Prêt-à-porter è la mostra di Giovanni Frangi a Palazzo Fabroni

Prêt-à-porter è la mostra di Giovanni Frangi a Palazzo Fabroni

PISTOIA – Prêt-à-porter è stata inaugurata sabato 4 febbraio a Palazzo Fabroni. La mostra di Giovanni Frangi, a cura di Giovanni Agosti, si inserisce nel calendario di eventi di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017.

La mostra  è costruita su un sistema binario di rappresentazione: Palazzo  Fabroni si affaccia su un lato sulla Chiesa Romanica di Sant’Andrea  con la facciata a strisce bicrome, dall’altro su Piazza del Carmine oltre la quale si scorge l’Ospedale del Ceppo con il loggiato ornato dal fregio in policromo di terracotta invetriata, le sale che danno sulla chiesa ospitano le opere in bianco e nero mentre quelle che affacciano sulla piazza i lavori a colori.

L’esposizione è ispirata dagli spazi di Palazzo  Fabroni che la accolgono e interamente concepita per essi, raccoglie nuove creazioni e opere vecchie realizzate in momenti diversi della carriera di Frangi, è una riflessione sulle stagioni del lavoro dell’artista e sulle analogie e gli scarti delle opere realizzate a distanza di tempo.

Le opere in bianco e nero occupano le prime cinque sale e le ultime due, a metà percorso quelle a colori creano un forte contrasto.

La prima opera, Sant’Andrea, occupa il centro della prima sala di Palazzo  Fabroni, è stata creata appositamente per quest’esposizione e si tratta  un visore in legno che punta verso la facciata della pieve pistoiese. Nella sala due è riesumato Alba un foglio della suite Pasadena realizzata nel 2008, un’incisione al carborundum con i margini tagliati. Sei elementi in bianco e nero con qualche spruzzo d’azzurro costituiscono il paravento della serie Japan nella sala 3, e nella 4 si trova un’altra opera inedita a matita su carta bianca, dieci grandi fogli che formano Visto dal mare accompagnati da un numero romano progressivo. Gilbert, il tendone bianco con segni neri , omaggio a Gilbert Prousch di Gilbert&Georgre, e la tela Castore dipinta ad olio sono nella sala 5.

Nella stanza 6 arriva il colore, in essa convivono due opere di iconografia vegetale realizzate su supporti diversi e con tecniche diverse, Heliconia Paradise dipinta ad olio du tela di medio formato e Rousseau una stendardo enorme e slabbrato. La carte a colori che occupano la sala 7 sono sempre parte della serie Visto dal mare mentre nella sala 8 come un vorticare di sipari si trovano tre dei teloni multicolori cha danno vita alla Lotteria Farnese. Nella sala 8 due grandi tele, una gialla e una rossa, che raffigurano due finestre.

Sempre attraversando Palazzo  Fabroni, prima della sala 9, troviamo l’intermezzo un ponte che collega  due ali del secondo piano di Palazzo Fabroni e che contiene un’opera ancora da realizzare, da un lato all’atro del salone sovrastato dalla passerella è tirato un cavo d’acciaio sul quale sono stesi, come panni ad asciugare al sole, i teloni restanti della Lotteria Farnese.

La sala 9 contiene tutte opere del 2015 che raffigurano tutte delle ninfee, Nella 10 drappi per lo più rossi e arancioni consumati irregolarmente dalla candeggina ricoprono completamente le pareti e compongono Jaipur.

Nelle ultime due sale si torna alla bicromia, nella 11 due tele, George sulla quale si rincorrono segni bianchi dati a pastello su diversi neri, e San Lorenzo sulla quale piovono stelle gialle tra grumi di colori a olio. Nell’ultima stanza è stata chiusa la finestra affinché l’unica luce sia quella di una diapositiva che ritrae le pendici innevate del San Bernardino che gioca con bianco della neve e lo scuro della vegetazione.

Insomma scoprire le opere di Giovanni Frangi attraversare Palazzo  Fabroni è un’esperienza originale e affascinante che consiglio di inserire tra gli itinerari di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017.

INFO: GIOVANNI FRANGI | PRÊT-À-PORTER

 Progetto per Palazzo Fabroni – Pistoia a cura di Giovanni Agosti

Sede: Palazzo Fabroni, via Sant’Andrea 18 – Pistoia

  • Periodo: 5 febbraio – 2 aprile 2017
  • Orari: dal martedì al venerdì ore 10-14 ǀ sabato, domenica e festivi ore 10-18 ǀ chiuso il lunedì
  • Biglietti d’ingresso (comprensivi anche della visita alla collezione permanente di Palazzo Fabroni):
  • intero € 3,50 – ridotto € 2,00

Per informazioni Tel. 0573 371214  www.palazzofabroni.it

Facebook palazzofabroni     Twitter @palazzofabroni

Catalogo: 3 volumi in cofanetto; € 24,90 | € 22,00 presso il bookshop di Palazzo Fabroni e del Museo Civico di Pistoia

Giovanni Frangi a Palazzo Fabroni

Elena Silei

Nata Garfagnina ma col cuore a forma di giglio, a diciott’anni sono scappata nel Chianti per correre dal mio principe azzurro: mio padre, fotografo per lavoro e per passione, a lui devo l’amore per la comunicazione tramite immagini. Amo la pubblicità da quando ero piccola… prima adoravo quelle dei giocattoli ora quelle di tutto ciò che può essere indossato. A volte sono un po’ selvatica con qualche punta di leggera acidità, tengo moltissimo alle mie libertà ed ai miei spazi, abituata da sempre a dovermi spostare di continuo per studio, affetti e lavoro non riesco a stare ferma. Drogata di caffè e di adrenalina rincorro tutto ciò che mi tiene col fiato sospeso. Ostinata, orgogliosa e ambiziosa, credo che i sogni non siano fatti per stare nel cassetto.
Elena Silei

Leave a Reply

Your email address will not be published.