Progetto Colombia Moda coinvolge oltre 20 aziende

Progetto Colombia Moda coinvolge oltre 20 aziende

ROMA – Progetto Colombia Moda 2018 coinvolge oltre 20 aziende nell’incontro a Roma Capitale alla sede della Camera di Cooperazione Araba e della Camera di Commercio Italia – Cuba e Repubblica Dominicana, Area Celac.

30713843_10216224516355128_1768158200911101952_n

Grande entusiasmo per le oltre 20 aziende che hanno partecipato attivamente alla presentazione del progetto tra cui un rappresentate della celebre Maison Gattinoni, i punti trattati hanno evidenziato la potenzialità che questi Paesi possono rappresentare per il Made in Italy.

La Colombia attualmente ha intrapreso un percorso di costante crescita e prosperità economica. Il paese è ora un modello economico per tutto il continente latino americano e sta conquistando investitori di tutto il mondo. La Colombia è la terza economia latino-americana e il terzo paese in termini di popolazione, dopo Brasile e Messico. La capitale, Bogotá è al 5º posto nel ranking delle migliori città per gli investimenti nel sud America, ai livelli delle grandi capitali latino americane.

Progetto Colombia Moda 2018

Lo stesso Direttore Generale della CC-ICRD avv. Elettra Giovanna Livreri, spiega, dati alla mano – La Colombia rappresenta oggi un paese di grandi opportunità per l’export italiano della moda italiana, sia per la stabilità politica che per l’elevato tasso di crescita della popolazione e per la forte presenza di pubblico alto – spendente.

Prosegue, il Presidente della CCIA Mario Mancini – L’Italia è il 3° Partner dell’UE per le Importazioni di prodotti in Colombia e la partecipazione alla Missione Moda in Colombia sarà occasione unica per affacciarsi su un mercato promettente, quello caraibico e sudamericano, che vive l’acquisto di prodotti Made in Italy come un vero e proprio status symbol.

Conclude in modo incisivo ed approfondito la responsabile settore moda, manager del fashion Gabriella Chiarappa, evidenziando l’importanza del Progetto Colombia Moda 2018 e del reale e concreto sostegno della Camera di Commercio nei confronti delle aziende, attraverso la definizione di strategie e l’offerta di risposte efficaci alle esigenze delle stesse che decidono di intraprendere o rafforzare il proprio percorso di internazionalizzazione.

duccio venturi bottier

Infatti è sempre l’estero l’orizzonte verso il quale guardano le aziende di moda maschile e femminile made in Italy, l’export, del resto, traina la crescita dell’intero comparto moda, che secondo le stime Smi nel 2017 ha toccato i 9,2 miliardi di euro, in salita del 2,1%. Le esportazioni , che assorbono oggi il 65% dei ricavi della moda uomo made in Italy, hanno registrato un +3%, con picchi di crescita in mercati come la Germania, il Regno Unito e la Cina e performance meno incoraggianti registrate invece in Giappone e negli Usa.

00021062

Le case history sono diverse, aziende pronte a partire con un nuovo piano di espansione commerciale all’estero, imprese che puntano a strutturare una rete di vendita retail, realtà storiche del made in Italy e brand internazionali decretando un vero successo per l’incontro che ha avvalorato l’entusiasmo da parte delle aziende partecipanti che hanno potuto constatare con dati dimostrabili, la validità delle opportunità presentate e il concreto supporto nel processo di sviluppo economico, della Camera di Commercio CC-ICRD l’unica attivamente presente in questi territori.

Cristina Vannuzzi

Sono nata a Firenze e risiedo tra Firenze e New York. Esperta in comunicazione mi occupo di ufficio stampa e progetti di merchandising. Collaboro con testate: dal settore del food al lifestyle tra locali, arte, eventi, fashion, fragranze, chirurgia plastico/estetica. Energica e iper attiva sono stata anche autore e responsabile comunicazione del Progetto contro la mafia “Le cene della Legalità” per lo chef Filippo Cogliandro, anno 2012.

 

Cristina Vannuzzi

Leave a Reply

Your email address will not be published.