Giornate Europee del Patrimonio 2018: l’Arte da condividere

Giornate Europee del Patrimonio 2018: l’Arte da condividere

ROMA – Condividere l’arte è il tema delle Giornate Europee del Patrimonio 2018 che si svolgeranno il 22 e 23 settembre in tutta Italia. Ad animare i luoghi della cultura statali e non, saranno visite guidate, iniziative speciali e aperture di siti normalmente chiusi al pubblico.

Le Giornate Europee del Patrimonio (GEP) sono state istituite nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea, allo scopo di far conoscere ai cittadini europei il loro patrimonio culturale come elemento di unione e di differenza, strumento di scoperta e comprensione reciproca e di incoraggiare alla partecipazione attiva per la salvaguardia e la trasmissione alle nuove generazioni. Mai come quest’anno si avverte forte la necessità di prestare attenzione al nostro patrimonio, fragile più di quanto pensiamo.

Queste Giornate Europee del Patrimonio, saranno all’insegna della condivisione, del conoscere e confrontarsi: è necessaria una partecipazione all’esperienza dell’arte per poter acquisire la conoscenza del passato e di ciò che ci circonda, elementi di vitale importanza nell’arricchimento e nella crescita individuale di tutti noi. Acquisire la consapevolezza di un’eredità comune che ci appartiene è la prima necessaria azione da compiere in direzione della salvaguardia e della trasmissione alle nuove generazioni del vasto patrimonio che possediamo.

Sono tantissimi i luoghi della cultura romani che propongono appuntamenti per queste Giornate Europee del Patrimonio. Le GEP 2018 saranno l’occasione per scoprire lo splendido lavoro che quotidianamente svolge l’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro, con la possibilità di visitare il cantiere aperto presso l’ex chiesa di Santa Marta al Collegio Romano,  conoscere il lavoro di indagine svolto dai fisici dell’Istituto e i cantieri di restauro degli allievi, delle due sedi di Roma e Matera.

giornate_europee_del_patrimonio_02

Un altro appuntamento imperdibile è l’apertura della Piramide di Caio Cestio, unico monumento a Roma dagli evidenti echi egizi; la sua apertura è prevista solo in giornate particolari.

A spasso nel tempo a Villa Giulia è l’iniziativa proposta dal Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia: con il contributo di Associazioni culturali e gruppi di rievocatori storici, saranno molte le iniziative offerte in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio; visite guidate tematiche, visite tattili, laboratori didattici per bambini animeranno senza interruzione la giornata di sabato 22 che terminerà con un concerto nello splendido emiciclo di Villa Giulia. In tale occasione, dalle 19.30, è prevista la possibilità di accedere al museo al costo simbolico di 1,00 € , approfittando dell’apertura serale, dalle 20.00 alle 23.00 (ultimo ingresso alle 22.15 e chiusura delle sale a partire dalle 22.30) .

Giornate Europee del Patrimonio 2018Partecipa alle GEP 2018 anche Galleria Borghese con ingresso ridottissimo a 1 euro dalle ore 19 di sabato 22 settembre.

La Galleria ha previsto visite guidate per le famiglie, realizzando una guida a portata di bambini, per scoprire i dieci più grandi capolavori del museo.

I Musei in Comune hanno previsto un’ampia offerta di aperture e visite guidate; si può scegliere dall’Ara Pacis ai Mercati di Traiano oppure di scoprire il complesso del Mattatoio di Testaccio, esempio di riqualificazione urbana a Roma. Il 23 settembre, invece, è possibile scoprire il monumento più lungo di Roma, 19 km, visitando il Museo delle Mura, le strutture di Porta S.Sebastiano e la sezione del camminamento ancora percorribile.

Giornate Europee del Patrimonio 2018Non può non mancare il Parco archeologico del Colosseo nell’elenco di quei siti culturali che offrono un ricco calendario di eventi, iniziative, visite guidate e aperture straordinarie.

Dalle 12 alle 18 di sabato 22,  sarà possibile partecipare a visite guidate ed accedere a settori di monumenti abitualmente chiusi al pubblico tra cui lo Stadio della Domus Flavia, le Arcate Severiane, la Scuola degli Araldi.

La serata di sabato culminerà con il concerto “Il Ponte del Dialogo. Suoni e canti tra le sponde del Mediterraneo” presso la Basilica di Massenzio con biglietto simbolico al costo di 1 euro (dalle 20.00, ultimo ingresso 21.15).

Il 23 settembre, invece, sarà possibile ammirare il patrimonio pittorico e architettonico della Chiesa di S. Maria Antiqua, che per l’occasione resterà eccezionalmente aperta anche di mattina, con acquisto di biglietto ordinario per accesso al Foro Romano-Palatino.

Giornate Europee del Patrimonio 2018Fuori dal centro storico, l’Area Archeologica dell’Appia Antica offre molte iniziative per il weekend delle Giornate Europee del Patrimonio: visite guidate gratuite all’area della Villa dei Sette Bassi, eccezionalmente aperta per l’occasione o l’area di Capo di Bove dove, la sera del 22, ci sarà una performance musicale dal titolo Il salotto buono. Dal romanticismo al tango. Una combinazione vincente di musica, natura e archeologia.

Le visite in programma in tutta Italia sono davvero tante, qui vi lasciamo un elenco completo delle iniziative. Fateci sapere a quale evento parteciperete!

Per seguire e partecipare all’iniziativa possono essere usati gli hashtag: #GEP2018 #artedicondividere #EuropeForCulture

Giulia Chellini

Silenziosa scrutatrice, appassionata di arte e restauro; spesso sogno ad occhi aperti il mondo come dovrebbe essere per dimenticare il mondo come è..ed intanto perdo l’autobus. Fotografo dettagli insignificanti, cerco quadrifogli nei prati e parlo con i gatti. Penso che lo scopo della vita sia racchiuso nella parola “scoprire”: luoghi, cose e persone.
Giulia Chellini

Leave a Reply

Your email address will not be published.