Trading online: boom di ricerche per le piattaforme di investimento, ma quali sono le migliori?

Trading online: boom di ricerche per le piattaforme di investimento, ma quali sono le migliori?

ITALIA – Dove si rivolgono gli investitori che desiderano affacciarsi al mondo del trading? Come cercare le piattaforme migliori e più attendibili con gli strumenti utili per fare trading online?

Molti investitori che desiderano affacciarsi al mondo del trading cominciano ricercando innanzitutto le piattaforme migliori e più attendibili: non a caso, le ricerche online in tal senso stanno conoscendo un momento di vero e proprio “boom”, perché devono coincidere anche più fattori diversi: una certificazione ufficiale come prima cosa, ma anche commissioni basse, spread vantaggiosi e depositi minimi idonei alle proprie esigenze. Non solo, un neofita necessita anche di un’interfaccia user friendly e magari di un’app dedicata per poter operare anche fuori casa. Al fine di individuare l’intermediario più adatto con cui operare sui mercati finanziari, è opportuno consultare la guida alle migliori piattaforme di trading realizzata dagli esperti di Tradingonlinetop.com, sito di riferimento nel settore che mette a disposizione degli utenti risorse e strumenti utili per fare trading online.

Quale broker scegliere

Uno dei broker forse più conosciuti in assoluto è di certo e-Toro: interfacce intuitive, numerosi asset con cui operare e zero commissioni sono solo alcuni dei motivi per cui rimane una delle piattaforme più gettonate del web. Non solo, ma questo broker rigorosamente certificato offre anche modalità di trading automatico e l’utilissima Trading Academy, ovvero materiale didattico gratuito per imparare o approfondire i principali aspetti degli investimenti.

Specializzata in particolar modo nel mercato dei CFD, Capex.com si avvale proprio di un conto demo illimitato, che simula in maniera piuttosto fedele un conto reale. Anche qui troviamo materiale formativo molto interessante e chi lo desidera può partecipare gratuitamente ai webinar spesso proposti per approfondire i temi “caldi” del trading.

Tra le piattaforme di nuova generazione, invece, va segnalata XTB, che si orienta in special modo su azioni, ETF e CFD. Oltre a un corso orientato alla pratica, questo broker offre un‘ottima assistenza al trader, così da diminuire il più possibile il margine di errore guidandolo e fugando eventuali dubbi.

Infine, sono da citare anche Trade.com, che si propone di supportare sia i trader neofiti che quelli più navigati, e il più recente LiquidityX, dalla grafica essenziale e specializzato soprattutto in CFD.

Come fare trading online

Verificando le peculiarità di ognuna di queste piattaforme, il trader neofita potrà decidere quindi quale sia più adatto alle sue esigenze: ad esempio, se ama operare con i CFD (o contratti per differenza) si orienterà su quello che offre maggiormente questo tipo di operazione. Si tratta di individuare, nella maniera più corretta possibile, il trend del mercato di un determinato asset e impostare una risalita (posizione long) o persino una discesa (posizione short) al fine di ottenere vantaggi se la previsione si rivela corretta. Molti broker, a tale scopo, offrono puntuali segnali di trading, che sono analisi tecniche stilate da esperti che consentono di avere “il polso” del mercato anche in tempo reale.

Gli ETF sono invece fondi comuni d’investimento a gestione passiva (Exchange-traded funds), sui quali quindi non si ha diretto controllo e spesso rappresentano una modalità di fare trading che consente di diversificare le operazioni. Tra gli asset più gettonati ritroviamo invece le azioni, le obbligazioni, le materie prime, ma anche monete virtuali (le criptovalute) e reali.

Nella scelta finale va valutata anche la convenienza dello spread, che rappresenta l’unica fonte di guadagno per i broker davvero attendibili, ovvero la differenza tra il prezzo di acquisto e quello di vendita di un asset, ma anche la facilità di interfacciarsi con altri trader più esperti come avviene nel social trading. Di certo, anche sfruttare più di un conto demo e leggere le recensioni dei trader che hanno operato prima rappresentano due dei modi migliori per scegliere il broker più attendibile che incontra le proprie esigenze.

17 LUGLIO FLAVIO

Flavio Redhair
Latest posts by Flavio Redhair (see all)

Leave a Reply

Your email address will not be published.