HELP: Matrimonio da organizzare, istruzioni per l’uso!

Grazie a Nozze d’Incanto ora abbiamo tutte le Istruzioni per l’uso! Ecco tutti i nostri consigli e le aziende che abbiamo incontrato e che vi consigliamo.

Appurato che il vostro futuro sposo è l’uomo giusto per voi, non rimane che armarsi di buon gusto e pazienza, e organizzare i preparativi del vostro matrimonio. Preparate un vademecum con le cose da fare e cercate di stabilire una tabella di marcia per evitare stress e litigi. Fissata la data del vostro matrimonio è giunto il momento di scegliere la location, l’abito, le partecipazioni, le bomboniere, i fiori, le foto e il viaggio, senza trascurate di fare una lista di nozze e di pensare ad un corredo per non ritrovarvi ad avere duplicati di oggetti e dover correre da Ikea a comprare le tazze per la colazione…

Da Nord a Sud l’usanza del corredo è ancora molto attuale, ma come ogni tradizione relativa al matrimonio, col passare del tempo ha subito delle trasformazioni.

Se infatti all’inizio del Novecento le famiglie delle coppie che decidevano di sposarsi, stipulavano un contratto, nel quale si concordavano la dote e il corredo della sposa; col tempo, grazie anche all’abolizione di questo obbligo, sancito nel 1975 dal Nuovo Diritto di Famiglia, questo uso è diventato una semplice scelta di praticità.

Ai lenzuoli di lino e alle tovaglie ricamate a mano, custoditi nei bauli di legno per le bambine di una volta, le donne di oggi hanno preferito un corredo più snello, fatto di capi in cotone adatti ai lavaggi frequenti e ad uno stiro veloce. La mancanza di tempo e di spazio nelle case, non impedisce tuttavia di scegliere biancheria di qualità e di stile, come quella prodotta dall’azienda Angelini di Milano, www.angelinimilano.it che da trent’anni garantisce ai clienti una sartorialità ed una creatività che fanno onore al made in Italy. Qui potrete trovare tutte le gradazioni di colore e tutti i tessuti di qualità, tra cotone, lino, raso o seta, e tanti marchi di eccellenza. Addirittura puoi scegliere con quali lenzuola svegliarti al mattino o avvolgerti dopo un bel bagno, così come quale tovaglia adornerà la tua tavola inserendo tutti i capi che ti piacciono nella lista nozze! Quindi, se stai per iniziare una nuova vita, iscriviti alla “lista dei tuoi desideri”!

A proposito di tessuti si possono “vestire” anche gli Album su misura! C’è infatti l’Azienda Perego Album www.peregoalbum.it (storica azienda nata nel ’71) che li produce da matrimonio e da raccolta, con una ricerca estetica che  si contraddistingue in ogni nuova collezione, attraverso una continua evoluzione stilistica e di materiali di prima qualità, che variano dal cuoio pieno fiore o nabuk, ai nuovi pellami nei colori moda. Ma quelli che mi hanno colpito di più sono stati quelli dalle copertine in legno intagliate a mano, carte e tessuti, fino a quelli più originali e nuovi modelli con applicazione di strass e cristalli.

Le coppie di adesso sono molto esigenti e attente alle tendenze del momento e vogliono che il loro appartamento rispecchi a pieno i loro gusti e le mode dei nostri tempi.

Dal romantico, all’etnico, dal vintage al moderno è importante dare alla casa un unico stile. Per impreziosirla potete pensare ad una lista di nozze esclusiva e di qualità, come quella garantita dalle marche di Borla, http://www.borladal1890.com/ che dal 1890 offre prodotti di design e oggetti di grande stile, come i bicchieri di baccarat, le porcellane di Copenaghen e i piatti di Rosenthal. Inoltre a settembre è nata una iniziativa che si chiama “Arreda e Progetta” che consiste nella collaborazione di Borla dal 1890 con lo Studio L’AB, nella persona dell’architetto Stefano Bazzini, che si mette a disposizione della clientela per consulenze tecniche nell’ambientazione di complementi d’arredo, illuminazione, oggettistica e arredo tavola. E trovo che questo sia veramente il consiglio più pratico! Perchè arredare casa è la parte più importante dopo il sì.

