TIFF Toronto Film Festival. La La Land vince il premio del pubblico

TIFF Toronto Film Festival. La La Land vince il premio del pubblico

TORONTO – Vi raccontiamo della 41 esima edizione del TIFF, Toronto Film Festival, che ha ripercorso le tracce dell’ultima edizione del festival del cinema di Venezia.

Galeotto fu il festival del cinema di Venezia, determinante, almeno per La La land il film di Daniel Chazelle, quello di Toronto. L’autunno, la stagione più amata da critici e appassionati di cinematografia, si sa, regala sempre novità interessanti che, mai come quest’anno, si susseguono una dietro l’altra. Non ha, infatti, fatto in tempo a concludersi la mostra del cinema di Venezia che, qualche giorno dopo, dall’8 al 18 settembre, è toccato alla 41 esima edizione del TIFF, Toronto Film Festival. Nato nel lontano 1976 e destinato a diventare uno dei più importanti al mondo. A trionfare, in mezzo ad oltre 400 film proiettati, come prevedibile, una storia d’amore, dai tratti nostalgici e il sapore un po’ retrò. Lei, cameriera aspirante attrice, lui pianista duro e puro con la missione di salvare la musica, avvolti dalle luci sfavillanti di Los Angeles, vivono la loro storia d’amore a suon di balli e canti.

In un’epoca che sembra aver sancito la morte del musical, quest’ultimo rivive avvolto da atmosfere in cui al romanticismo cronico, si alterna la frenesia e il ritmo del mondo contemporaneo, una vera e propria favola, dove modernità e atmosfere d’altri tempi, si fondono in un’unica magia. Un mix vincente, destinato a commuovere e conquistare il pubblico che, ancora una volta, dimostra il bisogno e il desiderio di sognare. In esso rivivono le atmosfere struggenti e rarefatte di un tempo, si sorride, si rimpiange, si sogna. Un trionfo di pubblico, considerando che il festival di Toronto, ha come unico premio importante quello dato dagli spettatori, i quali, a quanto pare, si sono contraddistinti per il loro romanticismo considerando che alla visione horror del film “Law”, la maggior parte pare abbia accusato malesseri e svenimenti, nonostante lo scroscio di applausi e successi collezionato in occasione del festival di Cannes.

Non solo zucchero, tuttavia, al TIFF ma tanti film di qualità e non. Sprezzante la critica nei confronti del regista Ewan McGregor accusato di aver letteralmente “fatto a pezzi” il film “Pastorale Americana”. Definito un vero disastro, sancirà la fine storica di una carriera appena cominciata?

Sono venuta a Toronto sfruttando l’opportunità dei voli economici Air France anche per girare un pò per la città e fare la turista, ma i ritmi del TIFF non l’hanno permesso. Non vedo già l’ora di tornare in Canada! Tornerò per la prossima fashion week? In realtà qui, forse reduci dell’ultima edizione della settimana della moda canadese, la Toronto Men’s Fashion Week (TOM*), sulla passerella del red carpet si è vista tanta bellezza ma anche tanto cattivo gusto, determinato da stravaganti mise che ci sorprendevano malamente. Così, se a Venezia è stata la volta degli spacchi hot e dei nude look, al TIFF fantasie e minidress come se piovesse. Per qualcuna più che autunno sembrava fosse primavera, per qualcun’altra è evidente che “eleganza” facesse rima con “mattanza”. Pochissime le promosse, tra le star 2016, per il loro glam style che, indipendentemente dal loro gusto in fatto di look,bastano a fare del canadese, uno dei festival più amati dallo star system.

E in Italia?

Ne sono attese di belle, tutte rigorosamente dal 13 al 23 ottobre alla Festa del Cinema di Roma.

 

Ma qualora non foste convinti che nei “nostrani” red carpet si è vista tanta bellezza, vi suggerisco di risfogliare la gallery fatta a Venezia 2015 da cui abbiamo preso la foto di apertura con Ryan Gosling intento a firmare autografi.

Testo di Lia Giannini

Scatti RobinT copyright MyWhere

Redazione

In molte redazioni online, spesso, non si conoscono i veri autori degli articoli. MyWhere vuole presentare i suoi collaboratori e far sì che la bellezza della scrittura non racconti solo di viaggi o tecnologia ma anche di quella “mano invisibile” che rende la comunicazione così efficace. Vai alla pagina Redazione per conoscerci.
Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.