Verona: numeri da record per Vinitaly 2016!

Verona: numeri da record per Vinitaly 2016!

Si è da poco conclusa a Verona la cinquantesima edizione di Vinitaly, il Salone Internazionale del vino e dei distillati.

Ogni anno Vinitaly ospita degustazioni tematiche di vini italiani e stranieri e convegni che affrontano le principali questioni legate al mercato, con analisi specifiche condotte dall’Osservatorio di Vinitaly Studi&Ricerche. Oltre alle aree espositive dedicate ai produttori di vino, il salone si compone di workshop, buyers club ed esposizioni speciali per promuovere il Made in Italy e far conoscere le aziende emergenti. Nel contesto di Vinitaly inoltre, si organizzano numerosi concorsi e premi internazionali, tra i più famosi il concorso enologico “L’Internazionale”, e il Premio Internazionale Vinitaly.

Insomma potremmo definirlo l’evento principe del vino da 50 anni a questa parte. Un evento enorme, in un giorno riesci a visitare al massimo il 20% dell’intera manifestazione. E in più, puoi trovarci di tutto. Dagli operatori che espongono il proprio prodotto, ai manager in cerca di carpire qualche segreto, ai bevitori appassionati, quelli che trovano il loro el dorado in un evento come questo. Quello che però è certo, è che Vinitaly va visitato almeno una volta nella vita. Il vino italiano è una delle più grandi eccellenze del paese, un’eccellenza che continua a godere di una considerazione altissima in tutto il mondo. Basti pensare che nel 2015 l’Italia è al primo posto nella produzione di vino davanti a Francia e Spagna.

I risultati di questa edizione sono stati davvero soddisfacenti. Registrati infatti, veri e propri numeri da record. 130 mila operatori coinvolti provenienti da 140 nazioni differenti, il numero dei buyer stranieri è cresciuto del 23%. Anche il nuovissimo fuori salone “Vinitaly and the City”, ha attirato quasi 30 mila presenze, dando così la possibilità agli operatori di diversificare la loro offerta e di attirare i visitatori anche nel cuore di Verona, facendone ammirare l’inestimabile bellezza.

L’obiettivo che ci eravamo prefissati è perfettamente centrato – afferma il presidente di Veronafiere Maurizio Danese – Parlano i numeri e i numeri parlano di un aumento di operatori che si incontrano e fanno affari. Verona resta la capitale del vino italiano, concetto certificato anche dal presidente della repubblica Mattarella e dal premier Matteo Renzi (presenti durante la manifestazione n.d.r.)”.

Vinitaly, Italia, primo produttore mondiale, la diplomazia del vino e la sua rappresentazione pubblica.

http://www.vinitaly.com/

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.