Letizia Battaglia al Maxxi di Roma per pura passione

Letizia Battaglia al Maxxi di Roma per pura passione

ROMA – Si è inaugurata ieri sera al Maxxi in un’affollata Galleria 1, alla presenza del Presidente della Fondazione MAXXI Giovanna Melandri e di gran parte del mondo dell’arte capitolino, la mostra di  Letizia Battaglia,Per pura passione”, un’antologica dedicata all’artista universalmente riconosciuta come la più grande fotografa contemporanea in Italia.

Circa 200 immagini che raccontano un pezzo della storia del nostro paese attraverso lo sguardo di questa donna dal carisma non comune.

In circa quarant’anni di carriera, iniziata negli anni ’70 come reporter allo storico quotidiano L’Ora, prima donna in quel periodo a entrare nella redazione di un giornale, la Battaglia è stata testimone con la sua macchina fotografica di una delle fasi più buie e controverse del nostro Paese, la guerra di mafia, culminata nell’indimenticabile anno 1992.

Molte delle immagini che si ritrovano nel percorso espositivo, a cura di Paolo Falcone, Bartolomeo Pietromarchi e Margherita Guccione, hanno fatto il giro del mondo per il loro valore di testimonianza civile, ma anche per l’intrinseco valore etico, restando saldamente scolpite nell’immaginario collettivo.

Tra le sue foto più famose, quelle delle stragi con i delitti di Falcone e Borsellino, Don Pino Puglisi, Rocco Chinnici, del Generale Della Chiesa e poi gli scatti che sorprendono gli esattori mafiosi Salvo con Giulio Andreotti, poi acquisite agli atti del processo a carico del politico. Da citare anche i ritratti dell’attuale presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, mentre tiene in braccio il fratello Piersanti appena ucciso dalla mafia, e lo storico arresto del feroce boss Leoluca Bagarella, soltanto per citarne alcuni. La fama di Letizia Battaglia diviene presto internazionale come “fotografa della mafia”, tanto da meritare nel 1985 il prestigioso premio americano “The W. Eugene Smith Award”.

Tuttavia la fotografia di Letizia Battaglia è fatta anche di molto altro, ovvero di un racconto unico e appassionato della sua amata Palermo. La città colta nei suoi aspetti più affascinanti e contraddittori, con le sue miserie e con il suo splendore che si ritrova, per esempio, nell’inconsapevole eleganza delle bambine del quartiere popolare della Cala, così come nei ritratti della borghesia e della nobiltà palermitana, protagonista di sontuose feste e ricevimenti.

Il percorso espositivo si arricchisce anche di un lungometraggio “La mia Battaglia. Franco Maresco incontra Letizia Battaglia”, film inedito prodotto dal Comune di Palermo e presentato in anteprima per l’occasione, che chiude la mostra come un intenso percorso narrativo polifonico.

Insomma, da non prendere, davvero emozionante!

LETIZIA BATTAGLIA. Per pura passione
24 novembre 2016 – 17 aprile 2017
MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo
www.fondazionemaxxi.it –

info: 06.320.19.54; info@fondazionemaxxi.it
orario di apertura: 11.00 – 19.00 (mart, merc, giov, ven, dom) |11.00 – 22.00 (sabato) | chiuso il lunedì.

Sofia Li Pira

Avvocato, palermitana di nascita ma romana d’adozione, nella sua attività si occupa prevalentemente di diritto d’autore,dei beni culturali e legislazione dello spettacolo. Scrive di arte contemporanea e fotografia, ma anche di lifestyle, cultura e viaggi.
Sofia Li Pira

Leave a Reply

Your email address will not be published.