Non avrò “lo stacco di coscia” ma il mio inverno sarà migliore

Non avrò “lo stacco di coscia” ma il mio inverno sarà migliore

scritto da Arianna Fuccio

Avete presente quando vi innamorate di un oggetto e lo vedete ovunque, indosso a chiunque? Al supermercato, per strada, in città o in palestra? Vi capita mai di pensare: “Devo averlo, è un segno del destino se me lo ritrovo sempre?”. Beh, se la risposta è affermativa, come immagino, posso raccontarvi quello che mi è successo! Tutte – e dico tutte – le ragazze che conosco hanno un paio di questi stivaletti che si portano tanto adesso.. neri, mezza gamba, comodi, adatti ad ogni condizione atmosferica, ma io li detestavo. E più mi convincevo che non mi piacevano più me li ritrovavo ovunque! Pensavo: “Non mi staranno mai bene, sono troppo bassa per indossarli” oppure “Non ho certamente la gamba di Naomi Campbell da esibire, non troverei mai l’occasione adatta” e mille altre cose che non sto qui a raccontarvi (sappiamo tutte bene quante cosa passano nella testa delle ragazze prima di fare un acquisto, siamo tipo delle mitragliatrici che gettano fuori mille obiezioni in contrasto tra loro)!.

Così, certa che non ne avrei mai posseduto un paio vivevo serenamente le mie giornate fino a quando non mi sono scoperta pazza di quello stivale!! Lo cercavo in tutti i negozi, lo notavo subito ai piedi delle altre e ho preso l’unica decisione possibile: “Go there and buy it”.
Sabato mattina, di buona lena, mi sono preparata di tutto punto e sono scesa per la missione.. ma ora, vi domando, quanti tipi di diversi stivaletti esistono?! Come si fa a capire esattamente qual è quello adatto a noi? Io sono rimasta allibita! Ero sicura che, entrata nel negozio, li avrei visti lì e acquistati ma.. no! C’è quello più alto, quello più basso, quello con la suola di gomma, quello col tacchetto, quello nero, quello verde! Impossibile scegliere a primo colpo d’occhio – ah ragazze, se invece ci riuscite ditemi come fare, accorcerebbe molto le mie giornate di shopping e il mio ragazzo vi sarebbe riconoscente a vita!- Così, armata di tanta pazienza, ho scelto i modelli che preferivo e li ho provati. In quel momento, più di ogni altro al mondo, mi sono resa conto di quanto tempo ho sprecato ad illudermi che non li avrei mai avuti!.

Sapete quando indossate qualcosa che vi fa sentire potenti, e nella vostra mente appaiono costatazioni come: “Questo mi snellisce, questo mi rende sicuramente più alta, questo mi modella alla perfezione”? Ecco, io ero in uno stato di tranche, in cui tutto quello che contava era come quello stivale trasformava la mia caviglia. Ora, sono consapevole di essere sempre io ma, diciamocelo, quanto è bello avere in dosso qualcosa che ci fa sentire speciali? Sono andata avanti per un’oretta fino a quando… L’ho trovato e mi sono illuminata. Era il più semplice di tutti, stava lì e mi guardava, in attesa di essere scelto. Li ho indossati e ho pensato: “Capperi, questi si che mi stanno bene!”. Risultato: ovviamente, li ho acquistati. Quasi non volevo neppure il sacchetto, volevo indossarli direttamente!

Ora vi prego, ditemi se sono pazza o se anche voi vi sentite così, ditemi se anche a voi capita di detestare profondamente un capo e poi scoprire di non poter vivere senza!! Io da ieri ho questo sorriso stampato sul viso. “È solo un oggetto” dicono molti. E volete sapere come rispondo? “Vero, ma se non vi siete mai sentiti così dopo aver acquistato qualcosa a cui tenevate non avete mai avuto una vera esperienza di shopping!”

Ci pensate a come ci sentiamo noi donne, quando entriamo nei negozi? L’emozione, l’eccitazione, l’ambizione. Io ho sperimentato tutto e poi, appena comprati gli stivali ho iniziato a pensare a tutti gli outfit con cui indossarli, a tutte le calze da acquistare per giocare con i colori.. Insomma, non so se per voi è lo stesso ma io sento già che il mio inverno sarà un po’ più perfetto!!

 

2 Responses to "Non avrò “lo stacco di coscia” ma il mio inverno sarà migliore"

  1. eugenio   13 Giugno 2014 at 08:22

    Pianeta Terra chiama autrice del suddetto, mi sendi autrice? Riprendi contatto con Terra, autrice.

    Rispondi
    • arianna   13 Giugno 2014 at 19:53

      Sono qui, sempre avuto e sempre avrò contatto con la Terra per fortuna. A cosa devo questo commento?

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.