Teatro Olimpico 2018-19, la “Missione impossibile” per vivere meglio

Teatro Olimpico 2018-19, la “Missione impossibile” per vivere meglio

ROMADopo il grande successo della passata stagione, lo storico teatro della Capitale presenta per il prossimo anno una serie di spettacoli variegati e sorprendenti. Tra ritorni attesi ( Lillo & Greg, Maurizio Battista, Vittorio Sgarbi, Lorella Cuccarini e Solenghi-Lopez) e interessanti novità, scopriamo quali sono le proposte più interessanti.

Un teatro eclettico, mai banale e indirizzato ai giovani. E’ questo l’obiettivo del Teatro Olimpico per la stagione 2018-19. C’è un po’ di tutto, dai ritorni attesissimi alle interessanti novità, dalle commedie di prosa ai musical, dagli spettacoli di danza a quelli di magia e illusionismo e per non farsi mancare nulla verrà dato grande spazio al teatro visuale, al varietà, all’opera lirica e all’arte.

Al timone anche quest’anno c’è Lucia Bocca Montefoschi, confermata nel ruolo di Direttore Artistico, che ha voluto raccontarci qualche dettaglio in più sul programma dell’anno venturo: “Ho interpretato la stagione 2018-19 come un caleidoscopio, cercando, per ogni sfaccettatura, grandi interpreti, qualità eccellente, generi diversi di spettacoli. Il risultato di questa ricerca porta nel nostro palcoscenico moltissimi nomi prestigiosi, ritorni di grido e novità a dir poco intriganti”.

Dopo il grande successo della passata stagione, la formula rimane la stessa; il mantra dell’Olimpico è chiaro: rendere il Teatro accessibile a tutte le fasce di età ed economiche:L’obiettivo è quello di proporre una ricca scelta a ciascuno di voi per formare il proprio abbonamento e trovare nel corso dell’anno momenti di gioia ed emozioni “vive”, che solo il Teatro sa regalare. Le nostre proposte abbracciano tutte le età e ci piace pensare che la famiglia tutta ne possa godere. Anche i prezzi sono calibrati per tutte le tasche. Il Teatro è la nostra “missione impossibile” per vivere meglio!”.

Teatro Olimpico

E allora scopriamo insieme quali sono le proposte più interessanti di una stagione che si preannuncia davvero piena di sorprese.

Ad aprire lo show, subito dopo i 3 spettacoli di pre-apertura (26 settembre “Ridi con me” del comico Antonello Costa, “La Giara” e “La Bella Addormentata” dell’Accademia Filarmonica Romana programmati rispettivamente per il 4 e per il 6 ottobre)  sarà Vittorio Sgarbi con il suo “Leonardo” ( dal 10 ottobre), un’incursione nella meravigliosa storia dell’artista rinascimentale. Per il critico, che si era già cimentato al Teatro Olimpico con spettacoli dedicati a Michelangelo e Caravaggio, si tratta di un ritorno. Attesissimo naturalmente.

Il mese di ottobre si chiude con un altro ritorno speciale, quello di Massimo Ranieri che, dal 23, offrirà al pubblico tutto il suo repertorio legato alla musica napoletana nello spettacolo “Sogno o son desto 400 volte”.

Il mese di novembre si apre con la musica classica, spazio quindi all’Orchestra di Piazza Vittorio che ripropone il capolavoro di Mozart “Don Giovanni”. Dal 20 invece uno degli spettacoli più attesi dell’intera stagione che vedrà Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia recitare insieme in “Non hai più detto ti amo” commedia romantica scritta e diretta da Gabriele Pignotta.

Tante risate anche a dicembre con il ritorno di Lillo e Greg, che in “Gagman” proporranno nel periodo natalizo (dal 18) una coppia di supereroi a dir poco particolare.

Teatro Olimpico
Lillo e Greg

Per goderci una delle grandi novità di quest’anno dobbiamo attendere fino a gennaio inoltrato. Il  Teatro Olimpico verrà infatti investito da un’atmosfera di magia pura con “Supermagic” il varietà di magia ideato da Remo Pannaim che questa volta, arrivato al sedicesimo anno, si intitolerà “Alchimie”.

Da non perdere poi il debutto internazionale della compagnia Momix con “Alice nel paese delle meraviglie” (da febbraio), uno spettacolo in cui immagini oniriche e fantastiche vengono evocate grazie all’interazione di corpi umani, costumi, attrezzi e giochi di luce. La produzione, nuova per Roma, è nata nel 2015 per festeggiare i 35 anni d’esistenza di Momix, trascorsi in giro sui palcoscenici più importanti di tutto il mondo.

Teatro Olimpico
Il Momix in scena

Marzo invece segna il ritorno alle risate. C’è Maurizio Battista, che porta in scena “Papà perché l’hai fatto?” e subito dopo la mitica coppia Lopez-Solenghi (aprile), rientranti sul palco dopo 15 anni di assenza con uno show fatto di performance, improvvisazioni e omaggi alla grande Anna Marchesini.

E per concludere l’omaggio a Pino Daniele, con uno spettacolo dal titolo “Musicanti”, musical con le grandi canzoni dell’artista napoletano.

Confermata anche quest’anno la formula dell’Abbonamento a scelta di cinque o sette spettacoli tra quelli proposti, acquistabile anche online direttamente sul sito del Teatro Olimpico. Anche per la prossima stagione, i prezzi dell’abbonamento restano invariati: a partire da 100€ per l’abbonamento a 5 spettacoli e da 140€ per il pacchetto a 7 spettacoli.

Per ulteriori Info sulla nuova stagione del Teatro Olimpico cliccate qui

Teatro Olimpico 2018-19

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.