Pooh 50 e l’Unipol registra un sold out eccezionale

BOLOGNA -Pooh 50 Reunion, nella storica formazione a cinque, Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Red Canzian, Stefano D’Orazio e Riccardo Fogli, arrivano all’Unipol Arena nella prima delle due tappe bolognesi.

I Pooh, infatti, torneranno a Bologna per concludere il loro lunghissimo tour che celebra i loro 50 anni di carriera e che sarà anche il loro abbandono dalle luci dei riflettori , è il loro addio, ma non vorrebbero finisse mai. Hanno dichiarato in un video il perchè il 30 Dicembre torneranno ad esibirsi proprio a Bolognahttp://pooh.it/ ), perchè è qui che sono nati i Pooh grazie al “poeta” Valerio Negrini fondatore della band.
L’atmosfera è quella dei grandi eventi, di quelli che lasciano il segno per tanto tempo, il palazzetto è un insieme di piccole teste e migliaia di orecchie bramose di ascoltare i fenomenali Pooh. alle 21.00 spaccate il quintetto appare sul palco e nessuno puo più fermare  la musica.
Tutti in forma smagliante avvolti da un super palco e pieni di gioia i signori della musica italiana hanno regalato una scaletta quasi immortale ai fans bolognesi. D’altronde chi non conosce i successi dei Pooh? Ieri sera, nonostante la mia dichiarata passione per altri tipi di musica, canticchiavo con tutto il pubblico alcuni dei loro brani più famosi, e i Pooh ne hanno proposti veramente tanti, alcuni inseriti in medley che tutti noi abbiamo apprezzato in maniera particolare.
E’ sempre una strana sensazione partecipare ad un evento che potrebbe non ripetersi mai più ed esattamente quella era la forza presente nell’aria. I cinque eterni ragazzi hanno dato il massimo, si sono divertiti e hanno divertito una platea orgogliosa di esserci. In un post su uno dei tanti social dove la band è seguitissima Roby Facchinetti ha madato un messaggio a tutti i loro fans proprio per ricordare quanto importante per la band sarà il concerto del 30 Dicembre all’Unipol Arena

“Cari amici, molti di voi non potranno essere presenti al concerto del 30 Dicembre a Bologna, ma sappiate che noi Pooh, ogni sera, suoneremo e canteremo come se fosse l’ultimo concerto, perché sappiamo che davanti a noi ci saranno tanti amici che non assisteranno ad altre date.

Questi ultimi concerti da Pooh, mi fanno ripensare immancabilmente a quel giorno in cui, proprio a Bologna, i Pooh mi proposero di entrare a far parte del gruppo e devo ammettere che questo ricordo mi emoziona sempre molto, perché questi cinquant’anni sono stati come un lunghissimo e bellissimo abbraccio con tutti voi. (…)
Vi voglio veramente bene!
Roby”

Riporto esattamente le sue parole perchè sono certa sia il miglior modo per farvi capire l’atmosfera di un concerto impagabile che nonostante tutto ha portato con sé anche un velo di malinconia e quella flebile speranza che in fondo questo non sia davvero un addio.

Copyright Robin T Photography 2016
All rights reserved
Use by permission

pooh

Roberta Tagliaferri

In arte Robin T, ho imparato questo mestiere da un grande fotografo londinese ma la passione e l’arte di catturare l’attimo infinito, un’espressione profonda, sono frutto di un naturale talento artistico. Fotografare è un modo di vivere e di comunicare; diceva qualcuno “Se passa un giorno in cui non ho fatto qualcosa legato alla fotografia, è come se avessi trascurato qualcosa di essenziale. È come se mi fossi dimenticato di svegliarmi”.
Roberta Tagliaferri

Leave a Reply

Your email address will not be published.