A tutta frutta: il primo libro di Gino Fabbri dedicato alle confetture

Gino Fabbri mette a disposizione dei lettori la sua esperienza nel mondo della pasticceria con oltre 60 ricette dedicate alle confetture e alle marmellate.

Il Martedì 3 Novembre nel cuore del centro di Bologna nel prestigioso Hotel i Portici di Via Indipendenza si è tenuto il primo evento off di “Food and Pastry” manifestazione dedicata alla cucina, alla pasticceria e al beverage che si svolgerà dal 20 al 22 Novembre presso BolognaFiere. Il Presidente dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani  Gino Fabbri ha presentato il suo primo libro “A tutta Frutta” dedicato al mondo delle confetture.

In questo volume Gino Fabbri ha messo a disposizione dei lettori la sua trentennale esperienza nel mondo della pasticceria con un ricco ricettario che comprende oltre 60 tutte dedicate alle confetture e alle marmellate, riccamente illustrato e con una chiara spiegazione di ogni singolo passaggio e delle attrezzature migliori da utilizzare. Il Maestro guida “A tutta frutta” è un titolo che parla da sé: il volume affronta il grande capitolo delle conserve in pasticceria, spaziando da quelle in barattolo, di pronta vendita, a quelle per la farcitura di crostate e biscotti, ai cocktail estivi, alle gelatine da banco. Il tema infatti è di quelli lungamente attesi dai professionisti, poiché le marmellate sono un universo in continua evoluzione sia dal punto di vista creativo che da quello pratico-tecnico. In questo volume, Gino Fabbri infatti guida il lettore fornendogli sia le numerose ricette che possono arricchire il suo laboratorio e la sua vetrina, sia precisi e dettagliati consigli operativi che lo mettano in condizioni anche se per la prima volta – di costruirsi una varia e accattivante linea di produzione di confetture e marmellate. Niente è lasciato al caso, a partire dalla corretta nomenclatura (si dice marmellata o confettura?): dalle gelatine alle composte, dalle basi per cottura , alla corretta valutazione stagionale, per ottenere dalla frutta il miglior risultato in termini di gusto, ma anche la migliore resa di servizio. Gino Fabbri infatti insiste sulla stagionalità degli ingredienti e critica un po’ noi italiani che ci facciamo prendere dal gusto dell’esotico e pretendiamo ad esempio  le fragole a dicembre per le nostre confetture invece i francesi  che paradossalmente hanno materie prime peggiori ma hanno sempre seguito la stagionalità degli ingredienti sono riusciti a crearsi una reputazione migliore in questo ambito.

Seguendo i consigli di uno dei più noti e stimati pasticceri italiani tutti potranno quindi cimentarsi nella preparazione delle confetture grazie a questo libro adatto sia ai neofiti che agli appassionati del genere.

A tutta frutta di Gino Fabbri

“A tutta frutta”: il primo libro di Gino Fabbri dedicato alle confetture

Sara Di Paola

Fin da quando ero bambina si diceva che in me convivevano due lati opposti: seria e quasi timida a scuola ed estroversa nella vita privata. Questa mia seconda caratteristica l’ho applicata a due attività che potessero esprimere al meglio la mia vena artistica e il mio amore per lo spettacolo: il ballo, ma soprattutto, il teatro che, dopo tanta gavetta, mi ha portato a diventare attrice professionista e mi ha permesso di trasformare un hobby in un secondo lavoro. E se è vero che si comincia un po’ a morire nel momento in cui cala il fuoco di ogni nostra passione, il mio non si è ancora spento e così passo la mia settimana destreggiandomi tra lavoro, amici, fidanzato, ballo e teatro in un incastro perfetto…o quasi!
Sara Di Paola

Potrebbe interessarti anche:

Sara Di Paola

Fin da quando ero bambina si diceva che in me convivevano due lati opposti: seria e quasi timida a scuola ed estroversa nella vita privata. Questa mia seconda caratteristica l’ho applicata a due attività che potessero esprimere al meglio la mia vena artistica e il mio amore per lo spettacolo: il ballo, ma soprattutto, il teatro che, dopo tanta gavetta, mi ha portato a diventare attrice professionista e mi ha permesso di trasformare un hobby in un secondo lavoro. E se è vero che si comincia un po’ a morire nel momento in cui cala il fuoco di ogni nostra passione, il mio non si è ancora spento e così passo la mia settimana destreggiandomi tra lavoro, amici, fidanzato, ballo e teatro in un incastro perfetto…o quasi!
Sara Di Paola

Leave a Reply

Your email address will not be published.