L’Essenziale Anteprima tour di Marco Mengoni

L’Essenziale Anteprima tour di Marco Mengoni

“Amo così tanto la luce che amo la sua totale assenza”. Un istrionico personaggio si racconta, parla di sé, ironizza, diverte e sopratutto canta. Sul palco lui, Marco Mengoni, con una formidabile band che incornicia la sua impagabile voce.

Stiamo parlando del concerto “L’Essenziale Anteprima tour” presentato a Bologna al Teatro Europauditorium.

Dopo la caduta di una garza nera si accende una scenografia che ricorda la skyline di New York, nove colonne di Led si accendono e con il brano “Pronto a correre” ha inizio uno spettacolo tutto da vedere e da ascoltare.
Che Marco Mengoni sia pronto a correre non ci possono essere più dubbi… il suo ultimo lavoro lo ha visto collaborare con nomi pluri affermati della musica italiana come Gianna Nannini, Ivano Fossati, Cesare Cremonini senza tralasciare importanti nomi della musica internazionale.
Il concerto è stato un crescere di emozioni e di ritmi intensi passando per lo swing fino a riff heavy metal nella sua “Dall’Inferno”.
Un Mengoni che porta in scena uno spettacolo più soft del precedente, mescolando la sua follia con una professionalità ormai quasi del tutto acquisita.
Le sue fans, non solo teenagers, lo hanno sostenuto con trasporto, il suo “esercito”, così Mengoni ama chiamare chi da anni ormai lo segue. È stato un lavoro difficile, alla fine direi impossibile, quello della sicurezza che ha cercato di tenere il pubblico lontano dal palco.
Presentando uno ad uno i brani dell’ultimo cd senza dimenticare di regalarci i suoi pezzi più famosi.
Concludendo con un look molto aggressivo che ha letteralmente mandato in tilt la non poca presenza femminile!

E per chi non ha potuto esserci… Il 1 Ottobre, signori si replica…

Essenziale-Marco-Mengoni

All images are protected by Copyright ©Robin T Photography 2013
Used by permission.
All rights reserved.

Roberta Tagliaferri

In arte Robin T, ho imparato questo mestiere da un grande fotografo londinese ma la passione e l’arte di catturare l’attimo infinito, un’espressione profonda, sono frutto di un naturale talento artistico. Fotografare è un modo di vivere e di comunicare; diceva qualcuno “Se passa un giorno in cui non ho fatto qualcosa legato alla fotografia, è come se avessi trascurato qualcosa di essenziale. È come se mi fossi dimenticato di svegliarmi”.
Roberta Tagliaferri

Leave a Reply

Your email address will not be published.