H&M Beauty

H&M Beauty

Quando ancora in Italia non era arrivato scalpitavo e mi lamentavo di quanto fosse ingiusto non poter fare shopping nella mecca dei prezzi stracciati.
Poi arrivò a Milano, accendendo le mie speranze, e infine ora è davvero in tutta Italia.
Non so se sono io ad essere cresciuta, o se averlo ogni giorno a disposizione lo ha reso meno desiderabile, fatto sta che da un po’ di tempo a questa parte, ho smesso di essere fan di H&M. Se è vero che per comprare magliettine basic è il luogo ideale, è altrettanto vero che quando rientrerete a casa con la vostra enorme borsa quasi tutto finirà nel dimenticatoio.
Io perlomeno faccio sempre così: entro alla ricerca di quell’accessorio carino, che riprende le moda del momento ma a prezzo basso, lo trovo e poi mi metto a curiosare. A osservare capi che non sono affatto il mio genere, a immaginarmi con un look diverso dal mio e a pensare: “ehi… ma che carino, perché non cambiare stile?” E mi dirigo in cassa con qualche camicia e altri indumenti che io non metto mai. Nonostante le braccia cariche di roba spendo sempre cifre basse e me ne vado a casa convinta di aver fatto un gran affare. Sì come no. Ma se io certi vestiti non li metto mai, se appunto non sono il mio genere perché mai dovrei iniziare ora? Non li indosso non perché costano troppo, ma perché, appunto, non fanno parte del mio stile!
Poi certo ci sono le eccezioni, per cui un occhio vale sempre la pena buttarlo, ho anche io qualche capo della casa di moda svedese che indosso con piacere, ma la maggior parte sono appesi nell’armadio con ancora il prezzo attaccato.

Cosa salvo? Gli accessori appunto, e la linea di make up.
Ero scettica da morire, H&M non è esattamente sinonimo di qualità per cui temevo fossero prodotti scarsi sia come resa, sia come sensazione sulla pelle.
Piacevole sorpresa: troverete pochi prodotti ma buoni. I migliori in assoluto sono i blush, molto scriventi, e gli smalti, disponibili in tantissimi colori e dalla buona coprenza.
Unico neo: qui in Italia i prodotti non si possono provare per cui i colori di ombretti, blush e co. sono da scegliere solo guardando la confezione. Visti i prezzi, bassissimi, credo una prova si possa fare.
Non mancano prodotti per gli occhi: diversi mascara, tutti molto validi, qualche eyeliner e delle ottime matite.
Di certo non sono ecobio, ma questo vale anche per moltissimi prodotti di marche costose, e non so se siano testati su animali.

Da qualche tempo ci sono anche accessori come pennelli, piegaciglia, spugnette ecc., certo non possiamo aspettarci la qualità di un pennello Mac ma devo dire che sono morbidi e fanno il loro lavoro.
Attenzione però: non affezionatevi troppo ai prodotti, alcune sono collezioni temporanee, e non sempre si ritrovano.
Mentre esploro nuove alternative low-cost fatemi sapere cosa ne pensate di questi prodotti!

 

Maria Letizia Tega

Sono una maniaca, nella peggiore accezione del termine, di make-up, cosmetici e profumi.
Ho astucci, scatole, ceste e cassettiere pieni di ombretti, blush, matite, terre, primer, creme e rossetti di ogni colore, poi finisco per truccarmi sempre allo stesso modo.
Bolognese trapiantata a Milano, ho portato la mia esse spessa e la mia zeta mancante qui in cerca di fortuna dopo la laurea in storia dell’arte, ma ancora sogno di guadagnarmi da vivere con la mia passione più grande, la politica.
Maria Letizia Tega

Latest posts by Maria Letizia Tega (see all)

Leave a Reply

Your email address will not be published.