Capodanno al Circo Massimo: Skin suonerà alla Festa di Roma!

Capodanno al Circo Massimo: Skin suonerà alla Festa di Roma!

ROMA – Capodanno al Circo Massimo, 1000 artisti in 24 ore, un’occasione unica per riscoprire la città tutti insieme in un mix di cultura, spettacolo e performance dal vivo. Tutto questo è la Festa di Roma, presentata in conferenza ai Musei Capitolini. Tra i presenti alla premiere, anche Virginia Raggi che ha annunciato Skin come front liner dell’evento. Tutti i dettagli.

La parola chiave sarà meraviglia. Sarà meraviglioso vivere la zona del Circo Massimo a 360 gradi, assistere a performance musicali di ogni tipo e sarà meravigliosa Skin, una star internazionale che ha voluto fortemente suonare qui, perché Roma, è ancora una città attraente per tutti”. Così la sindaca Virginia Raggi ha voluto battezzare la Festa di Roma, evento cardine del programma capitolino di Capodanno, un evento che durerà 24 ore no stop e che restituirà ai cittadini il Circo Massimo in tutto il suo splendore. Nella presentazione condotta dalla giornalista della Domenica Sportiva Giorgia Cardinaletti e avvenuta ai piedi dell’Esedra di Marco Aurelio, negli spazi dei  Musei Capitolini, è stato presentato il programma della manifestazione. Il tema della Festa di Roma sarà dedicato alla Terra e alla relazione con tra uomo e natura.

IL TEMA DELL’EVENTO

festa di roma skin capodanno

Un’ode di straordinaria bellezza, vitalità e grandiosità della natura, che partirà la sera del 31 dicembre al Circo Massimo e proseguirà per 24 ore, come un ciclo di una giornata e come il tempo di una rotazione del nostro pianeta. “E’ una festa pensata come un viaggio nella natura – aggiunge la Raggi – ci muoveremo all’interno degli ecosistemi terrestri attraverso 5 ambienti immersivi, una Terra senza confini e barriere che fa della biodiversità la sua forza”.

I cinque ecosistemi, coesisteranno e si contamineranno nella vasta area a disposizione della festa (oltre al Circo Massimo, anche Piazza dell’Emporio, Ponte Fabricio, il Giardino degli Aranci e Piazza della Bocca della Verità). Quali saranno? Il mondo del ghiaccio e dell’acqua dolce, il mondo colorato dei pascoli e delle praterie, il mondo dei deserti, quello delle giungle e quello del mare. Ogni ambiente, che il pubblico potrà attraversare a proprio piacimento, sarà animato da performance artistiche, scenari suggestivi e istallazioni a tema, realizzati da importanti artisti internazionali.

LA FESTA DI ROMA SOTTO IL SEGNO DI SKIN

festa di roma skin

L’evento inizierà alle 21 del 31 gennaio e vedrà l’avvicendamento di artisti, musicali e non, di caratura internazionale. Si parte con l’attore teatrale Ascanio Celestini, che intratterrà il pubblico raccontando una favola inedita dedicata al tema della natura. L’attore verrà accompagnato dalla musica della Rustica X Band diretta da Pasquale Innarella, una band di bambini e adolescenti delle periferie romane.

Dalle 22, spazio alla compagnia andalusa Aerial Jockey Strada, che eseguirà, per la prima volta in Italia, lo spettacolo di danza aerea Sylphes. Subito dopo, sarà la musica classica a inebriare l’ambiente, con l’esibizione della contemporanea Ensamble, che proporrà dal vivo “Le Quattro Stagioni di Vivaldi”.

Dopo il countdown per la mezzanotte e lo spettacolo pirotecnico realizzato da Acea, partirà il DJ Set dell’inimitabile Skin, icona pop-rock e leader della band londinese Skunk Anansie. La cantante, fino alle 3 del mattino, proporrà la sua tipica miscela esplosiva di suoni di derivazione indie rock, house ed electro.

Skin

CONCLUSIONI

La Festa, completamente gratuita, continuerà anche il primo gennaio come un flusso continuo, tra call, parate, esibizioni live di artisti di strada e ambientazioni suggestive, il tutto, come ha affermato Giorgia Cardinaletti, a ricordarci “che gli ecosistemi non si toccano e si contaminano e che è nella contaminazione dei suoi elementi che la Terra diventa più forte e sprigiona la sua bellezza”. Se la Festa di Roma riuscirà a mantenere questo spirito, sarà sicuramente un successo!

Musei Capitolini: presentazione Festa di Roma

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.