Marcel Wenders: un volo di design

Marcel Wenders: un volo di design

MONDO – Una firma del design internazionale come Marcel Wanders per la progettazione del servizio in-flight del tablewere per KLM. Vi raccontiamo come nasce il progetto. Sicuramente una ragione in più per viaggiare con la Royal Dutch Airlines.

In questi giorni di festa dove ognuno di noi si sposta per raggiungere amici e parenti, o meglio ancora per regalarsi una vacanza, l’aereo rientra nei mezzi di trasporto più gettonato. Il mio volo è breve ed è in Europa, sono molto rilassata e serena ed ho modo di guardarmi in giro ed apprezzare ogni dettaglio. Quando siamo in volo su un aereo, presi dai nostri impegni di lavoro o già completamente immersi nel nostro viaggio di piacere, forse non ci rendiamo conto di quanto sia complessa la progettazione e la realizzazione del design di bordo. È per questa ragione che, quando ci servono il pranzo, il mio sguardo si sofferma sul design. Prendo appunti e guardo ogni dettaglio, per poi reperire tutte le informazioni sulla progettazione di questi accessori. Si tratta delle stoviglie per la cucina in Flight progettate per la prima colazione, pranzo e cena per la compagnia aerea olandese KLM Royal Duch Airlines.

Per avere un’immagine di cosa stiamo parlando, vi presento qui alcuni still life d’autore, creati dallo studio dell’archi-star Marcel Wanders per la presentazione del ricco tablewere KLM.

Chi è Marcel Wanders? Designer di fama internazionale e noto al grande pubblico per la sua Knotted Chair esposta al MoMA di New York.

CI facciamo raccontare direttamente da lui com’è nato questo progetto: “Con la realizzazione di questo servizio da tavola, ho esaudito un mio vecchio desiderio … Infatti, la prima volta che fui invitato, insieme ad altri tre designer, a prendere parte al concorso per la progettazione del servizio in-flight per KLM era il 1989… E oggi, come frequent flyer di KLM, mi è stato anche piuttosto facile trovare il giusto mood per ottemperare all’incarico affidatomi dalle Royal Dutch Airlines: operare, cioè, una radicale metamorfosi sugli elementi del servizio esistente. Con in mano le specifiche linee-guida – ergonomiche, tecniche, economiche e logistiche – necessarie per il nuovo progetto, il servizio da tavola da me disegnato per la World Businness Class di KLM può tranquillamente competere con gli standard qualitativi dei ristoranti al top”.

L’accattivante collezione di tableware appena citata, è alquanto articolata, comprende infatti materiali e merceologie tra i più diversificati: porcellana, vetro e cristallo, lino per i tovaglioli, acciaio per la posateria e materiali di sintesi per i vassoi, il tutto disegnato secondo l’inconfondibile stile, decorato e vagamente bizantino, di Wanders. I nuovi set da tavola hanno oltretutto un peso minore rispetto ai precedenti, contribuendo così a ridurre il peso dell’aereomobile e, di conseguenza, le emissioni di Co2.

Rinnovato il design dei contenitori di cibi e bevande, va da sé che le Royal Dutch Airlines abbiano anche voluto rinnovare il catering, adattandolo adeguatamente alla durata e agli orari dei voli. Così, dopo gli ‘aerei’ menu firmati dagli “astro-chef” Sergio Herman (tre stelle Michelin, vedi Interni 620 dell’aprile scorso, n.d.r.), Jonnie Boer (ulteriori tre stelle Michelin grazie al ristorante De Librije a Zwolle, Olanda) e Mario Ridder (due stelle Michelin con il ristorante De Zwethheul a Schipluiden, Olanda), è la volta di Peter Goossens, che s’è guadagnato tre stelle Michelin grazie al suo ristorante Hof van Cleve, aperto nel ’92 a Kruishoutem (Fiandre).

Goossens spiega che quando crea menu d’alta quota per KLM prende ispirazione da ingredienti tipicamente fiamminghi a cui poi fornisce un “international twist”. Qui vi abbiamo parlato in modo approfondito degli Chef stellati d’alta quota.

Bene, non resta che rilassarsi tra profumi, colori e design assaporando il gusto del lunch servito. In volo coccolata così, tutti i 5 sensi sono soddisfatti. Occhio alle offerte dei voli KLM!

Vi consiglio di provare per credere!

Info Marcel Wanders

 

Marcel Wanders KLM

 

Fabiola Cinque

Napoletana fino alla milionesima generazione (dal 1.400), nobile d’animo ma non più per albero genealogico, viaggiatrice e curiosa delle bellezze e delle stranezze del mondo riporto tutte le mie impressioni attraverso tutti i sensi che abbiamo e che vogliamo usare. Di estrazione e definizione “fondista”. Azzurra di nuoto per tutte le distanze più lunghe e massacranti che vi possono venire in mente. La fatica è il mio karma. Mai nulla regalato, tutto conquistato. La comunicazione e la pubblicità sono la mia anima, la moda la mia vita presente e futura. Vivo in un paese bellissimo dal quale desidero sempre di allontanarmi, per tornare e riassaporare i profumi ed i sapori. La mentalità e l’amore sono anglosassoni, ma d’altronde si sa, i Borboni sono stati dominati dai francesi come gli inglesi e gli spagnoli, quindi le mie origini ed il mio essere è globale, sono bastarda dentro.
Fabiola Cinque

Leave a Reply

Your email address will not be published.