Marco Mengoni vola insieme al suo tour

Marco Mengoni vola sopra i suoi fans tra pannelli di led ed effetti speciali, e vola lontano con il suo tour #MARCOMENGONITOUR2016 e una gallery da non perdere.

Marco Mengoni torna a Bologna con il suo tour per stupirci con effetti speciali, un’Unipol Arena piena di un pubblico che già dalle prime ore pomeriggio si era affollato per riuscire ad accaparrarsi l’agognato parterre sotto palco. E proprio li, arrivando nel pit photo ho dovuto giustificare la mia presenza ad un gruppo di ragazze che quasi minacciose chiedevano: State molto? Ve ne andate subito? D’altronde, chi di noi si è fatto ore e ore di attesa per essere proprio in braccio alla transenna? Le rassicuro…Due brani e poi Marco sarà tutto vostro, sarebbe stato anche difficile per le mie orecchie visti i decibel delle grida. Ma questo è il concerto di Marco Mengoni! Lui l’energia ce la mette tutta e viene ripagato da una folla che lo ama incondizionatamente.
IL tour di Marco Mengoni, “#Mengonilive2016”, segue la pubblicazione dell’album “Le cose che non ho“, seconda parte del progetto “Parole in circolo“. Un palco che strabilia, nel vero senso della parola. Marco appare all’improvviso dentro una sorta di libro che piano piano si apre, il boato e le urla della folla sono come una bomba. Gli effetti speciali e la tecnologia la fanno da padrone, Marco vola sopra i suoi fans insieme a pannelli giganti che si muovono insieme a lui fino a raggiungere uno stage circolare in mezzo al pubblico al centro del parterre ( difficile è il rientro in mezzo alla folla).
Nessuno deluso stasera. Marco Mengoni regala bis e una perla dedicata a Prince “KISS” e poi tutti a casa con gli occhi di tutti i suoi fans che brillano di felicità.

Grazie Studio’s e Live Nation Italia

I prossimi appuntamenti:

Firenze (3 maggio), Genova (4 maggio), Milano (6 maggio), Perugia (10 maggio), Roma (12 maggio), Acireale (15 maggio), Eboli (17 maggio), Livorno (19 maggio) per chiudere questa prima tranche di concerti all’Arena di Verona il 21 maggio.

Copyright Robin T Photography 2016
All rights reserved
Use by permission

mengoni_unipol_2016

Roberta Tagliaferri

In arte Robin T, ho imparato questo mestiere da un grande fotografo londinese ma la passione e l’arte di catturare l’attimo infinito, un’espressione profonda, sono frutto di un naturale talento artistico. Fotografare è un modo di vivere e di comunicare; diceva qualcuno “Se passa un giorno in cui non ho fatto qualcosa legato alla fotografia, è come se avessi trascurato qualcosa di essenziale. È come se mi fossi dimenticato di svegliarmi”.
Roberta Tagliaferri

Leave a Reply

Your email address will not be published.