Il genio di Edward Hopper da oggi al Complesso del Vittoriano

Il genio di Edward Hopper da oggi al Complesso del Vittoriano

ROMA – Ha narrato storie. Ha fermato l’attimo. Ha cristallizzato il tempo. Si potrebbe riassumere così la straordinaria opera di Edward Hopper (1882-1967), pittore e uomo taciturno e schivo, amante degli orizzonti di mare e della luce chiara del suo grande studio. “Se potessi dirlo a parole, non ci sarebbe alcun motivo per dipingere”.

E se siete appassionati da sempre di colui che è chiaramente uno dei più popolari e noti artisti americani del XX secolo, non potete perdervi la nuova mostra a lui dedicata al Complesso del Vittoriano, ala Brasini.

La rassegna, dal titolo Edward Hopper, dopo il grande successo di Bologna di cui vi consigliamo la lettura di: Edward Hopper a Bologna, arriva nella capitale dal 1 ottobre 2016 fino al 12 febbraio 2017.

Uno stile personalissimo quello di Hopper, imitato non solo dai pittori, ma anche dai cineasti e dai fotografi. La sua evocativa vocazione si è sempre rivolta verso un forte realismo, sintesi della visione figurativa, combinata con il sentimento struggente e poetico che l’artista percepiva nei suoi soggetti. Diceva: “non dipingo quello che vedo, ma quello che provo”.

Dagli acquerelli parigini ai paesaggi e scorci cittadini degli anni 50′ e 60′, l’esposizione curata da Barbara Haskel – curatrice di dipinti e sculture del Whitney Museum of American Art – in collaborazione con Luca Beatrice, attraverso più di 60 opere, tra cui celebri capolavori come South Carolina Morning (1955), Second Story Sunlight (1960), New York Interior (1921), Le Bistro or The Wine Shop (1909), Summer Interior (1909), interessantissimi studi (come lo studio per Girlie Show del 1941) celebra la mano di Hopper, superbo disegnatore: un percorso che attraversa la sua produzione e tutte le tecniche di un artista considerato oggi un grande classico della pittura del Novecento.

Vi ricordiamo infine che la mostra Edward Hopper è realizzata sotto l’egidia dell’Istituto per la Storia del Risorgimento, in collaborazione con l’Assessorato della Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, prodotta e organizzata da Arthemisia Group in collaborazione con il Whitney Museum Art di New York.

INFO

COMPLESSO DEL VITTORIANO, ALA BRASINI

Via di San Pietro in Carcere,
00186, Roma

+39-06 87 15 111

BIGLIETTI

Intero € 14,00 (audioguida inclusa)

Ridotto € 12,00 (audioguida inclusa)

 

Daniela Ferro

Daniela Ferro legge, scrive, ascolta ma soprattutto annusa. Appassionata di rose e di fragranze vive con 2 gatti, 3 conigli, due tartarughe, oltre 400 piante di rose che conosce e coltiva personalmente nonché un imprecisato numero di bottiglie di profumo.
Daniela Ferro

Leave a Reply

Your email address will not be published.