Nesli all’Estragon di Bologna

Nesli all’Estragon di Bologna

Arrivo molto presto all’Estragon ieri sera per fotografare ed ascoltare Nesli, e mentre mi ascolto dell’ottimo sottofondo musicale, (Pearl Jam – Alive, uno dei mie pezzi preferiti, ma questo è un di cui…) sono in attesa di ascoltare un’artista che riesce a portare sotto palco non solo del pubblico femminile ma anche i rispettivi fidanzati e non credo sotto minaccia perchè quando il concerto inizia anche i maschietti conoscono perfettamente le parole dei brani. Io trovo un’ottima band alle spalle di un energico Nesli , il “poeta punk” , come tra il punk e il dandy è il suo stile sul palco. Iniziando con una coinvolgente “Dimmi che vuoi che sia” il concerto prosegue con una vivacità frizzante presentando i brani della sua ultima fatica.  Un parterre non da sold out ma comunque ricco dei suoi fan più affezionati e lo spettacolo non delude nessuno, Nesli  si diverte ed interagisce con il pubblico e il leitmotif della serata è quello di star bene e far star bene come richiama il nome del suo tour. Bologna era la terza data del suo tour e sono certa che strada facendo riscuoterà il massimo dei consensi perchè lui è uno di quelli che piace veramente ad un pubblico eterogeneo. Di seguito vi illumino sulle prossime tappe.
Vi lascio ai miei scatti.

10  MANTOVA – GRAN TEATRO PALABAM
11 VENARIA (TO) – TEATRO DELLA CONCORDIA
14  NAPOLI – CASA DELLA MUSICA
15  BARI – DEMODE’
16  LECCE – OFFICINE CANTELMO
18  ROMA – ATLANTICO
20  FIRENZE – OBIHALL
21  PADOVA – GRAN TEATRO GEOX
22  RIMINI – VELVET
Copyright Robin T Photography 2015
All rights reserved
Use by permission

nesli

 

 

 

 

 

Roberta Tagliaferri

In arte Robin T, ho imparato questo mestiere da un grande fotografo londinese ma la passione e l’arte di catturare l’attimo infinito, un’espressione profonda, sono frutto di un naturale talento artistico. Fotografare è un modo di vivere e di comunicare; diceva qualcuno “Se passa un giorno in cui non ho fatto qualcosa legato alla fotografia, è come se avessi trascurato qualcosa di essenziale. È come se mi fossi dimenticato di svegliarmi”.
Roberta Tagliaferri

Leave a Reply

Your email address will not be published.