Make Money Not Friends e lo streetwear americano

Make Money Not Friends e lo streetwear americano

NAPOLI – Make Money Not Friends, brand napoletano del designer Salvatore D’Amelio, ha presentato il suo lifestyle nella store di Via Morelli dedicando una capsule collection a Barack Obama

Come sempre Napoli si conferma centro vibrante ed attivo nel mondo della moda. Make money Not Friends, noto brand napoletano nato dall’idea del designer Salvatore D’Amelio, ha presentato nella città partenopea, il secondo drop della sua collezione Fall/Winter 2018. Make Money Not Friends è un Viral Brand nato dall’ eccentrica mente del suo designer, inizialmente in vendita solo online. Oggi acquistabile nello showroom Kontainer di Via Carlo Botta a Milano e nello store Michele Franzese in Via Morelli a Napoli.

L’evento di presentazione si è tenuto mercoledì 11 Ottobre nello showroom di Michele Franzese. Una delle location più importanti della città. Spesso infatti all’interno dello showroom, Michele Franzese organizza eventi di moda. Questa volta è un vero e proprio party in stile americano, accompagnato da tanti deejay e buona musica. Special guest IAMDDB, cantante della scena Trap/Rap inglese, arrivata direttamente da Manchester City. La bella cantante afro ha indossato gli abiti del brand cantando la sua più famosa Hit “Shade”.

Napoli si avvicina così al lifestyle americano. Una parte della collezione è dedicata all’immagine dell’ex Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Immagine forte e provocatoria quella che utilizza il designer del brand. Sicuramente un uomo che ha dedicato la sua vita all’accettazione della diversità. Un uomo che ha attaccato e stimolato le menti degli americani. Salvatore D’Amelio decide di dedicargli una capsule collection. Una collezione che non è solo fashion ma anche significativa. Ognuno è libero di leggere un significato diverso. Sembra quasi una sfida o uno stimolo a provocare. Una verità non detta e/o non accettata da tutti.

Ciò che conta è sicuramente il forte messaggio che il brand decide di passare al suo pubblico. Un pubblico che non ha paura di osare e di andare oltre le convenzioni. Così facendo sicuramente Make Money Not Friends è ormai impresso nelle menti di tutti. Il designer ha quindi centrato in pieno il motto del Presidente Yes we can inserendosi in un contesto quanto mai difficile ma allo stesso tempo soddisfacente.

make money not friends

mmnf1

mmnf1

mmnf2

mmnf2

mmnf3

mmnf3

mmnf4

mmnf4

mmnf5

mmnf5

mmnf6

mmnf6

mmnf7

mmnf7

mmnf8

mmnf8

mmnf9

mmnf9

Martina Capuano

“È sempre difficile parlare di se. Preferirei elencare tutti i miei difetti e far scoprire agli altri se di pregi ne ho qualcuno…”

È quello che penso quando mi chiedono di descrivermi.

Eccomi, napoletana di nascita e di animo. Amo la mia città, la caratterialita dei concittadini e lo stile di vita  partenopeo. Laureata in Scienze Politiche ma da sempre portata alle relazioni pubbliche e alla comunicazione. Cerco ogni giorno nuovi stimoli per accrescere il mio bagaglio culturale e allo stesso tempo per imparare a vivere in un contesto sociale che presuppone un carattere forte ma allo stesso tempo onesto.

Martina Capuano

One Response to "Make Money Not Friends e lo streetwear americano"

  1. luigi   27 Agosto 2018 at 15:56

    che baggianate sto personaggio si è preso un brand che non era registrato e lo spaccia per suo ed ovviamente tutti lo seguono come delle capre non sapendo che è solo un impostore senza talento che si reputa designer .

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.