Le Intenzioni Nascoste di Paul Athanas a Evasioni Studio

Le Intenzioni Nascoste di Paul Athanas a Evasioni Studio

ROMA – Paul Athanas dal 24 ottobre nella Capitale. Autore americano con una provata esperienza nel campo della Fotografia, espone per la prima volta a Roma, città dove, tra le mete dei suoi tanti viaggi, ha una residenza. L’evento dal titolo Hidden Intentions (Intenzioni nascoste), verrà inaugurato lunedì 24 ottobre alle ore 18 a Evasioni Studio in via dè delfini 23.

In questa personale, a cura di Barbara Martusciello, sono state selezionate una serie di immagini che fermano la quotidianità, quasi sempre metropolitana, rintracciandone la sua peculiare bellezza. In queste panoramiche, è dominante la riflessione, il rispecchiamento, il riverbero caratterizzati dalla presenza di finestre, vetrine, elementi architettonici o urbani geometrici che l’inquadratura rende fondamentali della composizione visiva. Tale particolarità dà corpo a una sorta di misteriosa narrazione indirettamente esaltando un pensiero laterale evidenziato anche nel titolo della mostra: Hidden Intentions (Intenzioni nascoste). E questa una citazione di Oblique Strategies (sottotitolo: Over One Hundred Worthwhile Dilemmas), un’opera-congegno di Brian Eno e Peter Schmidt volta a facilitare negli artisti (in particolare i musicisti), la rimozione di ogni blocco creativo per una liberazione espressiva e della propria singolarità. Superfici riflettenti in cui il soggetto immortalato raddoppia, o si fa evanescente, si sovrappone ad altri elementi della scena, o aperture da cui si intravedono figure, e, ancora, panoramiche di sguincio, che sono caratteristiche delle fotografie di Athanas e che potrebbero apparire come un disturbo per la purezza fotografica, per la nettezza del punto di vista, si palesano, invece, caratteristica distintiva dell’autore e dispositivo che rivela “un’intenzione nascosta”, secondo la strada suggerita da Eno e Schmidt nel 1975 (“Honor your mistake as a hidden intention”). La modalità sequenziale non necessariamente porta a risultati rilevanti ed è pertanto necessario una variazione di posizione, di punto di osservazione sulla realtà  che sia altro, che incornici inesplorate angolazioni: qualcosa che Paul Athanas sa fare benissimo e ci fa vedere in questa sua mostra italiana.

L’evento, che rientra in Roma Art Week 2016, è tra le iniziative promosse da Rotarian Art Gourmet

Una tappa della mostra è ospitata giovedì 27 ottobre, dalle ore 19.00, nell’ambito dell’Electonic Art Cafè a cura di Umberto Scrocca da Camponeschi, Piazza Farnese 52 Roma

Redazione

In molte redazioni online, spesso, non si conoscono i veri autori degli articoli. MyWhere vuole presentare i suoi collaboratori e far sì che la bellezza della scrittura non racconti solo di viaggi o tecnologia ma anche di quella “mano invisibile” che rende la comunicazione così efficace. Vai alla pagina Redazione per conoscerci.
Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.