I sogni lucidi di International Talent Support 2014

I sogni lucidi di International Talent Support 2014

L’11 e 12 luglio Trieste ha ospitato ITS 2014, tredicesima edizione di International Talent Support, la piattaforma creativa dedicata alla ricerca del talento e al supporto dei giovani creativi di tutto il mondo, ideata e sviluppata dall’agenzia EVE, presentata da OTB (Diesel, Maison Martin Margiela, Marni, Viktor&Rolf, Staff International) insieme ai main partners DIESEL,YKK, SWATCH e SWAROVSKI. Questa è stata la 13esima edizione di un progetto che va oltre il mero concorso di giovani promesse: un vero festival creativo, dall’abbigliamento agli accessori, che gioca sulla sperimentazione.
2-Diesel-AwardTema di quest’anno: lucid dreams, sogni lucidi. Le quattro aree di concorso ITS FASHION, ITS ACCESSORIES, ITS ARTWORK e ITS JEWELRY hanno presentato alle quattro giurie di esperti del fashion, della storia del costume, dell’arte e dello spettacolo 40 progetti, 10 per ciascuna area, offrendo un montepremi totale di quasi 100.000 euro ed un ampio spettro di opportunità lavorative.
Dalle 280 scuole internazionali coinvolte nell’edizione 2014 appena conclusasi, è uscita una rosa di vincitori.
Vince il “Fashion collection of the year” di 15mila euro e il premio Vogue Talents, la collezione di Katherine Roberts-Wood, allieva del Royal College of Art di Londra. Le sue sono donne camaleontiche che si muovono in tessuti doppiati e tagliati al laser: grigi e rosa, neri e ciclamino, ricordano la pelle di un animale che può mimetizzarsi o imporsi sugli altri.
Vince il Diesel Award di 25mila euro e i sei mesi di stage da Renzo Rosso, Zoe Waters, con le sue bikers in ecopelle: giacche, trench e giubbotti pronti a stendersi, accorciarsi, sovrapporsi grazie a geometrici giochi di zip.
Il premio di ShowStudio, con la produzione di un film e la vendita nella celebre agenzia londinese di Nick Knight, va alla raffinata riedizione dell’uomo d’affari giapponese di Yasuto Kimura, concentrato di senso di responsabilità e divertissement: tutto grigio e nero, con immancabile camicia immacolata su bermuda o pantaloni fluidi. Mascherine anti-smog, ossessione far-east, coprono l’intera faccia con un gioco di plissè, quasi come in un contemporaneo teatro kabuki.
La Camera nazionale della Moda Italiana, con 2.500 euro e un’internship da Trussardi ha scelto invece gli uomini della slovena Natalija Mencej, ispirata dai camionisti “dekotora”, che divorano l’asfalto con i loro bestioni decorati maniacalmente di neon e vernici. Mascolinità e sensualità, occidente e oriente, in questa collezione pulita, di giacche reversibili che all’interno riproducono le tracce degli pneumatici.
Il Fashion special prize di 5mila euro se l’è aggiudicato l’islandese Anita Hirlekar, maestra di lavorazioni certosine, e il Modateca Award di 3mila euro la tedesca Anna Bornhold, con i suoi maglioni-rifugio oversize.

Cinzia Leggieri

Latest posts by Cinzia Leggieri (see all)

Leave a Reply

Your email address will not be published.