Roberta Pompa, sei tu ad avere l’X Factor

Roberta Pompa, sei tu ad avere l’X Factor

Conosco Roberta fin da piccola, da quando andavo a casa sua a studiare con la sorella maggiore Sara, e già allora passeggiava per casa cantando con una voce tanto potente da lasciarci ammutolite. Per me sembrava impossibile che una ragazzina di 12 anni (è del 1991!) potesse avere una voce così calda, forte, avvolgente: è stato subito chiaro che quella ragazza avesse una dote incredibile.

Roberta con la sorella Sara
Roberta con la sorella Sara

Pur non essendo figlia d’arte, durante gli studi al liceo artistico di Brescia, ha perseguito il suo sogno battendosi e cercando di farsi strada in questo difficile mondo. Appoggiata dalla mamma Nora e dal papà Miro, oltre che ovviamente dalla sorella, sua prima fan, ha tentano molte strade. Nel 2008 vince il Festival di Ghedi e successivamente si esibisce al Palabrescia con artisti come Povia, Marco Ferradini, Daniele Battaglia e Riccardo Maffoni. Nel 2009 consegue il diploma di interprete della Hope Music School di Roma. Nel 2009 si classifica seconda al Festival Show 2009 con il brano “(Soltanto) con la musica” e successivamente si esibisce al Palabrescia con Francesco Renga, Marco Masini, Matia Bazar, Gatto Panceri, Riccardo Fogli e Luisa Corna. Sempre nel 2009 è tra gli otto vincitori di SanremoLab e partecipa al concerto Capodanno dei Fiori. Nel 2010 si esibisce a Casa Sanremo in uno degli eventi organizzati da Radio Italia in occasione del Festival di Sanremo. Nello stesso anno esce il nuovo singolo di Roberta “Come una cometa“, scritto da Riccardo Maffoni. Nell’estate del 2010 partecipa al tour estivo di Radio Bruno insieme a Stadio, Marco Carta, Valerio Scanu, Simone Cristicchi, Righeira e Federica Camba. Nel 2011 esce un nuovo singolo che finisce tra i primi 40 scelti di Area Sanremo. Nel 2012 esce un nuovo singolo “Sono allergica alla polvere“. Nello stesso anno, a settembre, Roberta partecipa al Festival Internazionale della musica italiana di New York, classificandosi seconda tra le italiane con un brano scritto insieme ad Andrea Mirò, “Alla Deriva“.

Ci racconti quando è nata la tua passione per il canto? Da quanti anni studi?
La mia passione per il canto nasce all’età di dieci anni. Ho iniziato sin da subito canto, inizialmente lirico dopo moderno, ma i veri anni di studio, intensi, sono stati quelli con Elena Vivaldi all’Accademia della Musica di Genova. Lei ha veramente tirato fuori da me, la mia essenza e mi ha insegnato cosa vuol dire “essere uno strumento” perché chi canta ha uno strumento dentro di sé.

Roberta Pompa

Qual è il cantante o la cantante che più ti ha ispirato nella tua carriera? Hai una canzone preferita?
I miei cantanti preferiti sono Tori Amos, Fabrizio Moro, Subsonica e Jeff Buckley. Diciamo che non ho una canzone preferita, ma ne ho tante, tra queste “Non Importa” di Fabrizio Moro, “Winter” di Tori Amos, “Incantevole” dei Subsonica e “Dream Brother” di Jeff Buckley.

Hai alcuni tatuaggi, soprattutto parole o frasi. A quale sei particolarmente più legata?
Ho tanti tatuaggi, 15 in tutto. Quello a cui sono più legata è “LIBERTY” sul braccio dentro, perché la libertà è un valore in cui credo molto.

Roberta con il papà Miro
Roberta con il papà Miro

Che rapporto hai con la tua famiglia? Alle audizioni abbiamo visto tua madre commuoversi…
Adoro la mia famiglia, siamo molto uniti. Loro sono i miei primi fan, hanno sempre creduto in me e mi hanno sempre trasmesso il giusto spirito per andare avanti mantenendo sempre il proprio essere. Mi hanno insegnato a non privarmi di ciò in cui credo, restando sempre umile e coi piedi per terra.

Dopo che Mika ha deciso di non portarti a X Factor hai dichiarato: “Non ci riesco mai, quindi probabilmente non me lo merito abbastanza”. Quali sono stati i NO più eclatanti che ti sono stati detti?
Come ho detto nel programma, ho avuto tante porte chiuse in faccia, tra cui, le più importanti, sono state Sanremo Giovani nel 2009 e Amici nel 2011.