Il livemotiv del matrimonio 2016 è all’insegna del minimal chic, tutto deve parlare degli sposi con sobrietà ed eleganza. Le tendenze dei colori di quest’anno sono le tonalità pastello come il rosa, il glicine, il giallo, il tiffany (verde acqua) e l’oro.

A proposito di colori la tinta dell’abito da sposa deve essere il motivo dominante per la scelta delle decorazioni e delle partecipazioni del matrimonio. Le partecipazioni vengono fatte a mano con caratteri grafici antichi, richiamando alla memoria la scrittura delle lettere d’amore degli amanti di una volta. Ed è stato bellissimo conoscere chi lo fa di persona come Laura Mazzetti della Weedding Lettershttps://www.facebook.com/The-Wedding-Letters-di-Laura-Mazzetti-366331543482184/

Protagonista dei vestiti delle spose è ancora una volta il pizzo, che ritorna come tradizione da telaio, come quelli di Annagemma Lascari per l’Atelier Lascari www.atelierlascari.com.  Il ricamo  quindi torna elemento delicato e senza tempo che rende gli abiti ancora più pregiati.

Così come abiti dal prezioso gusto vintage, rigorosamente sartoriali, volutamente non griffati, di un’epoca compresa tra gli anni 60 e gli anni 80. Questa è la fonte a cui MauroCarlo attinge per dare vita a un progetto creativo che culmina in pièces uniques, pezzi unici e irripetibili perché nascono da abiti con una storia da raccontare per uno stile ed una sensibilità nuova che reinterpreta le forme in un moderno appeal: www.maurocarlo.it

Lo sposo perfetto è vestito di blu e porta il tait, ed è noto che le sartorie napoletane siano impareggiabili, e tra queste sicuramente ci ha colpito Mattia Pisano  www.sartoriapisanomattia.it.

Tra le ultime tendenze ha preso piede l’usanza di fare dei pranzi e delle cene con menù originali, in uno stile classico o più informale e dinamico che lascia liberi gli invitati e gli sposi di festeggiare con più naturalezza. Ma per una bella location e l’arte dell’arredo della tavola, ma soprattutto un servizio ineccepibile e con gusto, mi rivolgerei a LeBlanc ed ai preziosi consigli di Angelo Valentino: http://www.leblancbanqueting.it/.

Da non dimenticare l’eleganza creativa delle proposte del Caffè Scala, istituzione milanese nel suo bellissimo Palazzo Bovara.

Ma se il ricevimento ha mutato forma, la torta ha mantenuto la propria solennità e spettacolarità. Nessuno sposo rinuncia infatti ad una wedding cacke colorata e decorata con fiori o frutta, e ad un taglio della torta in grande stile. Le più creative le ho viste da Design a Cake www.designacake.it

Arrivati alla fine dei preparativi, qualunque siano i vostri gusti e le vostre aspettative, non rimane che rilassarvi e godervi la giornata che avete tanto sognato; perché a tutti piace sentirsi almeno per una volta belli e importanti come Grace Kelly e il Principe Ranieri di Monaco.

HELP! Matrimonio da organizzare…Istruzioni per l’uso

HELP: Matrimonio da organizzare, istruzioni per l'uso!

Francesca Di Ruzza

Mi chiamo Francesca Di Ruzza sono nata a Roma, mi sono laureata in lettere all’Università “La Sapienza”, sono giornalista professionista dal 2010, ho collaborato con la Radio Vaticana, la Sala Stampa vaticana e il CTV (Centro Televisivo Vaticano). Ho scritto per diverse testate tra le quali la Rivista San Francesco d’Assisi ed Europa. Attualmente collaboro con l’Università LUMSA. La mia linfa vitale sono il cinema, il teatro, l’arte, la scrittura e le buone letture. Amo cucinare, viaggiare e cucire. Mi riconosco a pieno in questa frase di Oriana Fallaci: “Cultura significa anzitutto creare una coscienza civile, fare in modo che chi studia sia consapevole della dignità.
L’uomo di cultura deve reagire a tutto ciò che è offesa alla sua dignità e alla sua coscienza. Altrimenti la cultura non serve a nulla”.
Spero che i lettori rimangano piacevolmente colpiti dai miei articoli.
Francesca Di Ruzza

Latest posts by Francesca Di Ruzza (see all)

Leave a Reply

Your email address will not be published.