Nuova stagione del Teatro Duse

Nuova stagione del Teatro Duse

La stagione 2014/2015 è composta da 46 spettacoli inseriti in percorsi e abbonamenti differenziati: affiancati a DUSE prosa ci sono anche DUSE oltre, che propone spettacoli “oltre” la prosa tradizionale per porre l’accento su tematiche sociali e di attualità, DUSE danza in cui sono inseriti grandi spettacoli di danza nazionale e internazionale, DUSE varietà che prevede spettacoli di generi trasversali, appuntamenti leggeri e di evasione tra musica e parole e DUSE smile che comprende i nuovi spettacoli di attori comici, protagonisti della scena.
4 titoli in ognuno dei 4 percorsi, oltre ai 14 spettacoli inseriti in DUSE prosa, 8 spettacoli fuori abbonamento, 8 concerti e spettacoli di realtà locali.
Si consolidano e hanno origine importanti collaborazioni con realtà produttive, associazioni culturali, enti e istituzioni di Bologna e provincia, con le quali verranno organizzati numerosi eventi e attività connesse agli spettacoli teatrali: le Scuole di Bologna e Provincia, Slow Food Bologna, Collegium Musicum Almae Matris, l’orchestra e coro dell’Università di Bologna, il Conservatorio di Musica “G.B. Martini”, l’Associazione Panificatori di Bologna e Provincia, YoungERcard, FAI, Fondazione Hospice Seragnoli, Succede Solo a Bologna, Orchestra Senzaspine, Serendipity Art e le milonghe negli aperitivi a cadenza mensile durante tutta la stagione.
La stagione di prosa 2014/2015, invece ,presentata a giugno, propone 14 spettacoli classici e di autori contemporanei con interpreti italiani di talento ai quali saranno affiancati numerosi progetti ed eventi collaterali che sanciscono il consolidamento sul territorio del Teatro Duse, sia come realtà teatrale di rilievo nazionale, ma soprattutto come punto di riferimento culturale al servizio del cittadino e della città.
La serata inaugurale sarà venerdì 10 ottobre con Enzo Iacchetti, accompagnato dalla Witz Orchestra e, in esclusiva per Bologna, con la partecipazione straordinaria dell’Orchestra dell’Accademia Naonis di Pordenone diretta dal M° Valter Sivilotti, che sarà il protagonista di uno spettacolo-omaggio a Giorgio Gaber, “Chiedo scusa al signor Gaber”.

Stagione Duse 2015

Havana Rakatan

Havana Rakatan

Teatro comunale di Narni UMBERTO ORSINI "Il Giuoco delle Parti" di Luigi Pirandello con Alvia Reale, Michele Di Mauro, Flavio Bonacci .Regia Roberto Valerio Scene Maurizio Balò Costumi Gianluca Sbicca Light designer Pasquale Mari

Teatro comunale di Narni UMBERTO ORSINI “Il Giuoco delle Parti” di Luigi Pirandello con Alvia Reale, Michele Di Mauro, Flavio Bonacci .Regia Roberto Valerio Scene Maurizio Balò Costumi Gianluca Sbicca Light designer Pasquale Mari

Novità importante di quest’anno saranno le visite guidate all’interno del teatro.
Attraverso la visita ai sui spazi nascosti, il teatro Duse propone un modo diverso per avvicinare il pubblico al mondo dello spettacolo, per scoprire i segreti architettonici e i retroscena storici dell’edificio ma anche dell’arte teatrale stessa. Tra aneddoti, storie e leggende a cura di un gruppo di giovani attori, i visitatori/spettatori saranno guidati nei luoghi più significativi del teatro.
Uno dei protagonisti della stagione teatrale nonché artista amatissimo dal pubblico bolognese è Giorgio Comaschi che durante la conferenza stampa ha raccontato qualcosa in più sul suo nuovo spettacolo ”Spaghetti bolognaise”:
“E’ uno spettacolo tratto dalle mie mosche, articoli di costume che escono ogni sabato sul Resto Del Carlino, e che sono inerenti a tutti i nostri tic, alle cose delle quali ridiamo un po’ di noi stessi. Lo spettacolo si compone di una carrellata di quadri tra i quali il più importante è dedicato a una cosa per la quale siamo famosi nel mondo e che non esiste cioè lo spaghetto alla bolognese. C’è ovunque, lo conosce anche Obama. Siamo famosi per questa cosa terrificante e lo ritroviamo in tutti i menu del mondo ma quando provi a mangiare questi spaghetti ti ritrovi con un blocco unico arrotolato sulla forchetta. Lo spettacolo è in prevalenza composto da monologhi comici che trattano la vita quotidiana: si passa dalle file alle coop, ai buoni sconti, alla figura dei raffreddatori di piatti che sono quelli che parlano e tu non riesci a mangiare,a i grigliatori che sono quelli che vengono chiamati d’estate per fare la griglia ma purtroppo non mangiano e non partecipano alla festa, alle partenze intelligenti per il mare e via dicendo. In questo spettacolo sono accompagnato da una musicista importante, Elena Maioni che è una violinista della Rai e ha collaborato con Morricone. Ci tenevo a precisare che sono molto felice di essere di nuovo qui al Duse,per me è un grande onore. Sono contento di essere presente nella nuova stagione perchè noi bolognesi al Duse anche in questo momento di crisi dobbiamo proprio esserci”.

Sara Di Paola

Fin da quando ero bambina si diceva che in me convivevano due lati opposti: seria e quasi timida a scuola ed estroversa nella vita privata. Questa mia seconda caratteristica l’ho applicata a due attività che potessero esprimere al meglio la mia vena artistica e il mio amore per lo spettacolo: il ballo, ma soprattutto, il teatro che, dopo tanta gavetta, mi ha portato a diventare attrice professionista e mi ha permesso di trasformare un hobby in un secondo lavoro. E se è vero che si comincia un po’ a morire nel momento in cui cala il fuoco di ogni nostra passione, il mio non si è ancora spento e così passo la mia settimana destreggiandomi tra lavoro, amici, fidanzato, ballo e teatro in un incastro perfetto…o quasi!
Sara Di Paola

Leave a Reply

Your email address will not be published.