Ieri al concerto di Franco Battiato e Alice

Franco Battiato e Alice di nuovo insieme in concerto al Teatro EuropAuditorium ieri e oggi  con due date già sold out da tempo. Dopo aver debuttato il 13 febbraio a Carpi, il Battiato e Alice Tour arriva finalmente  a Bologna: i due artisti, accompagnati dall’Ensemble Symphony Orchestra diretta da Carlo Guaitoli.

Ieri sera timidamente entro al cospetto di un concerto al quale non ho mai partecipato, è la prima volta che godrò di Franco Battiato e Alice dal vivo e sono mossa dalla curiosità e dalla certezza di essere di fronte ad uno spettacolo eccezionale. Sono certamente più votata a capolavori come “Povera Patria” e “La canzone dei vecchi amanti” (straordinaria e commovente) che a ” L’era del cinghiale bianco” che non ho mai amato particolarmente. Ho sempre preferito la parte più intimista di Franco Battiato rispetto alla produzione più “moderna” se posso definirla in questo modo. Accompagnato da una suadente Alice ancora afflitta da una brutta influenza che l’ha costretta ad abbreviare il repertorio.
Alice ha, comunque, affrontato il pubblico con una voce non troppo penalizzata e ragalandoci, finchè ha potuto, brani del suo amato repertorio, anche quelli che hanno accompagnato la cantante nelle prime collaborazioni con Battiato come “Per Elisa” e “Il vento caldo dell’estate”.
Finalmente arriva il duetto con il maestro Franco Battiato con “La realtà non esiste” e “Prospettiva Nevskj” e la platea sembra dirigerli insieme al maestro Guaitoli, che guida un’orchestra, a mio avviso, fantastica e che trova nella sezione archi un’espressione celestiale.
Il concerto diviso in parti diverse ma comunicanti tra loro, viene a rinnovarsi un’intesa artistica profonda tra due anime affini nella celebrazione di un legame che è rimasto solido anche quando i rispettivi percorsi non si sono incrociati direttamente. Un viaggio doppio iniziato nel tempo e ora fotografato nelle altezze del divenire. Quello di Battiato per Alice nei primi anni ’80 è stato qualcosa che è andato oltre al mero lavoro di Produzione e collaborazione: il maestro catanese ha infatti colto e valorizzato in quella fase le corde espressive e compositive della cantautrice di Forlì che poi ha continuato il proprio percorso artistico raggiungendo sempre nuove tappe musicali. Alice è reduce da “Weekend”, il suo ultimo album uscito nel 2014, mentre Battiato ha pubblicato la retrospettiva “Le nostre anime” come a voler ripercorrere e rileggere da inediti punti di vista quarant’anni di carriera, non solo musicale, con la versione estesa in cofanetto che affianca a canzoni e brani i suoi film e la trasmissione televisiva “Bitte Keine Reklame”
Due tappe a Bologna con sold aut annunciati dove io ho avuto la fortuna di essere ospite del Teatro Europauditorium.
Spero così di trasportarvi un tantino di poesia attraverso le mie foto in particolar modo per chi non potrà essere presente stasera o nelle prossime date che li vedranno in tour nelle città italiane.

Teatro EuropAuditorium

December Sevens Duemila Srl
P.zza Costituzione, 4
40128 Bologna

www.teatroeuropa.it

Copyright Robin T Photography 2016

battiato_alice

Roberta Tagliaferri

In arte Robin T, ho imparato questo mestiere da un grande fotografo londinese ma la passione e l’arte di catturare l’attimo infinito, un’espressione profonda, sono frutto di un naturale talento artistico. Fotografare è un modo di vivere e di comunicare; diceva qualcuno “Se passa un giorno in cui non ho fatto qualcosa legato alla fotografia, è come se avessi trascurato qualcosa di essenziale. È come se mi fossi dimenticato di svegliarmi”.
Roberta Tagliaferri

Leave a Reply

Your email address will not be published.