Saranno famosi?

Saranno famosi?
Centro Commerciale Gran Reno. 25 novembre. Sono qui per seguire le selezioni che proclameranno il prescelto o la prescelta per “Vampitour” spettacolo che  avrà luogo a Sala Europa  qui a Bologna, il 27 dicembre. Ci sono bambini che vanno dai 7/8 anni fino ai 14, tutti regolarmente accompagnati dai genitori e tutti ovviamente “smaniosi” di venire scelti. Tutti unanimemente disinvolti e affatto timidi.
Il gruppo di persone qui giunte è abbastanza numeroso e proveniente anche da fuori città: c’è chi si è già anche sobbarcato poco più di 200 km, solo per avere una remota possibilità. Il contesto è piuttosto informale: c’è un palco sul quale i ragazzini si esibiranno, un presentatore che fa del suo meglio – e ci riesce – per mettere i giovanissimi artisti a loro agio, personale di segreteria della produzione e ci sono anche due giudici molto attente a quanto avviene ma estremamente materne con tutti i giovanissimi lì presenti (piccola nota di redazione e piccola punta di Mywhere in giuria ci siamo anche noi nella persona di di Robin T Photography – Roberta Tagliaferri).
download
L’atmosfera giocosa e rilassata, non ha nulla a che vedere con quanto l’immagine classica di concorsi e competizioni  come queste, anzi! A dire il vero – benché- ognuno si auspichi di essere il prescelto, si incoraggiano fra di loro con gesti e parole, proprio come i bambini sanno fare, quando solidarizzano fra di loro. Ventisette le giovani e  spigliate promesse, ma solo una sarà la vincitrice è potrà partecipare al musical. La prescelta si chiama Giada 11 anni, pratica danza  già da 4 anni – e si vede!- fisico esile, agilissima capace di piegarsi come un giunco. La sua è stata una prova molto convincente, unendo alla danza moderna anche elementi presi in prestito dalla ginnastica artistica.
Accanto a lei anche 2 riserve: le bambine che hanno ottenuto le valutazioni migliori dalle due giudici ovvero Greta e Ginevra.
Saranno famose? Auguriamo loro di sì ma forse tutto ciò non ha poi troppa importanza, se come diceva De Coubertin “L’importante è partecipare”.

Daniela Ferro

Daniela Ferro legge, scrive, ascolta ma soprattutto annusa. Appassionata di rose e di fragranze vive con 2 gatti, 3 conigli, due tartarughe, oltre 400 piante di rose che conosce e coltiva personalmente nonché un imprecisato numero di bottiglie di profumo.
Daniela Ferro

Leave a Reply

Your email address will not be published.