Sposarsi, sì… ma in 3D!

Sposarsi, sì… ma in 3D!

Nelle mie peregrinazioni tra fiere degli sposi e eventi dedicati al mondo del matrimonio, come aspirante wedding planner, cerco sempre nuove e idee e spunti originali da poter proporre a futuri clienti o ad amiche che sempre più numerose si stanno avvicinando al grande passo. E così durante una di queste fiere, facendo la gincana tra improbabili confettate e wedding cakes che sembrano uscite da un film di Tim Burton, finalmente qualcosa di insolito attira la mia attenzione. Un gruppetto di persone è seduto davanti a uno schermo. Indossano gli occhialini che si usano al cinema per guardare i film in 3D e le immagini che scorrono davanti ai loro occhi, non è difficile da indovinare, sono quelle di un matrimonio. Mi avvicino incuriosita e senza quasi rendermene conto, munita di occhialini, mi trovo catapultata “dentro il matrimonio” di due sconosciuti. Dapprima sono all’uscita della chiesa durante il lancio del riso e dopo un attimo mi ritrovo al ricevimento a bordo piscina, schizzi d’acqua intorno a me e bolle di sapone che mi sembra di poter toccare.

Allo stand mi viene spiegato che da qualche tempo gli studi di produzione che realizzano riprese tridimensionali hanno deciso di utilizzare le tecniche della steriografia anche per il filmato del matrimonio con ottimi risultati. In fase di ripresa stereoscopica 3D del video matrimoniale, tramite la loro troupe e le loro attrezzature, ricercano la massima qualità tecnica possibile per la fotografia, per l’audio, per l’efficacia e la chiarezza di ogni scena, dalla cerimonia al servizio fotografico, al rinfresco, fino al taglio della torta.

L’attrezzatura HD in 3D permette la creazione di video del proprio matrimonio riproducibili sui nuovi televisori 3D. Viene utilizzata una telecamera digitale in grado di effettuare riprese in alta definizione e dotata di doppia ottica per l’acquisizione dei due flussi video Full HD fondamentale per la visione stereoscopica 3D. Questa telecamera 3D utilizza come supporti di archiviazione le memorie a stato solido P2. Gli sposi dovranno però possedere un sistema Home Cinema 3D Full HD che prevede un televisore al plasma e un lettore Blu-ray dedicato per la fruizione di contenuti stereoscopici nativi.

Dopo questa accurata spiegazione provo a ribattere che attualmente quasi nessuno ha in casa un televisore che supporta le immagini tridimensionali. Mi viene quindi risposto che secondo le loro previsioni entro due anni moltissime persone lo possiederanno perché il 3D sarà lo standard del prossimo futuro. E poi non si può non tenere conto del fatto che gli sposi potranno rivivere anche dopo tanti anni le emozioni di quel giorno in maniera vivida e reale, come se fossero ancora lì ed è proprio questa la chiave del successo dei filmati girati con l’effetto profondità.

Io personalmente aggiungerei che oltre ad essere un bel ricordo per i neo coniugi potrebbe anche essere un’ottima idea per rendere meno gravosa e meno noiosa la serata ad amici e parenti costretti solitamente dagli sposi ad interminabili maratone visive di foto e filmati del giorno del matrimonio e del viaggio di nozze!

E voi future spose o aspiranti tali, cosa ne pensate di questa novità: pacchianata o valore aggiunto al vostro matrimonio?

Sara Di Paola

Fin da quando ero bambina si diceva che in me convivevano due lati opposti: seria e quasi timida a scuola ed estroversa nella vita privata. Questa mia seconda caratteristica l’ho applicata a due attività che potessero esprimere al meglio la mia vena artistica e il mio amore per lo spettacolo: il ballo, ma soprattutto, il teatro che, dopo tanta gavetta, mi ha portato a diventare attrice professionista e mi ha permesso di trasformare un hobby in un secondo lavoro. E se è vero che si comincia un po’ a morire nel momento in cui cala il fuoco di ogni nostra passione, il mio non si è ancora spento e così passo la mia settimana destreggiandomi tra lavoro, amici, fidanzato, ballo e teatro in un incastro perfetto…o quasi!
Sara Di Paola

Leave a Reply

Your email address will not be published.