Salone del mobile: creatività, tecnologia e sostenibilità alla week design

Salone del mobile: creatività, tecnologia e sostenibilità alla week design

MILANO – Si è appena concluso il Salone Internazionale del mobile giunto alla sua 57esima edizione, intreccio creativo di design, tecnologia e sostenibilità in direzione di soluzioni contemporanee che guardano anche al futuro. Noi lo abbiamo visitato, scegliendo per voi i marchi più all’avanguardia. Ecco cosa ci ha colpito!

I numeri del Salone del mobile parlano chiaro; dal 17 al 22 aprile, nella week design, Milano ha registrato un picco di visitatori che ha superato ogni aspettativa: 430 mila presenze, provenienti da più di 160 paesi. Il capoluogo lombardo si è confermato ancora una volta capitale del design e dell’arredamento con una crescita delle presenze del 20%. Nei 200 mila mq dello spazio espositivo della Fiera di Milano, a Rho, oltre 1800 espositori hanno presentato prodotti e progetti di straordinario valore, in un intreccio creativo di design, tecnologia e sostenibilità in direzione di soluzioni contemporanee che guardano anche al futuro.

“Emozione, Impresa, Qualità, Progetto, Sistema, Giovani, Comunicazione, Cultura e Milano al centro” sono le parole chiave che sintetizzano l’essenza del Salone Internazionale del Mobile 2018 e sono racchiuse nel Manifesto del Salone, novità di quest’anno. Riassumere e sottolineare i punti di forza dell’evento e le sue connessioni indissolubili con la città di Milano è uno dei motivi che hanno portato all’elaborazione del Manifesto, insieme alla volontà di definire le linee progettuali entro cui muoversi per le futura edizioni dell’evento, a cui già si sta pensando.

Il Salone del Mobile ormai non è più una semplice fiera ma un’esperienza globale a tutti gli effetti. Stili e concept si intrecciano arrivando a soddisfare davvero tutti; accanto alle grandi aziende e ai marchi storici, troviamo imprese più giovani ma già promettenti. A proposte dal design innovativo e funzionale si alternano soluzioni classiche e tradizionali, interpretate attraverso le linee dei grandi design internazionali.

Salone del Mobile 2018 Al Padiglione 16 della Fiera abbiamo apprezzato le novità presentate da Zanotta; la storica azienda italiana ha portato al Salone del mobile 2018 i nuovi progetti sviluppati insieme a design internazionali insieme alla riedizione di prodotti già in collezione di Achille Castiglioni e Carlo Mollino.

Tessuti, finiture, materiali e colori si rinnovano in cinque novità che confermano la qualità firmata Zanotta: forme originali rivisitate attraverso forme e linee chiare ed essenziali.

Tra di esse troviamo la silhouette della poltroncina Louise di Philippe Nigro, con componenti in legno; il design essenziale e contemporaneo del divano Hiro, di Damian Williamson o Kim, divano sospeso da terra.

Salone del Mobile 2018 L’allestimento che accoglie novità e collezioni storiche è ideato dallo studio Calvi e Brambilla: un’architettura leggera ispirata alle strutture di Giuseppe Terragni; molteplici ambientazioni si susseguono proponendo diverse soluzioni di arredo in cui si legge tutta la storia e la

Il Salone del Mobile è stato accompagnato da EurocucinaSalone Internazionale dei Mobili per Cucina che, insieme a FTK- Technology for the Kitchen, ha rappresentato una vetrina d’eccellenza per oltre cento aziende.

Ormai superata l’idea della cucina come semplice luogo funzionale, nasce l’esigenza di rendere questo ambiente fulcro domestico, luogo della socialità. Il design contemporaneo incontra la tecnologia: entrambi sposano l’efficienza e la praticità. Con FTK, abbiamo visto le potenzialità della tecnologia applicata agli elettrodomestici da incasso, tra la cucina di oggi e quella del futuro.

Salone del mobile 2018Immancabile appuntamento con il Salone Internazionale del Bagno, divenuto rassegna autonoma. Troviamo esposte le principali tendenze destinate a questo ambiente: da spazio di servizio ad ambiente per il relax e il benessere.

