Tutto pronto per il XV Giro Valle del Liri

FROSINONE – Presentato il 28 Settembre a Frosinone in presenza dell’amministrazione cittadina, rappresentata dal Sindaco Nicola Ottaviani, il XV Giro Valle del Liri, l’iniziativa di regolarità per auto d’epoca organizzata dal CAMEF (Circolo Auto e Moto d’Epoca Frusinate) e prevista per le giornate dell’8 e 9 Ottobre.

Locandica XV Giro Valle del Liri
Locandina XV Giro Valle del Liri

Fondata nel 2002 con il nome Valle del Liri, la manifestazione nacque con l’intento di coniugare lo spirito sportivo delle prove di abilità cronometrica, alle bellezze del nostro territorio: due aspetti dell’italianità che si uniscono nella tradizione di un settore dell’industria pesante nazionale, divenuto un marchio noto in tutto il mondo dal secondo dopoguerra, e nella passione per i motori.

Come spiegato dal Presidente Mariano La Pietra, coadiuvato dal Vicepresidente Giuseppe Dell’Aversano e dal consigliere Stefano Magnante, curatore degli aspetti più tecnici, quest’anno, in occasione del 15esimo anniversario, il Giro Valle del Liri toccherà i luoghi più suggestivi della Ciociaria: 60 prove di abilità cronometrica disposte su un percorso di 185 km tra le cui tappe non mancheranno l’Abbazia di Casamari, l’ Acropoli di Arpino, la Certosa di Trisulti, le mura di Alatri e molto altro.

«Un grande evento che dà lustro al territorio e al suo profilo identitario, nell’epoca in cui tutto è immateriale ma manca l’“odore delle cose”», ha detto il Sindaco Ottaviani riferendosi al pregio di questa iniziativa cresciuta di anno in anno e aggiudicatasi il Premio Manovella d’Oro negli anni 2007-2010, sottolineando anche la necessità di avvicinare all’attenzione dei giovani attraverso le scuole l’esperienza di tradizioni culturali e industriali di questo tipo.

Data la particolare ricorrenza, insieme al 30ennale dalla fondazione dello stesso CAMEF , di cui un altro importante momento di celebrazione si era svolto pochi mesi fa a Castro dei Volsci (clicca qui), questa edizione del Giro Valle Del Liri prevederà, al termine dei due itinerari, anche la suggestiva rievocazione del “Circuito di Frosinone”.

La gara, nata nel 1927 da un’idea di Carlo Magni, era dedicata inizialmente alle sole moto (sebbene nel 1953 abbia ospitato anche le auto) ed ebbe il suo periodo d’oro negli anni ’50 (si parla della presenza di circa 100.000 spettatori per le strade cittadine), quando la puntuale riproposizione della sfida tra i due storici piloti antagonisti Silverio Archilletti e Giovanni Morgia, detto “Bicchierino”, si concretizzava in una versione “motorizzata” della più nota gara ciclistica tra Coppi e Bartali.

Per rivivere la grande stagione del motociclismo frusinate, che durò sino agli anni Sessanta, per il prossimo 9 Ottobre si è pensato di rendere ancora più avvincente l’ormai consueto appuntamento rendendo percorribile un anello cittadino completamente interdetto al traffico.

Eccezionalmente, ciò la dice lunga sulla recente crescita del prestigio della città di Frosinone e sulla capacità di gestione di più iniziative simultaneamente, il Circuito Frosinone avrà luogo insieme a un’altra nota manifestazione sportiva, ma di tipo podistico: la Strafrosinone.

Ricordiamo anche i numerosi partners, fondamentali per la qualità di importanti eventi come il Giro Valle del Liri: Banca Popolare del Frusinate, Jolly Auto, Otovision, La Ferriera, Elisem Roma, Pasta Zaffiri, Osteria del Tempo Perso, Winner Sport, Sarandrea, Fratelli Mantova e media partner Radio Day, oltre a noi di MyWhere, che seguiremo in diretta gli eventi delle due giornate.

State con noi per gli aggiornamenti del Giro Valle del Liri!

XV giro valle del liri

Stefano Maria Pantano

Et unum facere et aliud non omittere! Ricordo con affetto queste parole, che uno dei miei più cari maestri di prima gioventù amava ripetermi. Non sempre però riesco a mettere in pratica il prezioso precetto dei padri latini, essendo io alla perenne ricerca di un equilibrio e di una pace mai trovata. Mi dibatto tra vari interessi che vanno dallo studio al teatro (visto e recitato), dallo sport alla scrittura cercando la mia stella. Fisicamente a metà fra l’atleta e il topo da biblioteca, ma sempre più tendente verso il secondo, la mia eterna preoccupazione è che quello che faccio sia fatto degnamente, secondo un’espressione orientale che mi sta molto a cuore: kung fu (“lavoro molto duro praticato con abilità e sacrificio”).
Stefano Maria Pantano

Leave a Reply

Your email address will not be published.