Luca Mosca il 13 Dicembre terrà una lezione-concerto dedicata a Franz Schubert

Un programma all'insegna del romanticismo che accanto a un'estrema perizia tecnica richiede ispirazione e capacità interpretativa all'unisono.

Luca Mosca il 13 Dicembre terrà una lezione-concerto dedicata a Franz Schubert

MODENA – Egli ha, specialmente come compositore per pianoforte, qualcosa in più degli altri autori, e fra questi persino dello stesso Beethoven.
(Robert Schumann parlando di Franz Schubert ne La Musica Romantica, NUE pag. 80)

 

Martedì 13 dicembre alle 21,15  nell’elegante cornice del  Teatro San Carlo di Modena si terrà il secondo appuntamento della rassegna Oggi Concerti, il progetto organizzato e curato dagli Amici della Musica di Modena che propone uno sguardo “contemporaneo” sulle musiche di ogni epoca.

L’occasione è particolarmente interessante poiché è in programma una lezione-concerto di Luca Mosca,  compositore prolifico e molto apprezzato,  raffinato divulgatore, noto al pubblico radiofonico in particolare per le sue seguitissime Lezioni di musica trasmesse con successo su Rai Radio3, ma Luca Mosca è persino un pianista e clavicembalista piuttosto interessante. Nato a Milano nel 1957, Mosca ha studiato presso il Conservatorio della sua città diplomandosi in pianoforte (con Antonio Ballista), clavicembalo e composizione (con Franco Donatoni e Salvatore Sciarrino). Le sue composizioni sono state eseguite in importanti sedi e manifestazioni, quali Radio France, Beaubourg di Parigi, Festival di Strasburgo, WDR di Colonia, nelle stagioni di musica da camera di Londra, Manchester, Rotterdam, Roma, Milano, alla Biennale di Venezia, al Bologna Festival e al Maggio Musicale Fiorentino. Come pianista e clavicembalista ha dato numerosi concerti in Italia e all’estero, eseguendo soprattutto il repertorio del secondo dopoguerra e la propria musica; ha inciso per la CGD l’integrale degli Études di Claude Debussy e musiche di  Liszt, Scriabin, Gershwin. Le sue opere sono pubblicate dalle Edizioni Suvini Zerboni – SugarMusic di Milano.

La lezione-concerto sarà dedicata a due fra le più importanti Sonate pianistiche di Franz Schubert: la fatalistica N.18 in la minore (op.42, D. 845), pubblicata nel 1825, e la magnifica N.23 in si bemolle maggiore (D. 960), l’ultima scritta da Schubert un mese prima della morte, uno dei monumenti della letteratura romantica per pianoforte.

Prima dell’inizio della lezione-concerto, alle 20, 30 si terrà nella Sala dei Cardinali, adiacente al Teatro, un brindisi conviviale per lo scambio degli auguri per le prossime festività, al quale tutto il pubblico è invitato.

Come per tutti gli appuntamenti della rassegna, l’ingresso è gratuito.

Il concerto è realizzato con il contributo finanziario del Comune di Modena, della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, della Regione Emilia Romagna e di BPER Banca.

L’Associazione Amici della Musica di Modena opera senza fini di lucro. Sostegno economico proviene dai contributi di Enti Pubblici e Privati e dalle quote di adesione dei Soci. Tutte le informazioni su contenuti artistici, aspetti organizzativi, modalità di sostegno e di adesione alle attività degli Amici della Musica di Modena sono disponibili all’ingresso della sala.

Per informazioni: tel 3296336877; www.amicidellamusicamodena.it, info@amicidellamusicamodena.it

 

Redazione

In molte redazioni online, spesso, non si conoscono i veri autori degli articoli. MyWhere vuole presentare i suoi collaboratori e far sì che la bellezza della scrittura non racconti solo di viaggi o tecnologia ma anche di quella “mano invisibile” che rende la comunicazione così efficace. Vai alla pagina Redazione per conoscerci.
Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.