Tommy Emmanuel ritorna al Teatro Duse

Il musicista australiano è considerato uno dei massimi esponenti della chitarra acustica e nel concerto riproporrà l’album It’s never too late. Ospite d’eccezione sarà il chitarrista Andy McKee già vincitore di un Grammy Award.

Tommy Emmanuel ritorna al Teatro Duse

BOLOGNA – Sarà al Teatro Duse di Bologna che Tommy Emmanuel uno dei massimi virtuosi della chitarra acustica terrà un concerto alle ore 21 di mercoledì 5 Ottobre, con lui ci sarà anche Andy McKee un altro geniale interprete dello stesso strumento a condividere il palcoscenico, aprendo il concerto. Il palco sarà quindi calcato da due eccellenze della chitarra a livello mondiale. Tommy Emmanuel non è solo considerato uno dei maggiori esponenti della chitarra acustica, l’artista australiano ha saputo fare molto di più avendo ridisegnato e scompaginato uno stile chitarristico in virtù delle sue straordinarie performance concertistiche – suo il merito, fra le altre cose, di aver coniato il fingerpicking – Tommy Emmanuel è un musicista che esercita un’assoluta padronanza sullo strumento con uno stile unico e con quell’atteggiamento ludico, divertito e sprezzante di ogni rischio con il quale affronta alla “Tommy” i brani più complessi per non parlare della gioia e dell’entusiasmo quasi contagiosi – come se suonare fosse la cosa più semplice, naturale e immediata – in grado di appassionare tanto i colleghi musicisti quanto entusiasmare soprattutto il pubblico. Ogni performance del chitarrista è solitamente accompagnata da un successo e sold out difficilmente replicabili, specialmente in questi tempi.
Produttore, percussionista, compositore nonché esecutore dei suoi brani, Tommy Emmanuel che ha risentito negli esordi dell’influenza di grandi artisti del calibro di Chet Atkins ed Hank Marvin ha nel tempo maturato però uno stile molto personale. Vincitore di premi e riconoscimenti tra i quali  una nomination al Grammy Award nel 1998 insieme con Chet Atkins per l’album “The Day Fingerpickers took over the world” e la vittoria del Nammy (Nashville Music Award ndr) nel 1997, nonché della prestigiosa medaglia dell’“Order of Australia” per i riconoscimenti conseguiti nella musica e nello spettacolo senza parlare del suo forte impegno sociale essendo tra i sostenitori di “Kids Under Cover”, un’associazione che si occupa di  giovani senza tetto e che provvede loro sia alloggio che istruzione.

Un talento unico quello di Emmanuel che si esprime attraverso una serie di performance dal vivo davvero fuori dall’ordinario, in grado di trasmettere empatia ed emozione in chi vi assista, unite inoltre alla sua sorprendente gestione scenica che va ben oltre lo sfoggio di meri tecnicismi. L’energia dell’uomo accanto a quella indissolubile dell’artista gli consentono  di effettuare  dei tour mondiali alquanto lunghi nonché estenuanti. Gli eventi che lo vedono protagonista sono ritenuti imperdibili da coloro che già partecipi alle performance precedenti ne hanno potuto percepire tutta l’energia e il fascino dirompente che questo grande chitarrista emana.

A dividere il palco, come anticipato, sarà il giovane Andy McKee considerato uno tra i migliori chitarristi acustici al mondo. Dotato di grande energia e naturalmente incline sia verso la struttura della canzone che verso il tratto melodico, Andy McKee è quindi in grado di colpire sia l’occhio che l’orecchio,  capace di offrire com’è un grande spettacolo fatto di sound & vision insieme. McKee riesce così a “trasformare” le corde della sua chitarra fino a rendere, nelle sue performance, la complessità di una grande orchestra, arricchendo l’esecuzione mediante l’impiego di accordature alterate, l’uso del tapping,  e una personale tecnica a due mani. McKee è apparso più volte in copertina  su riviste specializzate sia nelle edizioni americane che inglesi di  Acoustic Guitar. McKee si è esibito  inoltre aprendo i concerti di artisti leggendari del calibro di Prince o dei Dream Theater.

Nel dicembre dello scorso anno Andy ha registrato tre concerti dal vivo,  le migliori performance da lui scelte saranno raccolte in Live Book, il suo primo album dal vivo in uscita il prossimo 22 aprile per la CGP Sounds Label, la casa discografica fondata proprio dallo stesso Tommy Emmanuel.

INFO

Teatro Duse di Bologna, via Cartoleria 42
051 231836 – biglietteria@teatrodusebologna.it
dal lunedì al sabato dalle 15 alle 19 e da un’ora prima dell’inizio degli spettacoli
teatrodusebologna.it

BIGLIETTI

Platea € 44
Prima galleria e palchi € 38,5
Seconda galleria € 33

 

 

 

 

 

Daniela Ferro

Daniela Ferro legge, scrive, ascolta ma soprattutto annusa. Appassionata di rose e di fragranze vive con 2 gatti, 3 conigli, due tartarughe, oltre 400 piante di rose che conosce e coltiva personalmente nonché un imprecisato numero di bottiglie di profumo.
Daniela Ferro

Leave a Reply

Your email address will not be published.