Alla scoperta di Boscoducale, la città del grande pittore Jeronimous Bosch

Boscoducale, la tranquilla cittadina di origine borgognone a soli 90 chilometri al sud di Amsterdam non è solo il capoluogo dell’ospitale provincia del Brabante ma è anche la città natale del più celebre pittore medievale olandese: Jeronimus Bosch. Il visionario artista, autore di tavole lignee dal sapore surreale e contemporaneamente fortemente realistico, nasce qui nel 1453 e vi muore precisamente 500 anni fa, ragione più che sufficiente per un degno programma di celebrazioni sia in città che nel resto della provincia. La città è perfettamente conservata con le sue mura intatte e la sua atmosfera che ben si presta a fare da scenario ad una manifestazione artistica di questo calabro. Si inizia con la grande mostra al Noordbrabantsmuseum “Jeronimus Bosch, visioni di un genio” (dal 13 218.5 2016) in gran parte basata sui risultati delle ricerche condotte dal Bosch Research and Conservation Project ed espone 20 dipinti tra tavole e trittici e 19 disegni, provenienti dai più importanti musei del mondo e tornati, per un’unica volta, nel luogo dove furono creati. Tra questi ‘Il Carro di Fieno’ che, dopo 450 anni, lascia, per la prima volta, il Museo del Prado di Madrid in perfetto stato, dopo il recente restauro. Questa mostra rappresenta il fil rouge sul quale si dipana una manifestazione che prevede attività svariate: dal carnevale a tema, ai giri in battello sul tortuoso Binnendieze, il fiume che attraversa la città, financo a mostre di design e arte contemporanee, balletti e concerti. E le orme dell’artista si ritrovano facilmente nei vicoli affascinanti del centro storico, nella Vughterstraat dove nacque o nell’ariosa Piazza del Mercato dove Bosch si trasferì dodicenne e crebbe nell’affermato atelier dove lavorarono tre generazioni di familiari. La città conserva pienamente questo retaggio tardo gotico nel suo centro storico che trova il suo cuore nell’antica Chiesa di Sint Jan dalla eampie coloratissime vetrate. Ecco brevemente riassunti i tanti appuntamenti che aspettano quest’anno il visitatore:

Spettacolo di danza Jeronimus (Indirizzo: Teatro Aan de Parade, Parade 23, 11 febbraio, orario 19.30 entrata 20 euro) uno spettacolo ispirato all’artista che segna l’apertura della più grande esposizione che si sia mai tenuta nella città natale del maestro.

Bosch Experience (indirizzo: Markt, dal 4 marzo fino al 31 dicembre, gratis) Una passeggiata nella città per ritrovare in 3D e augmented reality le figure “fuggite” dal trittico ‘Il giardino delle delizie’. Un’ottima maniera per visitare i luoghi cari a Bosch e sentirsi contemporaneo del grande pittore.

Il mondo di Bosch (Indirizzo: nel centro città, tra Jeroen Boschplein e Bethaniestraat, 4 e 5 giugno, orario 10-18, gratis) Un weekend ‘medievale’ per rivivere la Boscoducale del primo ‘500 tra mercati e giostre e tanti figuranti in costume. Non mancano prelibatezze medievali innaffiate da birre trappiste, e spettacoli di funamboli e trovatori.

La Parata di Bosch (Indirizzo: centro città, 16-ore 20-, 18-ore 17- 19-ore 15-giugno, gratis) Lungo il fiume un lungo corteo di barche dalle coreografie contemporanee ma ispirate alle visioni del grande pittore.

