Libri, che passione, estate o inverno che sia!

Libri, che passione, estate o inverno che sia!

ITALIA –  Estate 2019: assolata, afosa e straniante. La odio. La lettura è il mio unico sfogo, il mio rifugio, la mia passione. Ho letto svariati libri, ne ho comprati molti di più. Ne elenco alcuni degni di menzione.

Antonello contemporaneo di Vittorio Sgarbi, Skira
Non mi piace Vittorio Sgarbi, ma il fascino della sua cultura è innegabile. Questo libretto di neanche 100 pagine su Antonello da Messina compie una disamina molto interessante sulle opere riscoperte  dopo il Novecento. La scrittura abbastanza asciutta ed in prima persona me lo hanno fatto divorare!

Idda di Michela Marzano, Einaudi
Michela Marzano è una filosofa italiana che non ha bisogno di presentazioni. Autrice di numerosi testi, pubblica Idda nel 2019 con un buon successo di pubblico. La storia narra della necessità di Alessandra, la protagonista, di fare i conti con il proprio passato. “Bisogna attraversare le macerie, recuperare la propria storia, per scoprire che l’amore sopravvive all’oblio.”

L’aula vuota di Ernesto Galli della Loggia, Marsilio
Interessantissimo è il testo di Galli della Loggia, rinomato storico ed editorialista del Corriere della Sera. Si occupa spesso dei problemi della scuola e ci racconta, con penna sapiente ed affilata, come l’Italia che nel Novecento, devastato da due guerre mondiali, era riuscita per prima ad affrontare l’ignoranza nazionale arrivando ad essere una tra le principali economie del mondo, oggi pare abbia abbandonato le proprie responsabilità in tema di educazione. Chi l’ha detto che cambiare sia sempre meglio di conservare?

Controvento di Federico Pace, Einaudi
Si ha davvero la sensazione di viaggiare nel tempo e nello spazio, tra storie tutt’altro che ordinarie, quando si legge il testo di Pace. Molti colori, molte luci, antiche strade che costeggiano il mare e tanti racconti che ci fanno attraversare le vite di grandi protagonisti: da Van Gogh a Frida Kahlo, da Oscar Niemeyer a Joni Mitchell. Il fascino di quell’altrove che non abbiamo mai trovato e che promette forse di lenire il nostro dolore.

Controvento di Federico Pace, Einaudi

Asfissiante cultura, Abscondita
Testo complesso questo tradotto da Giulia Alfieri che racconta, con le parole del grande artista, quanto dell’arte la cultura non sappia nulla, perchè privilegia solo le opere in quanto prodotti che vanno ineluttabilmente a spostare l’interesse su un piano meramente economico, che ne snatura e falsifica il senso recondito.

Vi avevo già parlato dell’artista Jean Dubuffet in occasione della mostra a lui dedicata.

C’eravamo tanto amati, di Elena del Drago, Electa
Per gli inguaribili romantici, il testo della storica dell’arte Elena Del Drago, figlia del noto pittore Francesco, che si esibisce in una carrellata di grandi amori, raccontando, in ventuno storie avvincenti, le vite intrecciate di grandi artisti tra allieve, modelle, amanti. Facendo l’occhiolino al noto film italiano del 1974 di Ettore Scola e attraverso una scrittura semplice e comunicativa, il libro di Elena ci racconta dei tormenti amorosi e delle reciproche influenze di alcuni grandi artisti del secolo scorso.

Rosanna Fumai

Rosanna Fumai, storico dell’arte, curatore indipendente, giornalista. Pugliese doc, ma nata a Milano, vive e lavora a Roma, dove si occupa di arte e restauro da tutta la vita. Sempre in movimento, perennemente in ansia, scrive e collabora con numerose testate. www.rosannafumai.com
Rosanna Fumai

Leave a Reply

Your email address will not be published.