EstOvest Festival, le strade del suono s’incontrano a Torino

EstOvest Festival, le strade del suono s’incontrano a Torino

TORINO – Dal 5 ottobre al 2 dicembre, torna il tradizionale appuntamento autunnale con la musica classica contemporanea. Ancora una volta, non mancherà la ricerca di nuovi linguaggi, di culture musicali “altre”, di punti d’osservazione distinti e di nuove domande.

Manca poco, anzi pochissimo alla 18′ edizione di EstOvest Festival, rassegna che pone al centro il continuo scambio musicale tra culture. Il Festival, promosso dall’Associazione Ensemble Xenia, quest’anno diventa maggiorenne: un traguardo significativo per una iniziativa che ha saputo crescere negli anni diventando un punto di riferimento a livello nazionale per i cultori del settore.

L’iniziativa quest’anno aumenta la programmazione: gli appuntamenti saranno infatti 27 distribuiti nell’arco temporale di due mesi e spazieranno fra concerti, produzioni esclusive, spettacoli, prime esecuzioni e incontri che partendo dalla musica esploreranno altre discipline artistiche come la danza, l’arte e la letteratura in una commistione all’insegna della fluidità e della continuità.

18 ANNI E NON SENTIRLI

estovest festival

Sin dalla prima edizione – spiega la presidente dall’Associazione Ensemble Xenia – EstOvest ha rispecchiato l’evoluzione della musica contemporanea facendo conoscere a Torino compositori espressione delle più diverse culture musicali del nostro tempo e alcuni dei migliori interpreti della scena nazionale e internazionale. Se nel corso degli anni il pubblico è cresciuto e ci segue anche a fronte di proposte insolite, è soprattutto grazie alla collaborazione e all’impegno delle istituzioni culturali e dei partner che condividono questo nostro percorso”.

GLI OSPITI

Tanti gli ospiti di rilievo: da Virgilio Sieni a Gabriele Mirabassi, da Gianluigi BeccariaMichaël Levinas, da Christa Butzberger a Lukas Hagen solo per citarne alcuni. Gli episodi del Festival, come di consueto, saranno ospitati dai più prestigiosi luoghi della cultura torinese: Museo Ettore Fico, Castello di Rivoli, Museo Egizio, Polo del ‘900 tra gli altri, ma si spingeranno oltre i confini cittadini toccando ll teatro Giacosa di Ivrea, l’Accademia di Musica di Pinerolo, le Langhe di Castino e Clavesana, lo spazio Kor di Asti, i castelli della Manta e di Masino fino a spostarsi in territorio Ligure.

LA GIURIA

Claudio Pasceri
La giuria decreta il vincitore della Call For Scores dell’Estovest Festival (il concorso di composizione) ed Edoardo Dadone è risultato il vincitore.

La giuria dell’EstOvest Festival 2019 sarà così composta. Ecco i membri ufficiali:

Geneviève Létang, arpista Ensemble Linea, docente Conservatoire Nationale Supérieur de Musique et de Danse de Paris
Andrea Rebaudengo, pianista, membro dell’ensemble Sentieri Selvaggi
Matteo Manzitti, compositore, Direttore Artistico Le Strade del Suono
Claudio Pasceri (qui trovate la nostra intervista con lui), violoncellista, Direttore Artistico EstOvest Festival

ESTOVEST FESTIVAL: PROGRAMMA COMPLETO

Samantha Viva

Non basta una vita per vedere tutti i posti in cui vale la pena vivere e leggere tutti i libri che avrei voluto scrivere. Nonostante tutto, mi attrezzo ogni giorno per viaggiare un po’ – anche con la mente – e per scrivere di qualcuno o di qualcosa. Catanese di nascita, con la Sicilia nel cuore, l’impegno verso i più deboli e gli emarginati come missione; curiosa di me stessa e degli altri. Ho scritto di Sociale, Antiracket, Esteri e Cultura . Mi capita di vivere in città, piccole e grandi, di cui mi innamoro solo un po’, prima di abbandonarle. In questi anni ho scoperto un piccolo centro del cuneese e da qui indago più a Nord, per scoprire abitudini e persone. Mi piace andare al cuore delle cose e usare la penna e le immagini per raccontare il nostro tempo.
Samantha Viva

Leave a Reply

Your email address will not be published.