The Adventures of Alice per tornare bambini

The Adventures of Alice: torniamo bambini inseguendo il Bianconiglio nel Paese delle Meraviglie

The Adventures of Alice per tornare bambini

ROMA – Fino al 19 Marzo 2017 avrete l’occasione di immergervi nella magia di Alice Wanderland; arriva a Roma, in prima mondiale, l’esperienza immersiva The Adventures of Alice incentrato sul celebre romanzo inglese di Lewis Carroll, una delle più belle favole di sempre.

Pubblicata ormai 150 anni fa, rimane ancora oggi una delle storie più apprezzate, dai bambini che la scoprono per la prima volta e dagli adulti che la ricordano con affetto ed occhi sognanti.

Anche in questo caso non ci troviamo di fronte ad una mostra ma ad uno show multimediale e tecnologico: SENSORY4TM, sistema multicanale che armonizza motion graphic e suono surround, permette di coniugare la narrazione con immagini di grande effetto.

Nella sua versione originaria, i disegni di John Tenniel prendono vita davanti ai nostri occhi; Ennio Coltorti è la voce narrante e ci permette di seguire le azioni e i pensieri dei personaggi mentre le parole scorrono su enormi libri sfogliati dalla nostra immaginazione.

Quale bambino non vorrebbe mettersi nei panni della nostra protagonista dai capelli dorati, curiosa del mondo e pasticciona, mangiare un biscotto che rimpicciolisce o bere una pozione che permette di diventare altissimi? Un viaggio che si trasforma in avventura, durante la quale incontreremo un misterioso bruco ed un gatto parlante dal sorriso magico, berremo thè con una lepre e ci intratterremo in dialoghi senza senso con bizzarri personaggi. Magari qualcuno di loro spererà davvero, addormentandosi la sera, di poter entrare in quel magico mondo, lontano dalla realtà.

Alice con la sua purezza continua ad essere una delle protagoniste più amate, ma dovremmo accorgerci che il suo è un viaggio anche interiore.

La realtà che diventa un sogno o un sogno che si trasforma in realtà? Quante volte svegliandoci abbiamo sperato che qualcosa di quel mondo sospeso in cui ci siamo trattenuti per una manciata di ore che sembravano dilatarsi all’infinito, potesse venir con noi, ad allietare il nostro risveglio…tutti conosciamo quell’amarezza nell’accorgerci che questo non può verificarsi e l’unica cosa che si può fare è trattenere nella propria mente quelle immagini e continuare a dargli vita.

Forse il frettoloso Bianconiglio con in mano il suo orologio ticchettante è lì per lei (e un po’ per noi) a ricordare che di fronte al tempo che scorre dobbiamo agire, prendere decisioni e, se necessario, scivolare nei tunnel stretti e bui che ci spaventano e riemergervi dopo aver affrontato quello che pensavamo insormontabile poiché, da eroi o sconfitti, riemergeremo.

Precipitare in una voragine, un po’ per caso un po’ per scelta, e trovarsi in un mondo tra il magico e il pauroso: è necessario attraversarlo con il giusto timore ma con il senso di sfida di chi vuole scoprire.
Animali parlanti che ci costringono a riflettere sulle scelte da compiere: quale strada percorrere? Da quale parte andare? Si può prendere meno di niente? Sono gli altri ad essere pazzi o noi a sentirci diversi?

Rimpicciolirsi, ingrandirsi: a giorni alterni servirebbe a tutti la giusta pozione per far fronte a come ci sentiamo. Assurdità e follia dovrebbero intervallare la vita di ognuno di noi, irrompere nella monotonia delle regole, degli schemi che ingabbiano ciò che è giusto e ciò che è sbagliato; cercare di non distruggere la speranza (o l’illusione) che ciò che vogliamo diventi possibile.

Divagamenti di una mente a parte, affrettatevi ad entrare nella tana del Coniglio, ma lasciate al di fuori il vostro mondo, vestite i panni dei bambini e fatevi sorprendere dal paese delle meraviglie.
Finito lo spettacolo, attraverso il multicolore buco della serratura, uscirete dal Paese di Alice per entrare in un bar stile Wonderland.

Purtroppo il prezzo del biglietto non è tra i più bassi ed andrebbe considerato che l’offerta si rivolge soprattutto alle famiglie con più di un bambino.

La location che ospita l’evento è il “Guido Reni District”; l’ex caserma Guido Reni di proprietà della Cassa Depositi e Prestiti sarà inizialmente sede di manifestazioni temporanee in attesa della riqualificazione edilizia che coinvolgerà un’area di circa cinque ettari (di fronte troviamo il MAXXI, a poca distanza il Parco della Musica) in cui andranno a convivere insediamenti abitativi e (speriamo..) un centro polifunzionale pubblico.

Già con Van Gogh Alive – The experience (prodotto sempre da Grande Exhibition) Cassa Depositi e Prestiti aveva messo a disposizione Palazzo degli Esami a Trastevere, di sua proprietà, avviandolo finalmente a nuova vita dopo il sequestro. In questo caso lo show ci aveva lasciato con qualche perplessità in merito alla strutturazione della sequenza delle immagini; il tipo di esperienza “immersiva”, così come viene definita, raggiunge, in questo caso, le sue potenzialità nella trasformazione delle parole in immagini.

THE ADVENTURES OF ALICE
8 Dicembre 2016 – 19 Marzo 2017
Guido Reni District – Via Guido Reni, 7

Per maggiori informazioni consultare il sito

Alice

Giulia Chellini

Silenziosa scrutatrice, appassionata di arte e restauro; spesso sogno ad occhi aperti il mondo come dovrebbe essere per dimenticare il mondo come è..ed intanto perdo l’autobus. Fotografo dettagli insignificanti, cerco quadrifogli nei prati e parlo con i gatti. Penso che lo scopo della vita sia racchiuso nella parola “scoprire”: luoghi, cose e persone.
Giulia Chellini

Leave a Reply

Your email address will not be published.