Torna a Roma la Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro

Torna a Roma la Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro

MILANO-ROMA – È giunta nella capitale del panettone la Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro, che dopo aver fatto breccia nel cuore esigente di coloro che diedero i natali alla tradizione dell’amato lievitato, si prepara a tornare nella Capitale d’Italia. Sabato 23 e domenica 24 novembre, dalle 11:00 alle 19:00, i maestri pasticcieri torneranno a sfidarsi a colpi di lievito madre nelle eleganti sale dell’Hotel Sheraton in Viale del Pattinaggio, 100, in zona Eur. Solo i più meritevoli saranno premiati e a deciderlo, sarete voi, membri d’eccezione di una giuria nazional-popolare, imparziale ma inflessibile.

La prolungata estate di quest’anno sembrava non dover finire mai. Invece, l’inesorabile calo delle temperature è tornato a ricordarci che manca circa un mese alle festività natalizie. Alle sue calde atmosfere fatte di maglioni di lana, tisane e libri, si associano anche le prime serie minacce alla dieta alimentare, rappresentate soprattutto dai caratteristici lievitati che preparano la venuta della classica slitta. Se, come si dice, dove c’è gusto non c’è perdenza, una buona dose di sano sport permette di non indietreggiare di fronte agli irresistibili e morbidi prodotti a base di lievito madre con cui i maestri pasticcieri di tutto lo stivale cominciano a sfidarsi. Gusto e made in Italy secondo il rispetto della tradizione mista a tanta creatività e innovazione, che muove un business stimato da Gambero Rosso intorno ai 217 milioni di euro. Gli amanti dei due tipici dolci natalizi continuano a dividersi come le tifoserie dei derby più combattuti, ma il Natale è il tempo degli abbracci e alcuni grandi eventi enogastronomici sembrano averlo capito meglio di altri, visto il loro decennale successo. Stiamo parlando della Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro, tornata quest’anno con l’XI edizione, che ha già ottenuto una straordinaria partecipazione sabato 16 e domenica 17 novembre per la prima volta a Milano, patria del panettone.

Le novità dell’edizione 2019

Nella tappa meneghina, la kermesse è stata ospitata nell’elegante cornice del Museo dei Navigli (via S. Marco, 40 – zona Brera), luogo storico situato nel cuore della città. Non da meno sarà la location della più consueta due giorni capitolina della fiera, che inizierà domani 23 novembre nelle sale dell’Hotel Sheraton, in Viale del Pattinaggio, 100, in zona Eur, dove dalle ore 11:00 alle 19:00 sarà possibile gustare le prelibatezze artigianali dei maestri espositori, che lo scorso anno ci hanno sinceramente sorpreso positivamente. La Gold Event Organization e l’Associazione Made In Italy, promotori della rodata fiera, lavorano però tutto l’anno con iniziative volte a promuovere i lievitati natalizi anche fuori la stagione natalizia, come il coraggioso e fortunato evento Il Panettone d’estate, tenutosi nell’agosto di quest’anno a Sorrento. Sono molte le aziende che dal 2008 hanno ottenuto meritata visibilità grazie alla Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro, che riconferma per il quarto anno consecutivo la partnership con il Consorzio Italiano Panettone Artigianale, unico Ente Ufficiale di tutela e valorizzazione del lievitato di origini milanesi, che sarà presente come ogni anno con una propria delegazione per supportare l’evento. Altra conferma rispetto alle edizioni passate riguarda il M° Nicola Fiasconaro, ancora Testimonial della Fiera, al quale durante la tappa milanese della scorsa settimana è stato riconosciuto il premio come “Ambasciatore del Made in Italy nel mondo”. Tratto caratteristico della Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro è quello di contenere al suo interno tanti mini eventi che rendono il visitatore protagonista. Uno di questi è il Contest Ambasciatore del Panettone, dove il lievitato artigianale più meritevole sarà scelto grazie a una giuria nazional-popolare totalmente imparziale. Sostanziale novità dell’edizione 2019 è però rappresentata dal Team Eccellenze Panettone: un gruppo selezionato di Maestri Pasticcieri e Panificatori lievitisti con standard qualitativi di produzione di altissimo livello, che condividono la ricerca della qualità e la difesa dell’artigianalità del panettone rispettando solo ed esclusivamente la normativa ufficiale italiana di riferimento. Il Team Eccellenze Panettone porterà in giro per l’Italia e all’estero il patrimonio di conoscenze della lavorazione del lievito madre, attraverso pubblicazioni, show cooking, eventi, corsi di formazione ed ogni altra iniziativa che sia in linea con l’obiettivo della diffusione della cultura del panettone artigianale. Per questo motivo il Team Eccellenze Panettone è costituito da professionisti del settore che hanno dedicato la propria vita all’arte della lievitazione.

La tutela della tradizione

Come lo stesso organizzatore Emanuele Giordano ci ha dichiarato lo scorso anno durante un’intervista, scopo della Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro è soprattutto quello di salvaguardare l’eccellenza italiana della tradizione, che rischia di essere snaturata per mere questioni di business avulse da ineludibili fattori culturali. Il mercato dei lievitati natalizi artigianali sta subendo, da qualche anno, un terremoto indotto da alcuni operatori del settore, ha infatti ribadito quest’anno Giordano, che stanno, di fatto, creando un oligopolio dando sempre meno spazio ai piccoli artigiani di qualità che realmente producono lievitati nel rispetto di tutte le normative ufficiali italiane. Si sta creando, inoltre, una confusione sul mercato attraverso la creazione di contest internazionali che non prendono in considerazione la normativa ufficiale italiana che rimane sempre il D.M. 22/07/2005 e s.m.i. Qual è, quindi, il messaggio che vogliamo dare all’estero se non si adottano tutte le misure dell’unica normativa ufficiale italiana a tutela del panettone e del pandoro e quindi del patrimonio enogastronomico targato Made in Italy?. Come per la decima edizione, non mancheremo di parlarvi dei vincitori delle giornate romane di questo interessantissimo evento ricco di sapori e di profumi, che consigliamo a tutti coloro che desiderino trascorrere una giornata o qualche ora, meglio se con la giusta compagnia, immersi nell’atmosfera natalizia.

Stefano Maria Pantano

Et unum facere et aliud non omittere! Ricordo con affetto queste parole, che uno dei miei più cari maestri di prima gioventù amava ripetermi. Non sempre però riesco a mettere in pratica il prezioso precetto dei padri latini, essendo io alla perenne ricerca di un equilibrio e di una pace mai trovata. Mi dibatto tra vari interessi che vanno dallo studio al teatro (visto e recitato), dallo sport alla scrittura cercando la mia stella. Fisicamente a metà fra l’atleta e il topo da biblioteca, ma sempre più tendente verso il secondo, la mia eterna preoccupazione è che quello che faccio sia fatto degnamente, secondo un’espressione orientale che mi sta molto a cuore: kung fu (“lavoro molto duro praticato con abilità e sacrificio”).
Stefano Maria Pantano

Leave a Reply

Your email address will not be published.