Il denim di Roy Roger’s al Pitti Uomo 90

Il denim di Roy Roger’s al Pitti Uomo 90

Il denim nostrano si mostra in tutto il suo splendore e know-how al Pitti Uomo 90 dedicato alla SS17, grazie alle creazione e al sapore vintage del marchio Roy Roger’s. Fondato nel 1949 da Francesco Bocci e specializzatosi nel blue jeans dal 1952, il brand è noto per la creazione del jeans dalle 5 tasche, di cui quelle posteriori dotate di zip, il triangolo nero presente sulla back pocket destra e l’immancabile logo.

Il gusto Roy Roger’s è fortemente radicato agli anni 70, periodo florido per questa denim house, che oggi ripropone con un piacevolissimo gusto vintage, rafforzato da una produzione completamente Made in Italy e sempre all’avanguardia in materia di ricerca tecnica e delle materie prime. Un prodotto che nasce dalle sapienti mani dell’azienda fiorentina Manifatture 7 Bell Spa, pioniera nella lavorazione del denim, e che da lì arriva nei nostri armadi e ovviamente alle fiere più importanti del mondo come Pitti Immagine.

Qui, come sul mercato in generale, negli anni ha saputo riproporsi e crescere sotto la veste di un marchio per un total look maschile, femminile e baby, fondendo la tradizione con i trend della moda attuale. Tra i padiglioni di questa manifestazione internazionale, per questa volta rivolta alla moda della prossima primavera/estate, Roy Roger’s ha presentato la nuova capsule collection RR’S composta da ricercatissimi jeans in otto lavaggi, fodera interna a fantasia e cartellini e salpe come veri segni di stile. Gli sproni interni si vestono, infatti, del tessuto della cravatteria, quelli sul davanti dei cotoni giapponesi stampati e le salpe di veri e propri tappeti indiani, incorniciati da bottoni e dettagli in tinta per dare vita ad una calzatissima palette cromatica.

Ma un marchio come Roy Roger’s non poteva fermarsi qui e presenta per la SS17 la nuova collezione The Sartorialist Roy Roger’s, in collaborazione con il fotografo di street-style di fama mondiale Scott Schuman, partnership inaugurata già dalla precedente edizione Pitti Uomo 89 per l’autunno/inverno 2016/2017. I capi di questa limited collection sono in pieno stile Roy Roger’s dal nitido sapore anni 70, ma resi contemporanei ed essenziali dalla visione del blogger per antonomasia.

Per chi, invece, preferisce la collazione tradizionale, presente negli shop per i venturi sei mesi estivi, l’ispirazione arriva al marchio attraverso quello che potremmo definire un mare bellico, grazie ad un linguaggio fatto di dettagli e stili presi dal mondo nautico e militare. Da qui derivano le costruzioni dei capi, i dettagli funzionali e il pattern camouflage, per una collection di carattere ma dai pesi piuma. La Sahariana è in felpa con i particolari termosaldati, la Field Jacket in nylon army e con venature create da trattamenti cerati e la Souvenir Jacket esce dall’archivio ri-attualizzandosi in versione rosso fegato, maniche color sabbia e ricami sulla schiena.

Chi l’ha detto che il vecchio non può diventare nuovo?

Ilaria De Leonardis

La passione per la moda e la comunicazione sono i cardini del mio essere e i poli che guidano la mia crescita e le mie aspirazioni. Romana, concreta e caparbia, ho fatto della scrittura una strada naturale, senza abbandonare quel senso di sfida e di libertà. Conoscere è il primo passo, lottare è uno stile di vita.
Ilaria De Leonardis

Latest posts by Ilaria De Leonardis (see all)

Leave a Reply

Your email address will not be published.