I ritratti di Minya Mikic al Palaexpo

A Roma, abbiamo visto in anteprima la mostra di Minya Mikic al Palaexpo, (meglio conosciuto come Palazzo delle Esposizioni). Il suo progetto artistico “GAPscape- State of art- Italia”, sarà ospitato dal 14 al 22 maggio 2016. Ci siamo subito chiesti da dove nascesse la scelta di questo titolo decisamente originale: GAPscape è infatti un gioco di parole, una sorta di neologismo per indicare sia le idee artistiche che le tecniche usate da Minya.

Achille Bonito Oliva
Achille Bonito Oliva

Introdotti alla mostra “GAPscape- State of art- Italia” da Achille Bonito Oliva, che ha illustrato il progetto artistico, ci siamo ritrovati nelle sale del Palaexpo dove, sulle grandi pareti bianche, emergevano i i tratti neri dei volti noti nella loro espressività messa in evidenza da vibranti pennellate di colore vivo. Il percorso dei ritratti apre con Ennio Morricone, proseguendo tra registi ed attori come Matteo Garrone fino a Paola Cortellesi. Poi dalla musica all’arte con Andrea Bocelli, Michelangelo Pistoletto, Oliviero Toscani, oltre che Achille Bonito Oliva stesso, poi il giornalista Beppe Severgnini e Dacia Maraini. Tra le eccellenze nostrane ritratte troviamo anche lo chef stellato Massimo Bottura o il grande stilista Ferruccio Feragamo, o ancora il musicista Stefano Bollani. C’era anche la mia omonima Fabiola Gianotti, fisico e Direttore generale del CERN ritratta davanti al duomo di Milano. Si giunge poi allo sport con una Federica Pellegrini e Filippo Magnini e Giovanni Malago, oltre alla campionessa mondiale paraolimpica di scherma Bebè Vio, qui ritratta insieme all’autrice.

Bebe Vio con Minya Mikic
Bebe Vio con Minya Mikic

Bonito Oliva (curatore della mostra), commenta così la galleria esemplare di modelli di “comportamento capace”: “massaggiare il muscolo atrofizzato della sensibilità collettiva” mentre il Presidente del CONI Malagò aggiunge:”E’ la proiezione di una cultura che ci contraddistingue, di un linguaggio universale capace si abbracciare ogni ambito. Perché sa parlare con la sinuosità e l’eleganza dei tratti, con l’espressività delle sfumature, con la ricchezza dei dettagli. E’ un inestimabile patrimonio da custodire per alimentare la storia dell’Italia”. Non poteva mancare chiaramente il ritratto del Presidente del Comitato Roma 2024, qui Partner mediatico, Luca Cordero di Montezemolo e quello del presidente del Comitato Italiano Paralimpico Marco Borzacchini​.

Attraverso le opere di quest’ultima produzione, l’artista crea un percorso narrativo che racconta la storia odierna dell’Italia con un linguaggio contemporaneo, creando una nuova iconografia, trasformando in tratti e colori le analogie colte e le metafore createsi, l’artista esalta sapientemente gli spazi vuoti (gap) dai quali ammirare in trasparenza il paesaggio (landscape) sullo sfondo. Le eccellenze e i bellissimi paesaggi del paese ne raffigurano metaforicamente anima e corpo.

Minya Mikic è un’artista internazionale, nata nel 1975 da una famiglia di artisti e diplomata all’Accademia di Belle Arti di Novi Sad (ex-Yugoslavia). L’artista ha all’attivo mostre negli Stati Uniti, in Europa ed in Italia, e da qualche anno ha aperto uno studio a Zurigo. Il suo stile è davvero originale e in questa mostra ci propone 37 ritratti tutti di personalità italiane, che rappresentano l’eccellenza del nostro paese.

Come vengono raffigurati? Applicando alla ritrattistica una tecnica personale sviluppata nella pittura di quadri astratti su plexiglas, Minya Mikic mescola pigmenti puri e pasta acrilica stendendoli sulla superficie trasparente, raffigurando i volti con grande originalità e creando un risultato di grande impatto. Non manca naturalmente il percorso narrativo della rassegna, che racconta la storia odierna dell’Italia con un linguaggio contemporaneo,

Insomma non perdetevela, è emozionante per l’impatto, ma soprattutto per il messaggio positivo e propositivo che accompagna la nostra capitale alla candidatura delle olimpiadi del 2024!

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

Minya Mikic al Palazzo delle Esposizione

INFO:

GAPscape – STATE OF ART – Italia di Minya Mikic

http://www.palazzoesposizioni.it/media/minya-gapscape-state-of-art-italia-gallery

Sede: Palazzo delle Esposizioni
Via Nazionale. 194 – Roma

Orari:  domenica, martedì, mercoledì e giovedì: dalle 10.00 alle 20.00;
venerdì e sabato: dalle 10.00 alle 22.30; lunedì chiuso

Biglietti: intero € 12,50; ridotto € 10.00.
Permette di visitare tutte le mostre in corso al Palazzo delle Esposizioni.

Con il Patrocinio di Regione Lazio; Roma Capitale; Azienda Speciale Palaexpo; Istituto Svizzero di Roma; Comitato Italiano Paralimpico

Partner mediatico: Comitato Roma 2024

Curata da Achille Bonito Oliva

Informazioni e prenotazioni: singoli, gruppi e laboratori d’arte tel. 06 39967500; www.palazzoesposizioni.it

Fabiola Cinque

Napoletana fino alla milionesima generazione (dal 1.400), nobile d’animo ma non più per albero genealogico, viaggiatrice e curiosa delle bellezze e delle stranezze del mondo riporto tutte le mie impressioni attraverso tutti i sensi che abbiamo e che vogliamo usare. Di estrazione e definizione “fondista”. Azzurra di nuoto per tutte le distanze più lunghe e massacranti che vi possono venire in mente. La fatica è il mio karma. Mai nulla regalato, tutto conquistato. La comunicazione e la pubblicità sono la mia anima, la moda la mia vita presente e futura. Vivo in un paese bellissimo dal quale desidero sempre di allontanarmi, per tornare e riassaporare i profumi ed i sapori. La mentalità e l’amore sono anglosassoni, ma d’altronde si sa, i Borboni sono stati dominati dai francesi come gli inglesi e gli spagnoli, quindi le mie origini ed il mio essere è globale, sono bastarda dentro.
Fabiola Cinque

Leave a Reply

Your email address will not be published.