Il fashion advertising di Eleventy

Il fashion advertising di Eleventy

ITALIA – Tra lusso e sostenibilità, vi raccontiamo qui le scelte per la nuova campagna pubblicitaria delle collezioni uomo e donna del marchio Eleventy.

Lusso. Ma anche sostenibilità ambientale. Internazionalizzazione ma anche coerenza. Innovazione e nel frattempo qualità. Chi non conosce Eleventy, un brand che, da nove anni, chiude i suoi fatturati puntualmente con risultati di forte crescita, è bene che si informi al più presto. E non solo perché parliamo di un’ azienda che fa dell’eccellenza Made in Italy il suo marchio di fabbrica, ma soprattutto perché negli anni si è rivelata capace di investire su un sistema produttivo outsourcing  che ha visto coinvolte 94 micro imprese selezionate, in tutta Italia, secondo specializzazioni e mestieri.

Una “first class” che pratica la differenza anche nel mood che alimenta la creatività delle  campagne pubblicitarie. Dopo gli 81 scatti che ritraevano una Milano sconosciuta per la campagna SS 2017, è la volta di un luogo che a tratti richiama l’onirico e il surreale, la cava di marmo delle Cervaiole, di proprietà Henraux, situata nel monte Altissimo, in Toscana.

Settantotto questa volta gli scatti scelti per ritrarre l’eleganza raffinata delle nuove collezioni uomo e donna Eleventy. Tra le pareti bianchi dalle venature grigie o rosa, la simmetria dei gradoni scolpiti nella natura, simili ad anfiteatri, si fonde con i colori del cielo e la luce naturale della giornata, lasciando al centro della scena le collezioni, protagoniste, silenziose ma prepotenti, di un quadro dai tratti surreali.  Il risultato è uno scenario che assume le fattezze di un sogno, dal quale emergono, come sospesi a mezz’aria, i modelli.

L’effetto è straordinario, in grado di incutere quasi timore grazie all’abilità fotografica di Stefano Guindoni e alla direzione creativa di Andrea Mauro.

La purezza e l’eccellenza del marmo, il pregio e la classe della collezione Eleventy si fondono in un progetto che punta a valorizzare l’Italia e le sue maestranze all’estero, “nell’ottica di creare relazioni tra l’insieme dei settori che rappresentano il made in Italy”, spiegano Marco Baldassari e Paolo Zuntini, fondatori del gruppo Eleventy e rispettivamente, direttore creativo uomo e direttore creativo donna.

Un progetto visionario nel quale la fusione non riguarda solo la manifattura  e l’artigianalità ma anche la sapienza e l’abilità creativa di Andrea Mauro e Andrea Piu, le cui storie personali raccontano di collaborazioni importanti, di legami con il mondo dell’arte, di esperienze creative a tutto tondo e di lungimiranti abilità. Una conclusione d’anno col botto per il brand di lusso le cui collezioni, figlie di un look ricercato ma con stile, fatturano più di 20 milioni di euro.

Info

 

Testo di Lia Giannini

eleventy

Redazione

In molte redazioni online, spesso, non si conoscono i veri autori degli articoli. MyWhere vuole presentare i suoi collaboratori e far sì che la bellezza della scrittura non racconti solo di viaggi o tecnologia ma anche di quella “mano invisibile” che rende la comunicazione così efficace. Vai alla pagina Redazione per conoscerci.
Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.