti di Ferzan Özpetek.
Sonia Catena

Leave a Reply

Your email address will not be published.