Ferrari Land, la passione rossa accende Barcellona

Presentato al TTG 2016, la fiera del turismo di Rimini, il primo parco a tema europeo in cui, grazie alla collaborazione tra Ferrari e PortAventura World Parks and Resort, sarà possibile vivere l’emozione della velocità e tutti i brividi della Formula 1 in forma immersiva e totale. Garantisce la casa del Cavallino Rampante.

Ferrari Land, la passione rossa accende Barcellona

BARCELLONA – Aprirà ufficialmente i cancelli il 7 aprile 2017 Ferrari Land, il primo parco a tema Ferrari realizzato in Europa grazie alla collaborazione tra la casa di Maranello e PortAventura World Parks & Resort.

Testimonial d’eccezione di Ferrari Land alla Fiera del Turismo di Rimini è Marc Gené, Ferrari Ambassador e collaudatore della casa di Maranello, che assieme a Giovanni Cavalli, general manager di PortAventura World Parks & Resort, ci illustra tutte le caratteristiche e le attrazioni della struttura.

Il parco, collocato all’interno del PortAventura World Parks & Resort, è a solo un’ora di distanza da Barcellona, avrà una superficie di 60.000 m2 e rappresenta un omaggio al mito italiano di Enzo Ferrari, alla sua storia, oltre che un tributo all’adrenalico mondo della velocità rappresentato dalla casa di Maranello. La tematizzazione combina elementi ispirati al mondo della Formula 1 e riferimenti alle origini del prestigioso brand italiano. Il tutto realizzato con l’investimento da capogiro di 100 milioni di euro.

Tra le attrazioni principali:

L’acceleratore verticale più alto e rapido d’Europa che con un’altezza di 112 metri consente di passare da 0 a 180 km in 5 secondi e richiama in scala maggiorata i pistoni del motore della rossa di Maranello.

– Due torri bounce back alte più di 55 metri di altezza, per gli amanti del brivido e dell’adrenalina pura.

Un circuito di oltre 500 metri adatto a tutta la famiglia che consentirà ad adulti e bambini di sperimentare tutta l’emozione della velocitò su pista così come la sperimentano i piloti, grazie ad 8 simulatori (6 per adulti e 2 per bambini) e compresa la possibilità di vivere in prima persona il brivido del Pit-Stop, con cambio super-veloce delle gomme.

Completano l’offerta di Ferrari Land punti di ristoro con i migliori piatti della gastronomia italiana, negozi in cui acquistare il merchandising più esclusivo del marchio Ferrari e tante altre piccole grandi meraviglie a tema.

Non ultimo un’enorme padiglione interamente dedicato ad un’inedita Ferrari Experience, di cui Giovanni Cavalli non ha voluto svelare i dettagli ma che, assicura Marc Jené, lascerà senza fiato tutti i fan della rossa di Maranello.

Alla domanda della nostra redazione su quali fossero le principali differenze tra questo parco e quello già realizzato ad Abu Dhabi (il Ferrari World Abu Dhabi, aperto nel 2010 dopo 3 anni di lavori e con una struttura in acciaio che è circa il doppio di quella utilizzata per la Torre Eiffel, su MyWhere ne abbiamo parlato qui), Marc ci ha segnalato, senz’ombra di dubbio, la declinazione dell’esperienza dell’accelerazione in tutte le sue forme.

Rispetto al parco di Abu Dhabi, in cui è perfettamente riprodotta in tutte le varianti che i piloti sperimentano in pista, l’esperienza dell’accelerazione viene qui infatti estesa a tutte le 3 dimensioni, la più spettacolare data senz’altro dalle torri Bounce Back.

Quanto al misterioso padiglione che campeggia al centro dei plastici – e che ad una vista aerea è una fedele riproduzione del cofano della regina della Formula 1, la Rossa di Maranello – né Marc né lo staff del PortAventura World Parks & Resort si sono voluti sbilanciare.

Non resta quindi che aspettare il 7 aprile 2017 e l’inaugurazione del parco per svelare il mistero.

INFO

PortAventura/Ferrari Land: www.portaventuraworld.com/it/ferrari-land
Ferrari World Abu Dhabi: ferrariworldabudhabi.com
Sito ufficiale Ferrari: www.ferrari.com

Ferrari Land – Presentazione alla stampa TTG 2016

Daniela Cisi

Consulente di Marketing e Social Media Manager, è appassionata di cinema, fantascienza, arte, musica e spettacolo, con particolare riferimento a tutto ciò che contamina massivamente e in forma inestricabile quanto appena elencato sopra. Accanita consumatrice di serie TV, B-Movie, Urania,  fantascienza e musicalmente fuori dagli schemi. Ama la neve, lo snowboard, il golf e le sfide. Digital addicted. Odia i percorsi lineari, la mancanza di fantasia e i bunker. Incidenti di percorso: Laurea in Lingua e Letteratura Anglo-Americana, Diploma di tecnico-progettista di Ipertesti, Master in Marketing, Comunicazione e Nuove Tecnologie con approfondimenti di semiotica applicata alla Comunicazione Pubblicitaria e al Marketing Digitale.
Daniela Cisi

Leave a Reply

Your email address will not be published.