Bevande salutari: meglio prepararle con un frullatore o con un estrattore?

Bevande salutari: meglio prepararle con un frullatore o con un estrattore?

ITALIA – Qual è il modo migliore per godersi un elisir di benessere? In questo articolo cerchiamo di fare chiarezza.

Quando si parla di benessere e di rimedi naturali, la preparazione di bevande salutari, gustose e genuine rappresenta un vero e proprio punto di riferimento.

Frutta e verdura sono gli ingredienti più adatti per preparare dei veri e propri elisir di benessere, come confermato da siti Internet quali Igea Salute, il cui indirizzo è igeasalute.com, e anche da siti che parlano esclusivamente di rimedi naturali, come è il caso di Cure-Naturali, il cui indirizzo è cure-naturali.it.

Come si può ben immaginare è possibile far riferimento ad una gamma di ricette pressoché infinita, anzi è anche possibile sbizzarrirsi con la fantasia per crearne sempre di nuove, ma qual è lo strumento più adatto per preparare una bevanda che possa avere degli effetti benefici molto positivi nei confronti dell’organismo?

Utilizzare un frullatore, una centrifuga o un estrattore di succo?

È ancor più appropriato chiedersi se sia preferibile utilizzare un frullatore o un estrattore di succo, cerchiamo quindi di rispondere in modo dettagliato a questa domanda.

Ci sarebbe, in realtà, anche un terzo strumento da prendere in considerazione, ovvero la centrifuga, esso è tuttavia piuttosto simile al frullatore dal punto di vista tecnico, di conseguenza nell’effettuare questa valutazione possiamo “assimilarlo” al frullatore, tenendo tuttavia in considerazione il fatto che la centrifuga è più adatta alla lavorazione di cibi solidi, dunque più complessi da trasformare in bevanda.

Le caratteristiche tecniche dei frullatori

Il frullatore e la centrifuga effettuano delle lavorazioni in tempi molto brevi, dunque bastano pochi secondi affinché frutta, verdura e altri ingredienti divengano una deliziosa bevanda.

C’è da sottolineare un altro aspetto, ovvero che questi strumenti sviluppano al loro interno delle temperature piuttosto elevate, proprio per via della grande rapidità con cui si muovono le loro lame.

Sono in molti a ritenere che quest’aspetto possa avere dei risvolti negativi sulla qualità della bevanda, in quanto il calore sprigionato dalla lavorazione, appunto, potrebbe annientare alcune delle vitamine e dei preziosi elementi naturalmente contenuti in questi ingredienti.

La lavorazione degli ingredienti con un estrattore di succo

Sono del tutto differenti le caratteristiche dell’estrattore di succo, il quale esegue delle vere e proprie lavorazioni a freddo.

Per realizzare la bevanda, l’estrattore di succo non produce elevate quantità di calore, di conseguenza in molti ritengono che esso sia la soluzione più indicata per preparare una bevanda salutare a regola d’arte, scongiurando l’eventualità che le vitamine in essa contenute possano andare perdute durante la lavorazione.

Per contro, c’è da sottolineare che l’estrattore di succo richiede delle lavorazioni molto più lente: per preparare una bevanda con un estrattore, infatti, sono necessari alcuni minuti.

Ovviamente questo non è un problema rilevante, ammenoché non si abbia a disposizione solo poco tempo per preparare la propria bevanda: moltissime persone sono ben disposte ad attendere di più pur di potersi assicurare gli ottimi benefici di una bevanda salutare preparata tra le mura domestiche.

Le bevande “fai da te” sono sempre preferibili a quelle commerciali

Sono questi, dunque, i principali pro e contro dei frullatori, delle centrifughe e degli estrattori di succo, e quest’ultimi sembrano effettivamente essere la soluzione migliore se ci si vuol assicurare il massimo beneficio nutrizionale da una bevanda preparata in casa.

È utile sottolineare che in tutti i casi le bevande preparate in casa sono da considerarsi ampiamente preferibili, anzi pressoché imparagonabili, rispetto ai classici succhi di frutta acquistabili in commercio.

L’apporto vitaminico e di altri preziosi elementi, infatti, risulta di norma di gran lunga superiore nelle bevande preparate in modalità “fai da te”.

Gigi Botti

Tre passioni nella vita: calcio, musica e scrittura, da Giornalista pubblicista amo collaborare per diverse testate online e cartacee parlando di tutto un pò. Amo scrivere per documentarmi, per avere “la scusa buona” per approfondire le mie conoscenze. Che sia con una tastiera, un display o con una penna poco cambia. Di recente ho acquistato una Olivetti Lettera 35 del 1972, proprio per non farci mancare nulla. Spero di allietare chiunque legga i miei articoli, suscitare interesse, generare discussione!
Gigi Botti

Leave a Reply

Your email address will not be published.