Il Salone Internazionale del Libro di Torino, trentesima edizione

Il Salone Internazionale del Libro di Torino, trentesima edizione

TORINO – Il Salone Internazionale del Libro di Torino spegne trenta candeline. Oltre il confine è il titolo della celebre rassegna editoriale che Lingotto Fiere ospita dal 18 al 22 maggio 2017.

A vent’anni di distanza dal giorno in cui dichiarava, agli avventori del Salone, nel lontano maggio 1997, che mai più avrebbe scritto dei Malaussène, Daniel Pennac torna con un coup de théâtre da maestro e, in vista del lancio italiano de Il caso Malaussène, racconterà il nuovo capitolo del ciclo di Belleville.
Lo scrittore e attivista cileno Luis Sepúlveda, che narrò l’insolita storia della Gabbianella e del Gatto che le insegnò a volare e la coraggiosa resistenza delle Rose di Atacama, si confronterà con la collega argentina Elsa Osorio discutendo alcune tra le pagine più buie della storia sudamericana di cui l’autrice scrive in Doppio Fondo.
Nel corso dell’appuntamento Vivere per qualcosa, Sepúlveda incontrerà anche Carlo Petrini in “un dialogo a due voci sull’ urgenza di questioni sociali come lo sviluppo sostenibile, l’attenzione all’ ambiente, le politiche di solidarietà, presupposti alla ricerca della felicità”.

Annie Ernaux e Daria Bignardi indagheranno il tema della scoperta della sessualità partendo dalla protagonista de Memoria di ragazza, opera recente della stimata scrittrice francese, e dagli anni in cui, adolescente e impacciata, si apriva al sesso, alle prime inquietudini amorose, passando attraverso i disturbi alimentari e la sete di libertà.
Dacia Maraini, Concita De Gregorio, Susanna Tamaro, Lidia Ravera, Milena Agus, Chiara Gamberale per scrivere e parlare al femminile.
Milo Manara, Zerocalcare, Leo Ortolani, Giacomo Bevilacqua e Daniel Cuello per la letteratura quando diventa fumetto.
Ed ancora lo scrittore indiano Amitav Ghosh con la lectio magistralis Il cambiamento climatico e l’impensabile; il premio Pulitzer Richard Ford che dialogherà con Sandro Veronesi; Roberto Saviano, Alicia Giménez-Bartlett, Elena Ferrante, il caso editoriale più eclatante degli ultimi tempi; Alessandro Baricco che, insieme a Francesco Bianconi dei Baustelle, realizzerà uno spettacolo, un reading dedicato a Furore, il romanzo dello scrittore statunitense John Steinbeck, premio Nobel per la letteratura nel 1962.
Sono queste solo alcune delle firme illustri che comporranno la squadra dei fuoriclasse della trentesima edizione de Il Salone Internazionale del Libro di Torino.

45 mila metri quadri di superficie espositiva; circa 11 mila metri quadri commerciali; 424 titolari di stand, cui si aggiungono i 9 stand dei progetti speciali; 1.060 case editrici; 1.200 appuntamenti dislocati in 30 sale; 10 fra case discografiche ed editori musicali; 12 spazi regionali: Piemonte, Toscana (regione ospite), Basilicata, Calabria, Friuli, Lazio, Marche, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e Valle d’Aosta, oltre all’ area di Matera 2019, e ai tre stand internazionali di Cina, Romania e Marocco, che insieme accolgono altre 300 realtà editoriali dei loro territori.
Sono invece i numeri che la kermesse conta quest’anno.

Un festival internazionale della cultura. Una gigantesca vetrina bibliofila. La più grande libreria italiana nel mondo.

Nasce nel 1988, dall’intuizione del libraio Angelo Pezzana e dell’imprenditore Guido Accornero, e, inaugurato dal poeta russo Josif Brodskijpremio Nobel 1987 – il Salone Internazionale del Libro di Torino è promosso dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura di cui Massimo Bray è Presidente.
Oltre il confine è il titolo, fortemente evocativo, scelto per questa occasione e illustrato con abilità e perizia da Gipi, nell’immagine guida. «L’immagine dell’edizione numero trenta è un libro che scavalca un muro: non è, chiaramente, di questi tempi, un’immagine neutrale. Non è un’immagine oleografica, perché la cultura – per chi la intende come la intendiamo noi – non è un oggetto da mettere in vetrina ma una forza viva, trasformativa, che modifica il paesaggio circostante, che qualche volta cambia addirittura le carte in tavola, o le regole del gioco, che non ti lascia come ti aveva preso, che ti consente di fare esperienza» dichiara il direttore Nicola Lagioia, premio Strega 2015 con l’opera La ferocia, pubblicata da Einaudi.