In arte ti fai chiamare Maya, come è nato questo nome? Quale significato ha?
Maya è il nome di una costellazione, mi è sempre piaciuto il suo ‘suono’ e ho iniziato ad usarlo fin dalle prime esperienze. Quest’anno ad X Factor è stato il primo anno in cui non l’ho usato.

La tua prima audizione è stata animata anche dal siparietto di Mika sul tuo cognome. Sarai certamente abituata a questo, ma ora ne hai fatto un punto di forza per farti ricordare. Stai facendo delle serate con la maglietta “Mika male questa Pompa” A chi è venuta questa idea?
Lo slogan “Mika male questa Pompa” è nato bevendo un aperitivo con il mio storico gruppo di amiche (tra l’altro siamo unite tutte da una coccinella tatuata sul polso) e rivivendo il siparietto di Mika è uscita l’idea delle t-shirt con stampata questo frase.

 Mika male questa Pompa

Nel mondo dello spettacolo si sente molto spesso parlare di raccomandazioni. Ritieni che anche in questa edizione di XF7 siano state fatte scelte “di comodo”?
La mia esperienza a X Factor 7 è stata fino ad ora la più bella della mia vita, mi sono trovata molto bene e non ho notato irregolarità.

Mika, pur avendoti manifestato molta stima, ha optato per aver nella sua squadra altre tre ragazze. La tua categoria “Under Donna è sicuramente quella in cui sono presenti il maggior numero di talenti. Chi secondo te si meritava di entrare e chi invece avresti eliminato?
Credo di essere stata molto fortunata di aver conosciuto una persona come Mika, lui è davvero un artista di ‘serie A’ e ha un cuore grande, l’ho adorato sin da subito, per il suo altruismo e la sua bontà. Sono convinta che quest’anno a X Factor, avrebbero dovuto fare la categoria “Under Donna” composta da sei elementi.

da sinistra Gaia Galizia, Roberta Pompa, Chiara Grispo, Violetta Zironi, Valentina Livi e Valentina Tioli
da sinistra Gaia Galizia, Roberta Pompa, Chiara Grispo, Violetta Zironi, Valentina Livi e Valentina Tioli

Come ha reagito il pubblico alla tua esperienza a X Factor? Hai molti fans?
Sono molto felice di tutto l’affetto che le persone mi trasmettono anche attraverso un solo messaggio sul web. Ringrazio nuovamente tutti perché tutto questo calore mi carica e mi fa credere che un altra speranza c’é! E questo, è solo grazie ai tanti fans che ho scoperto di avere.

Quindi non disperiamo! C’è tempo fino alla mezzanotte di mercoledì 23 ottobre per essere ripescata e passare alla fase finale. Sul sito sarà possibile, previa registrazione (non è necessario essere abbonati a Sky!), cliccare 5 volte per il proprio preferito… noi abbiamo già votato per Roberta Pompa, e voi, che aspettate?

VOTATE, VOTATE, VOTATE! CLICCATE SULL’IMMAGINE DI SEGUITO PER ESSERE REINDIRIZZATI SUL SITO:

Roberta Pompa Voto

Roberta Filippi

Bresciana di origine, bolognese di adozione e svizzera nell’organizzare la mia vita. Pretendo che tutto sia sempre scadenzato e gestito con la tempistica più rigorosa possibile. L’ordine per me è una mania, ad esclusione della mia scrivania che non è nulla a confronto di un campo da guerra. Ho la fortuna di lavorare come avrei sempre sognato: in modo indipendente, con collaboratori intelligenti e facendo ciò che più mi piace, scrivere e organizzare. Intenzionata a voler sempre arricchire le mie conoscenze e sempre pronta a scoprire nuove cose, combatto le mie giornate tra Mac, agende, planning, farina e padelle. Perché per essere veramente realizzata devo poter trovare il tempo per cucinare un risotto o sfornare del pane caldo da gustare per cena, rigorosamente con un buon bicchiere di vino.
Roberta Filippi

Latest posts by Roberta Filippi (see all)

2 Responses to "Roberta Pompa, sei tu ad avere l’X Factor"

  1. Antonella   21 Ottobre 2013 at 08:36

    Fatto! Mika si è sbagliato… deve entrare lei!!!!

    Rispondi
  2. Fabio   21 Ottobre 2013 at 08:47

    L’esclusione di Roberta Pompa per me è più clamorosa di quella di Mr Rain e Osso!!!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.