Interessante la Aboutwater Collection AA/27 del design cipriota Michael Anastassiades per due imprese leader, Boffi e Fantini. L’idea è quella di proporre al mercato linee di rubinetteria caratterizzate da una linea moderna e accurata in un design senza tempo e fuori dagli schemi, fluido tra arte e design.

Salone del mobile 2018

Per l’occasione milanese, Boffi si è espansa in tre sedi e ha creato un sodalizio con De Padova e MA/U Studio sia in fiera che nei due store milanesi di De Padova e Boffi Solferino, affermando così la sua presenza in questa week design.

Fuori Salone 2018

Come ogni anno la week design è accompagnata da centinaia di eventi andando a definire veri e propri distretti del design che animano il centro della città:

Anche il Fuori Salone 2018 non delude le aspettative; gli eventi tra cui scegliere sono tantissimi e servirebbe un tempo illimitato per viverli a pieno. Tortona, Brera, Lambrate, San Babila, Sarpi, Porta Venezia e Sant’Ambrogio, si animano coinvolgendo inevitabilmente cittadini, turisti e visitatori della Fiera. Il quadrilatero della moda si trasforma in quadrilatero del design!

Salone del mobile 2018Tecnologia a servizio dell’edilizia

Tra le installazioni, una delle più particolari è stata Housing 05, prototipo di casa interamente realizzata con tecnologie 3D, primo esempio europeo del genere.

Presentata da Massimiliano Locatelli, fondatore dello studio CLS Architetti, in collaborazione con con Italcementi, Arub e Cybe, è un appartamento a tutti gli effetti, di 100 mq, posizionato in piazza Beccaria a Milano.

Salone del mobile 2018

Modellabile a piacere, trasportabile, economica ed ecologica in quanto è realizzata tramite una miscela di cemento che, con la sua demolizione può essere reimpiegata, Housing 05 si presenta come un progetto

Il design incontra l’arte

Ha compiuto 20 anni la mostra organizzata da Interni Magazine e per l’occasione è stata presentata House in motion che comprende moltissime installazioni sperimentali in tre diverse sedi:  l’Università degli Studi di Milano, Orto Botanico di Brera e Audi City Lab; l’obiettivo è combinare il tema del rapporto tra uomo e tecnologia a quello dell’abitare.

Ancora una volta ci troviamo di fronte a soluzioni accomunate dalla leggerezza, modularità e sostenibilità che muovono verso una nuova declinazione del modulo abitativo.

Fuori Salone 2018

Fuori Salone 2018

Fuori Salone 2018

Fuori Salone 2018

Fuori Salone 2018

Description

Moda e design si incontrano nei complementi di arredo pensati da Louis Vuitton: in anteprima a Palazzo Bocconi è stata presentata la prima collezione di Louis Vuitton Les Petits Nomades: sei preziosi oggetti d’arredo, dal gusto esotico e dalle dimensioni minori rispetto ai mobili Vuitton divenuti celebri.

Cuoio, colore e unicità dominano anche i nuovi arredi tra cui troviamo il vaso Tropical di Fratelli Campana, che rimanda a scenari esotici; Diamond, specchio da tavolo dalle linee geometriche con elegante base in marmo disegnato da Marcel Wanders; gli oggetti-contenitore, Overlay Bowl, di Patricia Urquiola possono reinventarsi a seconda delle nostre necessità: come porta vasi o porta riviste rientrano a pieno titolo nella linea Objets Nomades, mostrando un design fluido e moderno.

 

Se volete potete curiosare nel sito del Salone del Mobile 2018 per consultare espositori e loro contatti.

 

Giulia Chellini

Silenziosa scrutatrice, appassionata di arte e restauro; spesso sogno ad occhi aperti il mondo come dovrebbe essere per dimenticare il mondo come è..ed intanto perdo l’autobus. Fotografo dettagli insignificanti, cerco quadrifogli nei prati e parlo con i gatti. Penso che lo scopo della vita sia racchiuso nella parola “scoprire”: luoghi, cose e persone.
Giulia Chellini

Leave a Reply

Your email address will not be published.