100 anni per Mondrian ed il Dutch Design

100 anni per Mondrian ed il Dutch Design

OLANDA – Il 2017 è l’anno dedicato al tema Da Mondrian al Dutch Design con un ricco calendario di eventi per celebrare il centenario.

Nel 2017 si celebrano in Olanda i 100 anni del movimento De Stijl (in inglese “The Style”). In occasione di questo centenario, il paese ha organizzato un vasto e vario calendario di eventi e mostre incentrate sul tema “Da Mondrian al Dutch Design”. Artisti di fama mondiale quali Piet Mondriaan, Gerrit Rietveld e Bart van der Leck fecero parte del movimento De Stijl lasciando la loro profonda impronta sull’arte e sulla realtà del mondo che oggi ci circonda: infatti il concetto di funzionalità e di rilevanza sociale dell’architettura e del design in cui credevano i fondatori del movimento sono ancora insite nel DNA del Dutch Design, conosciuto in tutto il mondo con caratteristiche di un movimento e di una corrente artistica, molto similmente al De Stijl. Infatti l’idea di realizzare un rinnovamento accessibile nella sfera sociale – con ottimismo, ironia e fuori dalle convenzioni – continuano a fungere da fonte d’ispirazione per moltissimi designer olandesi contemporanei quali Maarten Baas, Piet Hein Eek, Joris Laarman e Daan Roosegaarde.

Fondatore della rivista De Stijl fu l’olandese Theo van Doesburg proprio per promuovere la filosofia artistica dell’omonimo movimento mentre Piet Mondrian ne fu certamente l’interprete più rappresentativo: l’utilizzo che Mondriaan fece dei colori primari e delle linee orizzontali e verticali fu adottato da artisti, designer e architetti in opere che spaziano dall’architettura agli oggetti di arredamento, dalla moda alla pubblicità. Il movimento De Stijl ha quindi sortito un forte influsso sull’arte e sul mondo che ci circonda e può tutt’oggi dirsi componente del DNA del rinomato Dutch Design.

Inizia il ricco calendario delle celebrazioni, il Gemeentemuseum de L’Aia con la mostra dedicata a Piet Mondriaan e Bart van der Leck forse i due esponenti più celebri del movimento. Il Museo forte delle oltre 300 opere di Piet Mondrian, è indubbiamente la dimora internazionale di questo artista e con 35 mostre all’anno e 160.000 oggetti d’arte, è uno dei principali musei d’arte dei Paesi Bassi. Immergersi nella più grande collezione esistente di opere di Mondrian significa entrare nel mondo di questo artista e grazie alla mostra entrare più nello specifico nei tre anni di stretta collaborazione dei due pittori nel villaggio olandese di Laren. Grazie alle 80 opere d’arte esposte si potrà non solo approfondire la conoscenza di entrambi gli artisti, ma anche scoprire in che modo si siano influenzati e contestati reciprocamente fino ad arrivare a costruire una solida amicizia.

PIET MONDRIAN E BART VAN DER LECK, 11 FEBBRAIO – 21 MAGGIO 2017
Cosa vedere inoltre al Gemeentemuseum de L’Aia nel 2017?
Piet Mondrian è uno dei maggiori protagonisti dell’arte moderna. Il 2017 offre l’opportunità unica di ammirare la più grande collezione di opere di Mondrian esistente al mondo, riunite in una singola mostra. Il viaggio esplorativo attraverso l’arte intrapreso da Mondrian viene illustrato dalle ben 300 opere in esposizione. Dai verdi paesaggi realistici, ai mulini a vento dai colori accesi, fino alle composizioni astratte con i riquadri rossi gialli e blu, famose in tutto il mondo.

MONDRIAN: UNA RETROSPETTIVA, 3 GIUGNO – 24 SETTEMBRE 2017
Il movimento De Stijl, anche noto come Neoplasticismo, va oltre i dipinti. Gli artisti appartenenti a De Stijl credono in un futuro nuovo e in un mondo migliore. Ma per raggiungere tale obiettivo è necessario progettare nuovamente il mondo intero: dai mobili che ci circondano alle case in cui abitiamo, fino alle città in cui viviamo. Esplora il mondo moderno di progettisti famosi quali Gerrit Rietveld, Piet Zwart e Theo van Doesburg.

MONDRIAN: UNA RETROSPETTIVA, 3 GIUGNO – 24 SETTEMBRE 2017
Info

Ma non finisce qui. Ecco le celebrazioni nel resto d’Olanda:
Una sosta a Leiden e a Drachten permette di conoscere più da vicino il fondatore del movimento, Theo van Doesburg. A Utrecht si può visitare la Casa Rietveld-Schröder e scoprire come Gerrit Rietveld abbia influenzato, con mobili e oggetti d’arredamento, gli interni delle case olandesi mentre ad Amersfoort si può vedere la casa natale di Mondrian. E ancora visitare il museo Kröller-Müller a Otterlo per ammirare le opere di Bart van der Leck, create sotto l’egida di Helene Kröller-Müller e visitare la città di Eindhoven e il suo circondario per vedere come lo spirito del movimento De Stijl viva ancora oggi nelle opere dei designer contemporanei. E, naturalmente, non possono mancare Amsterdam, la località di Winterswijk dove si trova Villa Mondrian e la provincia del Brabante in cui è possibile contemplare le opere di questi e di altri artisti legati al movimento De Stijl e al Dutch Design.

Per un’anteprima degli eventi nel 2017 legati al tema Da Mondrian al Dutch Design visitate il sito ufficiale

Insomma, cosa aspettate? Il ciclo di mostre per il centenario di Mondrian è davvero ricco e imperdibile. Un consiglio? Se avete la possibilità, organizzatevi un viaggetto in Olanda, magari nel periodo di aprile, che coincide peraltro con la tradizionale Giornata del Re, festa sentitissima ad Amsterdam e dintorni. Date un’occhiata alle offerte KLM (cliccate qui) raggiungere le mete più suggestive del mondo non è mai stato così facile ed economico!

mondriaan

Paola De Groot

Moda, design, food, travel, arte e lifestyle nelle pagine della giornalista Paola de Groot. Residente in Olanda e con oltre vent’anni di corrispondenza dall’estero, da vera insider, ci porterà con sè attraverso i suoi racconti e le sue scoperte. Rilassatevi sul divano con il computer bene aperto, si parte!
Paola De Groot

Leave a Reply

Your email address will not be published.