Planimetria della casa: cos’è e come ottenerla

Planimetria della casa: cos’è e come ottenerla

ITALIA – Quali sono pratiche le burocratiche e dove richiedere la documentazione relativa agli immobili? Proviamo intanto a chiarire dubbi sulla documentazione necessaria, ed in che modo si può ottenere la planimetria della casa.

Le pratiche burocratiche legate agli immobili (a loro volta legate a procedimenti quali interventi di ristrutturazione intensiva, successione ereditaria, cessione, vendita e simili) richiedono spesso l’impiego di una documentazione ben precisa, relativa alle caratteristiche strutturali (e non solo) del bene oggetto della pratica stessa. Tra i certificati che più di frequente possono rendersi necessari in situazioni di questo tipo figura la planimetria: vediamo di seguito di cosa si tratta e quali sono i modi per ottenerla in caso di necessità.

Cos’è una planimetria catastale

La planimetria catastale è un documento tecnico che contiene il disegno di una mappa in scala (1:200) in formato A4; quest’ultima riporta il perimetro della struttura dell’immobile e la suddivisione interna della stessa, individuando i singoli locali e le eventuali aperture presenti (porte o finestre). In aggiunta, la planimetria riporta anche gli elementi che fanno parte delle cosiddette “pertinenze”, come ad esempio una cantina, un giardino o altro. La planimetria viene chiamata “catastale” in quanto il documento viene registrato e conservato presso il Catasto, ossia il registro dei beni immobili siti sul territorio italiano (si divide in Catasto dei fabbricati e Catasto dei terreni). Dal punto di vista tecnico, la planimetria consente di visionare tutte le caratteristiche tecniche e strutturali del fabbricato (la planimetria dei terreni non esiste), quali le dimensioni, l’estensione superficiale, la distribuzione dei vani interni, le vie d’accesso e quant’altro.

Planimetria della casa

Come ottenere una planimetria del Catasto

Il sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate riporta, nell’apposita sezione, le modalità di ottenimento di una planimetria catastale. Sul portale, si legge che il documento può essere richiestodai titolari di diritti reali, risultanti in catasto, o da loro delegatimentre la consultazione “può avvenire presso qualsiasi Ufficio provinciale – Territorio, sportello catastale decentrato o in modalità telematica tramite i servizi disponibili sul sito dell’Agenzia”. Alcune planimetrie sono disponibili solo in formato cartaceo, in quanto non sono state ancora meccanizzate né digitalizzate; pertanto, riferisce l’Agenzia delle Entrate, “la consultazione dei dati disponibili solo in formato cartaceo è possibile unicamente presso l’Ufficio provinciale – Territorio competente, con esclusione delle sedi di Trento e Bolzano, dove il servizio è gestito dalle rispettive Province autonome” (dal momento che a Trento e Bolzano è in uso il Catasto Tavolare). In tal caso, “la richiesta deve essere motivata, ad esempio, per esigenze collegate a profili urbanistici ed edilizi stabiliti a livello comunale o regionale, oppure ad attività di carattere peritale finalizzate all’individuazione di particolari profili civilistici, mirati a definire questioni contenziose, tali per cui risulta necessario ricostruire la storia grafica di ciascuna unità immobiliare”.

Planimetria della casa

L’acquisizione fisica delle planimetrie è quindi soggetta agli orari di apertura e chiusura degli uffici territoriali del Catasto; esiste, però, un’alternativa più rapida ed elastica rappresentata dai portali specializzati nell’estrazione di documenti d’archivio per pratiche burocratiche di vario tipo. Ragion per cui, qualora servisse, ad esempio, una planimetria casa, è possibile rivolgersi anche a siti quali Ivisura per ottenere il documento in tempi rapidi, dietro pagamento di una tariffa.

La procedura è molto semplice: basta inserire nell’apposito tool online messo a disposizione dal sito i dati anagrafici del proprietario, quelli identificativi dell’immobile e allegare un documento di identità del soggetto che vanta diritti reali sul bene accatastato. In genere la planimetria viene inviata all’utente che l’ha richiesta entro due ore lavorative (il tempo di consegna può variare leggermente a seconda del portale che eroga il servizio); nel caso in cui il certificato serva con particolare urgenza è possibile, pagando un sovrapprezzo, ottenere l’invio in minor tempo. Il principale vantaggio di questo tipo di soluzione è rappresentato dalla grande praticità e dalla possibilità di ricevere la planimetria in formato digitalizzato, così da averlo sempre a disposizione e senza il pericolo che possa rovinarsi o divenire inutilizzabile a causa dell’usura.

Steve Moss

Leave a Reply

Your email address will not be published.