Ed è proprio spingendosi oltre il confine, come spesso accade col coraggio di chi osa valicare i muri e le barriere, che gli avventori del Salone potranno scoprire il vero volto degli Stati Uniti, attraverso la sezione Another side of America; conoscere donne che stanno cambiando il mondo, protagoniste di Solo noi stesse, o l’Italia che non si arrende, l’Italia che risorge dalle macerie del terremoto e si edifica, ospite della programmazione Il futuro non crolla; esplorare gli spazi di Gastronomica o lasciarsi incantare dall’arte e dalle illustrazioni dei grandi maestri con Match. Letteratura vs Arte; potranno confrontarsi con la letteratura di frontiera dei Romanzi Impossibili e farsi trasportare dalle sonorità dello spazio Music’n’Books; sperimentare la pace, la quiete de L’isola del silenzio; iniziare i propri figli all’amore per i
libri, grazie al Bookstock Village; celebrare il talento visionario di J.R.R. Tolkien e Stephen King. A questo proposito, la sera del 20 maggio, fra le mura del Borgo Medioevale del Valentino, si terrà una festa in costume accompagnata dal concerto di Arturo Stalteri con musiche ispirate a Il Signore degli Anelli. E per i fedelissimi
lettori del genio assoluto del genere horror, venerdì 19 maggio, il Salone prevede un lungo omaggio condotto da Giovanni Arduino – scrittore, traduttore e conoscitore di King – e da Loredana Lipperini. Tra testimonianze, musiche, filmati, fumetti e cosplayer, sei scrittori leggeranno le pagine che più amano.

Alle ore 20 il Salone Internazionale del Libro cala il sipario e, dai padiglioni di Lingotto Fiere, si sposta sull’intero territorio cittadino, entrando in scena con il Salone Off.
150 i luoghi e le location del bellissimo capoluogo sabaudo che ospiteranno le numerose iniziative culturali, come quelle occupate dal programma esterno di Festa Mobile: la mongolfiera di Piazza Borgo Dora, ad esempio, sulla quale salirà una nutrita schiera di scrittori e di lettori impavidi per leggere, letteralmente ad alta quota, capolavori come Il giro del mondo in 80 giorni o Viaggio al centro della terra; oppure il Sommergibile Andrea Provana al Parco del Valentino, attraccato alle rive del Po, per i lettori acquatici di Ventimila leghe sotto i mari; il Museo Egizio, invece, non poteva che ospitare la lettura di Omicidio sul Nilo di Agatha Christie, la scrittrice di gialli che, con le avventure dell’investigatore belga Hercule Poirot e dell’acutissima Miss Marple, ha tenuto col fiato sospeso milioni di persone.
L’area dell’Ex-Incet è stata adibita a villaggio notturno e farà da cornice ai concerti serali. Fra gli eventi fuori sede anche le Narrazioni Jazz organizzate con la Città di Torino, il cui concerto della serata di mercoledì 17 maggio all’ Auditorium del Lingotto inaugurerà il Salone con Jass. Ovvero quando il jazz parlava siciliano (accesso gratuito con possibilità di prenotare il ticket a 5 euro).

Le sale del Museo Carpano di Eataly saranno la sede dell’ International Book Forum, l’area professionale per la compravendita dei diritti editoriali all’interno della quale 370 operatori dell’editoria realizzeranno contrattazioni e appuntamenti commerciali. Book to Screen è, invece, la sezione che Ibf dedica alle produzioni televisive, cinematografiche e new media. Da Fox a Netflix, da Mediaset ad Amazon Studio saranno a Torino dal 18 al 20 maggio per individuare contenuti interessanti da acquistare e trasformare in film, fiction, prodotti destinati al grande e al piccolo schermo e al web.

Un Salone Internazionale del Libro in piena forma, dunque, con un calendario di eventi fittissimo ed entusiasta, che è possibile consultare nel dettaglio sul sito ufficiale del Salone del Libro.

Buon viaggio Oltre Confine.

INFO

Data della manifestazione: da giovedì 18 a lunedì 22 maggio 2017.

Sede della manifestazione: Lingotto Fiere, via Nizza 280 – 10126 Torino (I)

Orari: tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00. Dopo le 20.00 il Salone diventa Salone Off e continua con incontri, concerti ed eventi in tutta la città.

Servizi. Padiglioni 1-2-3-5: infopoint, distribuzione programmi e mappa.

Servizi presenti: bar, ristoranti, bookshop, bancomat, edicola.

Copertura Wi-Fi: Fastweb, sponsor tecnico della 30a edizione del Salone Internazionale del Libro, ha realizzato un collegamento a banda ultra larga in fibra ottica, che fornirà per tutta la durata della manifestazione copertura wi-fi gratuita e di ultima generazione agli espositori, ai visitatori, agli ospiti e relatori.

Punti food: disponibilità di prodotti per chi ha esigenze alimentari specifiche, come celiaci e vegetariani.

Area Famiglie. Padiglione 5: nursery gratuita per bambini dai 4-10 anni con personale specializzato plurilingue, noleggio gratuito fasce per trasporto bambini, area poppata e fasciatoio, parcheggio passeggini.

Al Salone non ci sono barriere architettoniche.

Sono benvenuti i cani al guinzaglio.

Antonia Storace

Ho dipinto di bianco una delle pareti di camera mia e, simile ad una giunonica tela, le ho affidato un pezzo della mia storia. Ora, sul suo perlaceo candore, una scritta vestita di nero contrasto danza come fosse sospesa nel vuoto: “La scrittura è stata la mia fonte della giovinezza, la mia puttana, il mio amore, la mia scommessa” (C. Bukowski).
Scrivere è il mio verbo all’infinito. Il mio infinito in un verbo: un destino che ti porti addosso, ti abita la pelle e dal quale non puoi fuggire.
Antonia Storace

Leave a Reply

Your email address will not be published.