Festival Boulevard (in città e dintorni, 4 – 14 agosto, orari pomeridiani e serali, biglietti a partire da 18 euro) artisti celebri e giovani talenti per questo festival internazionale nei più bei angoli della città e dintorni www.festivalboulevard.nl

Un requiem per Bosch (indirizzo: Cattedrale di Sint Jan, Torenstraat 16, 4 novembre orario 19.30-21) Appositamente composto per questa occasione da Detlev Glanert, il Requiem sarà eseguita in prima mondiale dall’Orchestra Filarmonica Olandese

Bosch Gran tour (fino ad aprile 2017) Non solo Boscoducale ma tutta la provincia del Brabante si unirà alle celebrazioni con mostre a tema. Oltre allo Stedelijk Museum della città con un’interpretazione moderna di Bosch da parte di Jan Fabre, altri cinque musei come il Van Abbemuseum di Eindhoven (Indirizzo: Bilderdijklaan 10, tel 0031(0)402381019 www.vanabbemuseum.nl dal 16.4 al 2.10 Il principio del presente? Intorno agli anni ‘80, orario: mar-dom 11.17 gio 11-21 lun chiuso, ingresso 12 euro, 13-18 anni 6 euro fino a 12 anni gratis, ingresso famiglia: 18 euro, mar 15-17 gratis, il MOTI Museum of the Image di Breda (Indirizzo: Boschstraat 22, tel. 0031(0)765299907 www.motimuseum.nl dal 2.4 al 31.12 Le nuove delizie di Breda, ingresso: 7,50 euro, orario mar-dom 10-17 lun chiuso), il Natuurmuseum Brabant, (Indirizzo: Spoorlaan 434 Tilburg tel 0031(0)135353935 www.natuurmuseumbrabant.nl 1.4.16/1.4/17 Gli animali di Jeroen Bosch, entrata € 10 orario mar/ven 10-17 sab-dom 11-17,) il Textiel Museum di Tilburg, (Indirizzo Goirkestraat 96 tel 0031(0)135367475 www.textielmuseum.nl orario: mar-ven 10/17 sab-dom 12/17 lun chiuso, Ingresso 10 euro, 13-18 anni 3,50 euro, fino a 12 gratis, dall’8.4 al 30.9 Il ritorno dell’elefante), e il De Pont Museum di arte contemporanea di Tilburg, (Indirizzo: Wilhelminapark 1, Orari: mar-dom 11/17 lun chiuso, terzo gio del mese gratis ore 17/20 tel 0031(0)135438300 www.depont.nl 11.6-16.10 Slave City di Atelier van Lieshout Ingresso 10 euro fino a 18 anni gratis) prenderanno parte a questa manifestazione all’insegna dell’arte di alto livello.

Come arrivare. KLM (Call center 02 38594998 www.klm.it) vola ad Amsterdam da 7 città italiane: Milano, Torino, Venezia, Bologna, Firenze, Roma e, dal prossimo 22 aprile con biglietti già acquistabili, anche da Genova. Tariffe light, con solo bagaglio a mano e acquistabili con almeno 14 giorni di anticipo, a partire da € 108, andata e ritorno, tasse e supplementi inclusi.

KLM, nota per la sua propensione all’innovazione e al rispetto per l’ambiente, è inoltre la prima compagnia aerea al mondo ad aver integrato l’attività di social networking con il proprio sistema di prenotazione e offre la possibilità di acquistare il biglietto anche tramite Facebook (www.facebook.com/KLM_ITA) e Twitter (www.twitter.com/KLM_ITA).

Direttamente dall’aeroporto di Amsterdam (la stazione è sotto alla hall centrale del Terminal 1) parte un treno ogni 15 minuti per Boscoducale. La durata del viaggio è di 65 minuti, il costo solo andata 16,20 euro, www.ns.nl

In auto o in treno

Boscoducale si trova a un’ora da Amsterdam, Rotterdam e L’Aia, dalle tre stazioni parte un treno ogni 15 minuti www.ns.nl

Per maggiori informazioni circa la manifestazione www.bosch500.nl

Per maggiori informazioni sul viaggio e sull’Olanda più in generale www.holland.com

Boscoducale

Paola De Groot

Moda, design, food, travel, arte e lifestyle nelle pagine della giornalista Paola de Groot. Residente in Olanda e con oltre vent’anni di corrispondenza dall’estero, da vera insider, ci porterà con sè attraverso i suoi racconti e le sue scoperte. Rilassatevi sul divano con il computer bene aperto, si parte!
Paola De Groot

Leave a Reply

Your email address will not be published.