Natale Insieme: a Cori, l’arte dei Madonnari e il 3D Street Art Show

Natale Insieme: a Cori, l’arte dei Madonnari e il 3D Street Art Show

CORI – Sabato 14 e domenica 15 dicembre, per la prima volta nel paese lepino arriva la Scuola Napoletana dei Madonnari con il 3D Street Art Show. Una due giorni da non perdere che rende omaggio ad una delle costole della Street Art più antica e tradizionale di sempre.

Che Cori rappresenti un polo più vivo che mai nell’organizzazione di eventi legati alla cultura e alla tradizione ormai non è più una sorpresa. Dopo avervi parlato dei festeggiamenti in onore di Sant’Antonio di Padova e della gettonatissima sagra del Prosciutto di Cori, arriva un altro evento da non perdere. Si tratta della 3′ edizione di Natale Insieme, evento organizzato dall’Associazione culturale “Event Art”, in collaborazione con il Comune di Cori e con l’Associazione culturale “Chi dice donna”. L’iniziativa, presentata da Lara Zaccagnini, è patrocinata dalla Regione Lazio e dal Consiglio Regionale del Lazio, oltre che dalla Provincia di Latina.

La manifestazione si svolgerà tra Piazza Signina e via Madonna del Soccorso, che per l’occasione si trasformerà in una “via dell’Arte”, con l’esposizione delle opere degli artisti partecipanti ai due concorsi a premi previsti.

NATALE INSIEME: L’ARTE DEI MADONNARI A CORI

Da non perdere lo spettacolare 3D street painting show della scuola napoletana dei Madonnari che sarà l’occasione per omaggiare un’arte antica e tradizionale.

L’arte dei Madonnari (per saperne di più cliccate qui), come indicato da varie descrizioni che si trovano in testi e lettere, fu presente in tutta l’Europa fin dal XVI secolo. Dato il materiale impiegato, dopo qualche giorno il disegno sbiadisce fino a che con la prima pioggia svanisce. Questo è anche il motivo per cui solo di recente è stato possibile iniziare ad averne una documentazione visiva.

La tradizione dei madonnari nel periodo successivo alla seconda guerra mondiale si stava perdendo. Lo scarno numero di questi artisti era diminuito fino a quando alcuni di loro cercarono un posto dove riunirsi per dare luogo ad un evento annuale.

Madonnari

Uno dei primi incontri avvenne nel 1972, grazie al contributo del comune di Curtatone, il 15 agosto sul sagrato del Santuario della Beata Vergine delle Grazie a Grazie, nei pressi di Mantova; erano in 10. Da più di vent’anni nella località dove si tiene l’Incontro Nazionale dei Madonnari, è sorta l'”Associazione Madonnari d’Italia” con una trentina di aderenti.

La riscoperta di quest’arte antica nel corso degli anni successivi ha visto nascere altre manifestazioni sia in Italia che all’estero. Pur conservando lo spirito tradizionale, a questi semplici artisti si sono aggiunti anche pittori qualificati, artisti di varie tendenze e semplici appassionati che, con produzioni a volte discutibili, elaborano madonne e altri temi sacri. Non di rado, questi artisti sono molto abili nella loro tecnica, decisamente particolare e inusuale, riuscendo a creare delle vere opere d’arte, anche se effimere.

IL PROGRAMMA SPAZIA TRA DEGUSTAZIONI, CONCORSI DI PITTURA AI MERCATINI DI NATALE, DOVE SPICCA IL PRESEPE RINASCIMENTALE

 

Il Concorso di Estemporanea di Pittura, dedicato al Maestro Francesco Porcari, vedrà protagonisti pittori e acquarellisti liberamente posizionati con cavalletti e tavolozze tra i vicoli del centro storico, da dove imprimeranno live – davanti alla gente – sulle tele, scorci della Città d’Arte. In palio 500 €, 300 €, 200 €, 150 € e 100 € per i primi 5 classificati scelti dalla giuria di esperti, più un cesto di prodotti tipici locali, quale sesto premio cumulabile assegnato dalla giuria popolare.

Verranno disposte in strada anche le luminarie realizzate con materiale di riciclo, da professionisti e non, nell’ambito dell’altro concorso indetto per sensibilizzare al tema degli scarti e del loro riutilizzo, al rispetto dell’ambiente e al risparmio energetico, facendo della creatività strumento di educazione civica. Tra le eco-decorazioni i giurati ne selezionerà 3, i cui autori riceveranno 2.000 €, 1.000 € e 500 €.

Madonnari

Il programma quest’anno è stato ulteriormente ampliato. Oltre ai mercatini artigianali di Natale allestiti in tutta l’area, verranno proposte diverse iniziative durante i due giorni: il presepe rinascimentale vivente con figuranti in costumi d’epoca; l’arte del maneggiar l’insegna degli Sbandieratori di Cori; le gare di mostaccioli tra massaie; le dimostrazioni ritmiche e canore delle scuole di ballo e dei cori natalizi; la simulazione di volo di Fly in the Sky. Per i bambini anche laboratori creativi e ludoteca in legno itinerante.

I visitatori, oltre a degustare il menù turistico di prodotti tipici preparato dai ristoratori con sconti convenzionati potranno scoprire la storia e la cultura locale usufruendo delle visite guidate dell’Associazione culturale “Arcadia”, lungo un itinerario che toccherà i principali siti archeologici, compresi i due monumenti nazionali: l’Acropoli e il Tempio di Ercole, le Mura poligonali, il Complesso Monumentale di Sant’Oliva, il Museo della Città e del Territorio di Cori, l’area del foro romano, il Tempio di Castore e Polluce, la Cappella dell’Annunziata (prenotazioni obbligatorie: arcadia@museodicori.it).

Comune di Cori

Autore MyWhere

Collaboro ancora da poco con la Redazione di MyWhere e non vedo l’ora di raccontare tutto quello che vedo e che mi emoziona. Collaboro anche con altre testate perché sono uno spirito libero. Chi sono, come mi chiamo e da dove vengo non ha importanza, voglio solo che le mie parole qui vi coinvolgano a vedere un film di cui parlo o mangiare un cibo che ho assaggiato per voi, così come acquistare un libro che vi consiglio o ripercorrere il viaggio del mio tour descritto qui. Seguiteci, vi promettiamo che non vi stancheremo!
Autore MyWhere

Leave a Reply

Your email address will not be published.