Dalle ceneri di un ex convento alla rinascita con i sapori di Hostaria Isidoro

Dalle ceneri di un ex convento alla rinascita con i sapori di Hostaria Isidoro

ROMA – È ormai noto che la capitale sia una continua scoperta di luoghi e locali di alta qualità spesso ricavati da antiche strutture che in precedenza erano adibite a tutt’altro utilizzo; è altrettanto noto quanto il popolo capitolino sia amante del buon cibo e del buon bere. Ed è proprio da questo particolare incontro, quello tra storia e gusto, che molti ristoranti tengono alto il nome dell’Italia per quanto riguarda l’offerta gastronomica. Hostaria Isidoro è uno di questi, che io ho voluto scoprire per voi.

L’atmosfera particolare di questo ristorante, che si trova nel groviglio di vie caratteristiche adiacenti al Colosseo, accanto alla meravigliosa Basilica di San Clemente, si avverte fin dalla facciata esterna, con le porte basse e con la rigogliosa edera che sembra voler abbracciare il muro a mattoni del palazzo proprio sopra l’ingresso del locale. L’interno, diviso in due grandi sale, ha tutto il fascino dell’ambiente del 1600 quando il luogo era adibito a ex convento e di cui Emanuele, titolare insieme al fratello del ristorante, ha voluto mantenere i mattoni a vista e il soffitto a cassettoni in legno che regalano quella particolare sensazione di calore, di familiarità, quel sentirsi subito a casa.

Hostaria Isidoro
Mattoni a vista e soffitto a cassettoni

E in effetti è proprio questa l’impronta che hanno voluto dare i due ragazzi al loro locale, lo si percepisce quando si viene accolti dal premuroso e sorridente personale di sala che si prodiga a suggerire le specialità più tipiche e quelle più golose, quando vengono serviti i piatti in porzioni decisamente abbondanti, quando si viene accompagnati nella scelta dei vini, tutto è orientato all’attenzione al cliente che non è considerato un viaggiatore, un qualcuno che si vedrà una volta e mai più, bensì è trattato come il viandante di tanti secoli fa, quello da accogliere alla propria tavola per farlo sentire bene e fargli desiderare di tornare.

“Noi non siamo ristoratori di famiglia” racconta Emanuele “io e mio fratello abbiamo rilevato il ristorante qualche tempo fa e in precedenza ci occupavamo di tutt’altro. Però desideravamo misurarci con una sfida nuova e abbiamo studiato molto, soprattutto mio fratello che è in cucina, abbiamo fatto un’attenta ricerca sulle materie prime cercando di creare un connubio tra i piatti tipici della tradizione romana e sapori nuovi e inaspettati che stanno riscuotendo molto successo tra i nostri clienti più affezionati. Desideriamo concentrarci sulla qualità dei piatti offerti e sulle specialità più ricercate, è questo che vogliamo diventi il nostro tratto distintivo per soddisfare anche il cliente più esigente.”

Dunque tanta passione e voglia di dare qualcosa di più che effettivamente si scopre già leggendo il ghiottissimo menù: tortino di carciofi e ciauscolo con vellutata di pecorino e zafferano,

Hostaria Isidoro
Tortino di carciofi e ciauscolo con vellutata di pecorino e zafferano

carpaccio di Angus affumicato con formaggio primo sale, tortino di patate con gamberi e basilico, per gli antipasti; bombolotti funghi e tartufo, penne con capocollo e silano affumicato con pomodorini secchi sott’olio, risotto mantecato all’onda con mele e porcini con pinoli, gnocchetti con vongole e zafferano, spaghetti con pesce spada, melanzane e scaglie di mandorle, per i primi; petto di pollo al gorgonzola, scamorza al miele, tagliata ai funghi porcini,

Hostaria Isidoro
Tagliata ai funghi porcini

gamberoni con guanciale al forno, bistecca di tonno in crosta di sesamo per i secondi; soufflé caldo al cioccolato e torte della casa per i dolci. Queste sono solo alcune delle offerte del ristorante affiancate alle ricette tipiche della tradizione gastronomica romana. Particolare attenzione per gli indecisi e per chi non vuole farsi mancare niente, infatti nel menù è prevista la possibilità di scegliere degustazioni sia di antipasti che di primi piatti a prezzo fisso ma variabile in base alla quantità di assaggi che si desidera e se si opta per carne o pesce. Si può infatti decidere tra due, tre o più mini portate così da poter gustare diversi tipi di preparazioni che, devo dirlo, soddisferanno sia il palato che lo stomaco poiché le porzioni sono davvero generose, oltre che gustosissime. Perciò non posso fare a meno di consigliare l’Hostaria Isidoro a chiunque si trovi nei dintorni del Colosseo, per visita, per lavoro, per un breve soggiorno, o per chi vive già a Roma e ha voglia di scoprire un posto dove troverà un’atmosfera piacevole e una cucina di ottimo livello.

HOSTARIA ISIDORO AL COLOSSEO

Via San Giovanni in Laterano 59/a

Roma

Tel.: 06-7008266

Email: ristoranteisidoro@gmail.com

Sito web: www.hostariaisidoro.com

Hostaria Isidoro

Hostaria Isidoro
Hostaria Isidoro

Hostaria Isidoro
Hostaria Isidoro

Hostaria Isidoro
Hostaria Isidoro

Hostaria Isidoro
Hostaria Isidoro

Hostaria Isidoro
Hostaria Isidoro

Hostaria Isidoro
Hostaria Isidoro

Hostaria Isidoro
Hostaria Isidoro

Hostaria Isidoro
Hostaria Isidoro

Hostaria Isidoro
Hostaria Isidoro

Hostaria Isidoro
Hostaria Isidoro

Hostaria Isidoro
Hostaria Isidoro

Hostaria Isidoro
Hostaria Isidoro

Hostaria Isidoro
Hostaria Isidoro

Hostaria Isidoro
Hostaria Isidoro

Hostaria Isidoro
Hostaria Isidoro

Be Sociable, Share!

Marta Lock

Marta Lock

Sono romanziera, aforista, saggista, ho una rubrica socio-psicologica, L’Attimo Fuggente, che parla di emozioni, sentimenti relazioni, nella complicata realtà contemporanea, e che esce ogni lunedì sul mio sito web www.martalock.net, Recensisco mostre di pittura e vado alla scoperta dei piccoli luoghi e scorci interessanti di Italia di cui raccontarvi. Scrivere è la mia vita, la mia vocazione e la mia gioia più grande.
Marta Lock

Leave a Reply

Your email address will not be published.