Per il piacere di chi? Martino Midali risponde

Per il piacere di chi? Martino Midali risponde

ITALIA – Incontro con Martino Midali che ha fatto del suo stile un marchio di umanità e non di fabbrica. Parliamo del suo impegno, a corredo di tutte le manifestazioni nella settimana che si apre con la giornata mondiale dei diritti umani.

“In occasione della settimana che si apre con la giornata mondiale dei diritti umani ho voluto celebrare la libertà delle donne, come libertà di tutta l’umanità”.

Ho reso omaggio a chi ha fatto del suo marchio un marchio di umanità e non di fabbrica: Martino Midali.

Stilista Martino Midali 3

Cosa accomuna la moda e la violenza contro le donne, se non la ribellione a modelli, aspettative e desideri imposti?

La violenza contro le donne deriva proprio dalla frustrazione di queste volontà veicolate da una cultura maschile tossica. Le donne sono l’altra parte dell’umanità e i loro diritti di libertà sono diritti umani. Nel 1967 l’Assemblea generale dell’ONU adotta la Dichiarazione sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne.

Lo stilista delle donne, Martino Midali, è  di origine milanese. Da sempre ha comunicato il suo stile radicalmente chic attraverso la creazione di capi eleganti e confortevoli, presenti nei punti vendita di tutta Italia. Il suo lavoro è  legato alla speranza di un mondo in cui non vi sia più bisogno di istituire alcun giorno di contrasto alla violenza. La sua aspirazione è a un’ umanità in cui  “la dimensione della violenza possa essere solo un ricordo e non una realtà quotidiana”, afferma lo stilista.

Città di elezione, a cui Midali è particolarmente legato, è Napoli. Un luogo arricchito da un’umanità che si cela nella costante e silenziosa lotta alla violenza maschile contro le donne e di genere, in particolare tutti i professionisti che si prendono cura di situazioni drammatiche.

Stilista Martino Midali 4

In particolare l’evento “Sotto il vestito Io”  svoltosi il 22 Novembre presso l’Università di Napoli Federico II, ha ospitato un convegno che ha visto la partecipazione dei medici del Pronto Soccorso AORN Santobono-Pausilipon e del Pronto Soccorso AORN Cardarelli. Si tratta di persone che fronteggiano il dramma della violenza quotidianamente e che hanno portato la loro esperienza sul campo.

Il tema della libertà delle donne è stato l’anello di congiunzione, il filo conduttore di un discorso che lega la questione della violenza, alla risalita, alla fiducia nel proprio valore di donna che cammina libera per il mondo. Nella prospettiva dello stilista, le donne sono fonte di ispirazione ma soprattutto soggetto di continua interlocuzione, quali protagoniste della loro vita e del nostro tempo.

Questa è la stella sotto cui è nata la collezione Fall/Winter 18/19 presentata nell’ambito di un  evento molto partecipato. Durante l’evento diverse donne si sono offerte di narrare le loro storie ricche di spunti di riflessione.

Prendendo la parola le donne sono diventate testimoni attendibili di una violenza vissuta, dimostrandosi determinate a farla cessare. In questa autenticità risiede la bellezza, ed è questa autenticità che lo stilista persegue facendosi portavoce del piacere di piacersi.

Midali veste la forza di tutte le donne messa a nudo di fronte alla vigliacca violenza.  Le donne sono fatte oggetto di violenza, pur rimanendo soggetti di diritti, diritti umani.

Stilista Martino Midali

Lo stilista sale ancora una volta sul palco della bella Napoli. E’ una città che sa ricomporre le mille luci di una donna e i mille volti del piacere. La scelta delle forme, il morbido velluto delle giacche o l’elezione del colore rosso, ci parlano di noi. Ci parlano di forza e di coraggio, in un linguaggio che dobbiamo imparare a riconoscere sempre. La collezione ci sussurra dolcemente all’orecchio che siamo in ottima compagnia di noi stesse.

E’ un piacere riconoscerci nell’altra, nella sua unicità e differenza, soprattutto se ad unirci sono le creazioni di Midali.

Rita Ricciardelli

Partenopea di origini, dalla mia terra ho ereditato la passionalità e la promiscuità intellettuale; adottata per un pò dall’Inghilterra, Londra é il mio posto speciale nel mondo, quello che mi rappresenta. Adoro tutto quello che é comunicazione e sono amante dello stile e del gusto pur essendo anticonformista. Ho rivoluzionato così tante volte la mia esistenza che dovrei prestare qualche vita ad un gatto, e anche quando sono ferma il mio mondo é sempre in movimento.
Rita Ricciardelli

Latest posts by Rita Ricciardelli (see all)

Leave a Reply

Your email address will not be published.